Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

SUPPORTO ALLE IMPRESE NEL RAGGIUNGIMENTO DEGLI STANDARD ESG

LA CONFINDUSTRIA SERBIA LANCIA ESG LAB PER RAFFORZARE LE PRATICHE AZIENDALI SOSTENIBILI NEL SETTORE DELLE PMI

Belgrado, 17.04.2024 – Confindustria Serbia, associazione degli industriali italiani in Serbia, ha presentato ieri l’iniziativa ESG Lab con l’obiettivo di fornire un supporto pratico alle piccole e medie imprese nell’adozione e nell’implementazione degli standard ESG e delle pratiche aziendali sostenibili attraverso iniziative dirette, seminari educativi ed esempi delle migliori pratiche.

L’iniziativa è realizzata con il sostegno istituzionale della Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (EBRD) e in collaborazione con partner quali Banca Intesa, Deloitte, Bureau Veritas, studio legale Sekulović, Business Intelligence Institute e Gruppo SIAD, i quali condivideranno le proprie conoscenze ed esperienze per aiutare le aziende ad adattare le proprie attività agli standard ESG. Gli argomenti su cui si concentrerà ESG Lab includono l’implementazione della strategia ESG, la relazione ESG, la decarbonizzazione, l’economia circolare e la catena di fornitura sostenibile.

“Il nostro obiettivo è quello di sostenere le piccole e medie imprese nell’adattamento agli standard ESG attraverso supporto diretto, iniziative e lobbying. Vogliamo anche preservare la loro posizione competitiva e promuovere lo sviluppo di pratiche commerciali sostenibili. Vorrei sottolineare in particolare che ESG Lab rappresenta il nostro impegno nel seguire le tendenze poiché l’integrazione degli standard ESG è diventata mainstream ed è estremamente importante non solo per le singole aziende, ma anche come fattore chiave nella definizione delle strategie del business congiunto”, ha dichiarato Irena Brajović, direttrice di Confindustria Serbia, aprendo la conferenza.

“Nel corso degli ultimi anni, abbiamo assistito a un cambiamento fondamentale nell’approccio delle aziende alla responsabilità sociale e ambientale, che ha posto la sostenibilità come una nuova paradigma di business”, ha sottolineato Eduardo Bombieri, vicepresidente di Confindustria Serbia con delega all’ESG e vicepresidente del Consiglio di amministrazione di Banca Intesa. “ESG Lab, come iniziativa del Consiglio generale di Confindustria Serbia, è stata creata con l’obiettivo di aiutare e sostenere le aziende nell’aumentare la consapevolezza dell’importanza degli standard ESG e nel rafforzare le loro capacità di rispondere ai requisiti normativi e di mercato”, ha dichiarato Bombieri, aggiungendo che ESG Lab è aperto a nuovi partner interessati ad aiutare le aziende in questo percorso.

Dopo i discorsi introduttivi, è seguita una discussione moderata da Aleksandar Plavšin, Managing Partner presso il Business Intelligence Institute, con Francesco Masci, CEO di DDOR Osiguranje – Gruppo Unipol, azienda che è stata il primo vincitore del premio “Franco Delneri” conferito da Confindustria Serbia per l’applicazione dei criteri ESG, e con Erich Cossutta, presidente del Dragon Maritime Group. Masci ha spiegato che i cambiamenti climatici sono importanti perché rappresentano un rischio. “Come principale compagnia di assicurazioni, crediamo fermamente di avere un ruolo chiave nel sostenere un ambiente imprenditoriale più sicuro e salvaguardare il futuro del pianeta. Tuttavia, ci troviamo di fronte a numerose sfide. La sensibilizzazione, l’attuazione di cambiamenti legislativi adeguati e la sostenibilità economica della transizione ESG sono elementi chiave del nostro progresso verso gli obiettivi ESG, ha precisato Masci.

Erich Cossutta ha presentato la situazione nel settore della logistica e dei trasporti in materia di ESG e ha concluso: “Per costruire un futuro migliore e sostenibile, dobbiamo collaborare con tutti gli attori rilevanti, adottare un quadro adeguato e cambiare sostanzialmente il nostro approccio al business. Le strategie ESG sono uno strumento che funzionerà solo se faranno parte di un cambiamento sistemico”.

Milena Popović Martinelli, esperta in politiche climatiche presso la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo, ha parlato dell’economia circolare nei Balcani occidentali: “La BERS sostiene l’engagement di Confindustria Serbia nel migliorare lo sviluppo sostenibile e l’implementazione degli standard ESG. Crediamo che gli appuntamenti futuri pianificati nell’ambito di ESG Lab miglioreranno la competitività delle aziende e dell’economia serba, anche attraverso il coinvolgimento attivo delle istituzioni finanziarie partecipanti al programma”, ha dichiarato Popović Martinelli.

Maša Njegovan, senior manager per ESG e sostenibilità presso Deloitte, si è detta soddisfatta del fatto che Deloitte fa parte dell’iniziativa ESG Lab: “Invitiamo tutte le aziende e le istituzioni finanziarie interessate a unirsi a noi in questo sforzo e a sostenere il raggiungimento della nostra missione”.

L’evento è stato concluso da S.E. Luca Gori, Ambasciatore d’Italia a Belgrado: “Oggi, gli standard ESG non sono solo un’opportunità ma anche un obbligo per garantire un futuro prospero per il nostro pianeta, la nostra società e la nostra economia. L’Italia è in prima fila nella promozione di un futuro sostenibile. Il nostro obiettivo è quello di sostenere il rafforzamento delle relazioni tra le aziende italiane e serbe nel campo della transizione verde ed energetica, così come nel settore della mobilità sostenibile e delle infrastrutture “verdi” – ha aggiunto Gori – settori che saranno al centro del secondo Business Forum Italia-Serbia che si terrà a breve a Trieste”.