Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Matrimonio

Matrimonio presso l’Ambasciata d’Italia (art.12 del d. Lgs. 71/2011)

In Serbia, la normativa vigente non ritiene valido il matrimonio celebrato in Ambasciata tra un cittadino italiano ed un cittadino serbo.

Se i nubendi sono entrambi cittadini italiani oppure un cittadino italiano e un cittadino straniero non serbo e desiderano sposarsi presso l’Ambasciata d’Italia la prima cosa da fare è la cosiddetta ‘istanza di celebrazione del matrimonio consolare’. L’istanza deve essere sottoscritta da entrambi, e deve essere presentata personalmente alla Cancelleria Consolare, durante i normali orari di apertura al pubblico oppure inviata per posta, o per email con allegata la fotocopia dei documenti di identità.
In alcuni casi l’istanza potrebbe essere rifiutata (D. Lgs. 71/2011 – la celebrazione del matrimonio consolare può essere rifiutata quando vi si oppongano le leggi locali o quando le parti non risiedano nella circoscrizione). Se, al contrario, l’Ufficio accoglie la domanda (in quanto ne ricorrano i requisiti previsti dalla normativa) si puo’ procedere alla richiesta delle pubblicazioni.

Pubblicazioni

In Italia la celebrazione del matrimonio deve essere preceduta dalle pubblicazioni eseguite a cura di un ufficiale dello stato civile. Le pubblicazioni hanno sei mesi di validità. Il matrimonio puo’ essere celebrato a partire dal 4° giorno ed entro il 180° giorno successivo alla pubblicazione. In caso di impossibilita’ a richiedere personalmente le pubblicazioni si puo’ incaricare comunque una terza persona utilizzando una procura speciale redatta su carta semplice e munita della copia dei documenti di identità che, naturalmente, devono essere validi. La firma dei cittadini non EU non residenti in Italia dovra’ essere autenticata.

Se i nubendi sono entrambi cittadini italiani e risiedono all’estero, la richiesta delle pubblicazioni di matrimonio deve essere presentata presso la Rappresentanza diplomatica o consolare dove sarà celebrato il matrimonio. In caso di residenza in due circoscrizioni consolari diverse, le pubblicazioni vanno effettuate presso entrambe le Rappresentanze diplomatiche o consolari.

• Se uno dei due (italiano o straniero) ha la residenza in Italia mentre l’altro (cittadino italiano) ha la residenza all’estero, la richiesta di pubblicazioni di matrimonio deve essere rivolta alla Rappresentanza diplomatica o consolare dove sarà celebrato il matrimonio, che a sua volta le richiederà al Comune di residenza in Italia. Le pubblicazioni verranno pertanto effettuate in entrambi i luoghi di residenza.
• Se il nubendo italiano ha la residenza in Italia mentre l’altro cittadino straniero ha la residenza all’estero, si possono richiedere le pubblicazioni di matrimonio- al Comune di residenza in Italia ed ivi effettuate. In tale caso il Comune rilascerà la delega (Art. 109 del codice civile) per la celebrazione del matrimonio presso la Rappresentanza diplomatica o consolare all’estero.- Se entrambi sono residenti in Italia, la richiesta di pubblicazioni di matrimonio deve essere avanzata al Comune di residenza, dove verranno effettuate. In caso di residenza in due Comuni differenti le pubblicazioni verranno effettuate in entrambi i Comuni. Il Comune rilascerà la delega ex art. 109 del Codice Civile per la celebrazione del matrimonio presso la Rappresentanza diplomatica o consolare.

Matrimonio in Serbia

Per la documentazione necessaria per la celebrazione del matrimonio in Serbia bisogna rivolgersi al Comune serbo competente.
Questa Cancelleria consolare, se richiesta dalle Autorita’ serbe, provvede al rilascio dell’attestazione di assenza di impedimenti per contrarre matrimonio.
Per il rilascio di tale attestazione, l’interessato dovra’ esibire la seguente documentazione:
1. certificato di nascita su formulario internazionale,
2. certificato contestuale di cittadinanza, residenza e stato libero;
3. fotocopia del documento d’identita’.

Trascrizione in Italia del matrimonio celebrato in Serbia

Per richiedere la trascrizione in Italia del matrimonio, celebrato in Serbia, occorre:
1. compilare il modulo di richiesta di trascrizione; la richiesta deve essere firmata da entrambi i coniugi;
2. allegare l’atto di matrimonio rilasciato dal Comune serbo su formulario internazionale. L’atto deve essere in originale (non si accettano fotocopie).
3. allegare fotocopia dei passaporti o carta d’identità valida dei coniugi;

La documentazione sopraindicata dovra’ essere spedita con Raccomandata A/R al seguente indirizzo:

AMBASCIATA D’ITALIA A BELGRADO

Bircaninova ulica 11 – 11000 Belgrado

La documentazione potrà anche essere imbucata nella cassetta postale dell’Ambasciata.

IMPORTANTE: in caso di matrimonio celebrato in altri Paesi esteri, il connazionale dovra’ provvedere alla legalizzazione e alla traduzione in italiano di tali atto di matrimonio. Sia per la legalizzazione che per la traduzione dovra’ rivolgersi alla Rappresentanza Diplomatica o Consolare italiana territorialmente competente.