Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Domande frequenti

SEZIONE ECONOMICO-COMMERCIALE

Chi è l’autorità competente e quanto tempo occorre per registrare una società in Serbia?

L’istituzione incaricata per la costituzione delle società è l’Agenzia per il Registro delle Imprese ed il tempo medio per rendere attiva la società è inferiore a 10 giorni.

 

Quali sono i costi per la costituzione di una società di capitali?

Il costo previsto per la costituzione di una società a responsabilità limitata (d.o.o.) è di 3.600 Dinari (36 Euro), con un capitale sociale minimo di 500 Euro.

Per una società per azioni (a.d.), con un capitale sociale minimo di Euro 25mila, i costi ammontano a 10.200 Dinari (circa 100 Euro).

 

Quali modalità sono previste per ottenere un terreno in Serbia ai fini di edificarvi strutture aziendali?

In Serbia i terreni, sia edificabili che agricoli, possono essere di proprietà pubblica o privata. I terreni edificabili non pubblici sono definiti con la sigla “adt” (altro terreno edificabile) e possono essere ottenuti, oltre che con il trasferimento di proprietà, anche mediante: a) affitto (durata 99 anni se il terreno appartiene ad un ente pubblico), b) costituzione di un diritto di usufrutto. E’ inoltre possibile acquistare un terreno agricolo e successivamente richiedere la conversione in edificabile (quando il terreno agricolo è già inserito nel piano di urbanizzazione del comune a cui appartiene).

 

Quali sono i dazi doganali in Serbia?

I dazi variano da 0% al 30% in base alla categorie merceologiche.

Per maggiori approfondimenti e per visualizzare il tariffario si consulti il sito dell’Agenzia delle Dogane

 

Cosa sono le Zone Franche?

Si tratta di aree in cui gli imprenditori godono di particolari privilegi, quali l’esenzione IVA per le importazioni e le transazioni interne ed esenzioni da dazio doganale per alcuni beni (es. materiali per l’edilizia).

Il transito di merci dalle Zone Franche verso la Serbia è, invece, considerato come una normale importazione, pertanto soggetta al relativo regime (salvo che si tratti di beni realizzati con un minimo del 50% di componenti serbe).

Per approfondimenti consulta il seguente sito

 

Quale regime fiscale è previsto per le imprese?

Tutte le imprese che operano in Serbia (di diritto serbo e straniere) sono tenute a pagare a titolo di imposta il 10% del reddito generato, mentre su altri tipi di entrate (capital gain, royalties, locazioni) l’aliquota è del 20%.

Inoltre, ogni datore di lavoro è tenuto a pagare, quali oneri assistenziali, circa il 12% della retribuzione per ogni dipendente.

Per approfondimenti visita il sito dell’Agenzia per la Promozione degli Investimenti e delle Esportazioni (SIEPA)

 

Quali sono i principali incentivi fiscali per chi investe in Serbia?

Tra i principali incentivi introdotti dalla Repubblica di Serbia, la cui possibile applicazione dipende dalle autorità serbe, si segnalano i seguenti strumenti.

  • Riporto delle perdite: la perdita di un esercizio di impresa può essere riportata fino a 10 anni.
  • Esenzioni fiscali sulle concessioni: un periodo di cinque anni senza pagare imposte per gli investimenti collegati alle concessioni.
  • Crediti fiscali: un credito fiscale minimo del 20% dell’ammontare del capitale investito in immobilizzazioni materiali.
  • Esenzione dall’imposta sugli utili: per coloro che investono più di Euro 7,5mln ed impiegano almeno 100 lavoratori a tempo pieno.
  • Incentivi per l’assunzione di nuovi lavoratori: in particolare giovani sotto i 30 anni e per un periodo massimo di 3 anni.
  • Crediti fiscali sugli utili generati nelle aree sotto sviluppate: riconosciuti per un massimo di due anni, è equivalenti all’imposta ipotetica da pagare sull’utile dichiarato.

Per maggiori approfondimenti sulle condizioni di accesso e per conoscere gli ulteriori incentivi visita il sito dell’Agenzia per la Promozione degli Investimenti e delle Esportazioni (SIEPA)

 

Quali sono i salari minimi e gli orari massimi previsti dalla legge?

Il salario minino previsto nel 2008 dal diritto serbo è di circa 64 Dinari l’ora (circa 0,70 centesimi di Euro). L’orario lavorativo settimanale ammonta ad un massimo di 40 ore.