Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

ITALIA-SERBIA: INAUGURATA A BELGRADO L’VIII EDIZIONE DELLA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO

Foto Conf.stampa SCIM 2023

Ha preso avvio oggi, con la conferenza stampa di presentazione realizzata presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Belgrado, Luca Gori, l’VIII edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo dal titolo: “A tavola con la cucina italiana: il benessere con gusto”. Numerose le iniziative volte a promuovere il valore della cucina italiana e la sua candidatura a patrimonio immateriale dell’UNESCO.

Il programma 2023 proposto dall’Ambasciata d’Italia a Belgrado, in collaborazione con il “Sistema Italia” (ICE, Istituto di Cultura, Camera di Commercio italo-serba e Confindustria Serbia), offre un articolato calendario di appuntamenti che, a partire dal 13 novembre, si sviluppa attorno ad iniziative dedicate alle eccellenze regionali della Regione del Veneto, partner della rassegna in Serbia, oltre che alla promozione dell’industria enogastronomica, alla formazione, alla solidarietà, alla grande distribuzione e all’e-commerce.

Un focus particolare sarà dedicato alle eccellenze vitivinicole: l’Italia, infatti, parteciperà con un padiglione di 1000 metri quadri e oltre 50 espositori alla Fiera “Wine Vision di Open Balkan”, grazie a ICE e VeronaFiere. Verranno inoltre organizzate 4 masterclass sui vini italiani per gli operatori del settore e una degustazione con abbinamento vini in Residenza a cura dello Chef Francesco Nicolai e del Presidente dell’Associazione Sommelier Serbi, Dejan Zivkoski. Il Veneto sarà protagonista anche della Cena di Gala realizzata dal Ristorante “Al Pioppeto” di Romano D’ezzelino (Vicenza) alla presenza del Presidente della Regione, dott. Luca Zaia.

La formazione avrà un ruolo centrale nel programma della SCIM 2023 in Serbia, grazie allo chef e Presidente dell’Associazione Cuochi Veronesi, Mida Muzzolon, che realizzerà delle masterclass per gli studenti dell’istituto alberghiero “Visoka hotelijerska Škola” di Belgrado.

Un’attenzione particolare sarà dedicata alla solidarietà nell’ambito del programma “L’Ambasciata a braccia aperte”. La collaborazione con Save the Children Serbia e Goran Abramovic, vincitore del Campionato mondiale pizzaiuoli 2022, darà vita all’evento “Che Pizza?!”, una merenda in cui i giovanissimi ospiti dei centri di assistenza per minori in stato di bisogno Svratiste e Prihvatilište potranno preparare e gustare la vera pizza italiana. Insieme a UNHCR Serbia e allo chef Daniele Moretti verrà invece organizzata una cena di specialità italiane preparata presso la “Ugostiteljsko-turistička Škola” dagli allievi della scuola alberghiera e i giovani rifugiati ospitati in Serbia. Sempre nel quadro dell’impegno sociale a favore dei più bisognosi, l’azienda italiana “La Linea Verde” donerà una selezione dei suoi prodotti al Banco Alimentare della Vojvodina.

Per quanto riguarda la grande distribuzione e l’e-commerce, con le quali la collaborazione è fondamentale per contrastare il fenomeno dell’”Italian sounding”, le catene di supermercati Aroma e Mercator di Belgrado e Novi Sad presenteranno dal 13 al 29 novembre le “Giornate italiane”, con un’offerta speciale di prodotti alimentari tricolori, ed il portale online Shoppster lancerà la campagna speciale “Made in Italy”. Ancora, in 12 ristoranti italiani a Belgrado e a Novi Sad sarà possibile degustare un menù dedicato alla SCIM 2023. Ad arricchire il calendario, l’Istituto Italiano di Cultura ospiterà due eventi dedicati al rapporto tra design e cucina. Il primo, in collaborazione con Confindustria Serbia, sarà dedicato alla tradizione italiana del caffè con un seminario di Simone Pregnolato, italianista ed esperto di Casa Artusi, arricchito da una mostra di quadri realizzati con polvere di caffè dall’artista serbo Bojan Djordjevic, l’esposizione di macchine da caffè di design italiano e degustazioni dell’espresso.

Il secondo evento riguarda l’illuminotecnica nella ristorazione grazie al seminario del lighting designer Filippo Cannata, in collaborazione con la Camera di Commercio Italo Serba. Quest’ultima, infine, presenterà la Fiera del “Made in Italy – Serbia”, con incontri B2B tra operatori italiani e buyers locali del settore del food & beverage.

 

PROGRAMMA della SCIM 2023