Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Documenti da presentare all’appuntamento per richiedenti maggiorenni

Si prega di leggere preventivamente e attentamente la lista dei documenti da presentare assieme al modulo di richiesta.

Occorre presentarsi allo sportello con i moduli già compilati. Si informa che, in mancanza della documentazione prevista dalla vigente normativa, il passaporto non potra’ essere rilasciato.

modulo di richiesta correttamente compilato
• precedente passaporto (scaduto o deteriorato)
• in caso di smarrimento/furto del passaporto: dichiarazione delle autorità locali o compilazione del formulario di denuncia. In questo caso occorre presentarsi con un altro documento valido all’identificazione o una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà.
• In caso di richiesta del primo passaporto italiano presentarsi con:
– un documento d’identità italiano (carta di identità o patente italiana)
– un documento straniero (passaporto)

N.B. Se il richiedente ha figli minorenni,

 

 dovrà compilare la dichiarazione di assenza di cause ostative al rilascio del passaporto.
N.B. la dichiarazione è necessaria anche in caso di coppie non sposate, separate o divorziate.

 Inibitoria al rilascio del passaporto

l’articolo 3-bis della L. 1185/1967 indica che, quando vi è concreto e attuale pericolo che a causa del trasferimento all’estero, il genitore, possa sottrarsi all’adempimento dei suoi obblighi verso i figli, sarà possibile per l’altro genitore richiedere una inibitoria al rilascio del documento.

L’istanza potrà essere presentata presso il giudice competente presso il Tribunale ordinario in cui il minore ha la residenza abituale ovvero, se il minore è residente all’estero, il Tribunale nel cui circondario si trova il suo Comune di iscrizione AIRE.

• Decesso dell’altro genitore

In caso di decesso di uno dei genitori, dovrà essere presentata una copia originale del certificato di morte. Se il decesso è avvenuto in un paese che non sia la Serbia o l’Italia, il certificato di morte deve essere legalizzato e tradotto in italiano o in formato plurilingue.