Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

ITALIA – SERBIA: INAUGURATA LA MOSTRA “LA PACE PREVENTIVA” DI MICHELANGELO PISTOLETTO

Pistoletto 1

L’Ambasciatore d’Italia in Serbia, Luca Gori, ha partecipato venerdi sera all’inaugurazione presso il Museo di Arte Contemporanea di Belgrado della mostra “La Pace Preventiva” di Michelangelo Pistoletto. L’esposizione, la prima personale di Pistoletto in Serbia, presenta alcune delle opere più famose e iconiche del maestro dell’arte povera italiana come Images on a Mirror, Venus of Rags, Minus Objects, Loving the Differences – an Art Movement for Politica Intermediterranea, Terzo Paradiso e tante altre. Una rassegna antologica, che spazia dagli anni ’60 ai giorni nostri, illustrando l’intero vocabolario dell’artista, comprese sculture e installazioni, ma anche fotografie, video, le prime azioni nello spazio pubblico fino ai dipinti più recenti costituiti da codici QR colorati che possono essere goduti visivamente come arte astratta, ma possono anche attivarsi rivelando le storie in formato digitale. Inoltre, presso la Residenza dell’Ambasciatore d’Italia in Serbia è ospitata l’opera di Michelangelo Pistoletto “La mela”. Presenti all’inaugurazione il maestro Pistoletto ed il Ministro della Cultura della Repubblica di Serbia, Nikola Selakovic.

La mostra, visitabile fino al 10 settembre 2024, è organizzata dal Museo di Arte Contemporanea di Belgrado in collaborazione con Cittadellarte – Fondazione Pistoletto, associazione Zerynthia e Istituto Italiano di Cultura a Belgrado, sotto gli auspici del Ministero della Cultura della Repubblica di Serbia e dell’Ambasciata d’Italia a Belgrado. L’esposizione si colloca all’interno di “Bircaninova@100”, la rassegna che celebra il centenario dalla posa della prima pietra di Palazzo Bircaninova, sede dell’Ambasciata d’Italia a Belgrado.

“Michelangelo Pistoletto è uno dei più importanti artisti italiani contemporanei. E’ pertanto un grande onore poterlo accogliere a Belgrado per una mostra che permetterà di rafforzare il forte legame culturale tra Italia e Serbia e di riflettere attraverso l’arte su un momento storico così delicato per la pace e la sicurezza in Europa”, ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia in Serbia, Luca Gori. “La possibilità di accogliere un’opera di Pistoletto in Ambasciata – ha aggiunto Gori – da, poi, ulteriore lustro alla rassegna “Bircaninova@100” che abbiamo organizzato per celebrare il centenario dalla posa della prima pietra di Palazzo Bircaninova”.