Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

ITALIA-SERBIA: INAUGURATA A BELGRADO LA MOSTRA “NUOVE TENDENZE ‘60”

Foto mostra Mira Brtka 1

L’Ambasciatore d’Italia in Serbia, Luca Gori, è intervenuto oggi all’apertura della mostra “Nuove tendenze ‘60” organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado in collaborazione con la Fondazione Mira Brtka. L’esposizione, ospitata presso la Galleria del Centro culturale studentesco (SKC), celebra la scena artistica italiana degli anni sessanta esponendo le opere di Aldo Schmid, Bruno Conte, Paolo Patelli e Antonio Franchini, oltre che di alcuni artisti serbi dell’epoca come Milena Čubraković e Mira Brtka. All’inaugurazione dell’esposizione hanno partecipato anche il critico d’arte Sava Stepanov e l’architetto e Professore Franco Purini, che ha tenuto anche una lectio magistralis presso la Facoltà di Architettura dell’Università di Belgrado.

“La scena culturale italiana degli anni sessanta è stata un momento di vivacità artistica contraddistinto dalla diversità e dalla capacità degli artisti di utilizzare linguaggi espressivi originali, di affrancarsi dai canoni dell’arte classica affacciandosi verso i linguaggi dell’arte contemporanea. Un momento in cui i legami tra Italia e Serbia – grazie anche a personalità come Mira Brtka – si sono ulteriormente rafforzati”, ha dichiarato nel suo intervento l’Ambasciatore Gori.