Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

MISSIONE DI CONFINDUSTRIA E CONFINDUSTRIA EST EUROPA A BELGRADO (9-10 MAGGIO 2022)

foto confindustria con brnabic

Si è svolta il 9 e 10 maggio la visita a Belgrado di una delegazione di Confindustria, guidata dalla Vice-Presidente con delega all’internazionalizzazione Barbara Beltrame Giacomello e dalla Presidente di Confindustria Est Europa Maria Luisa Meroni.

L’Ambasciatore Lo Cascio, insieme al Presidente di Confindustria Serbia Patrizio Dei Tos e al Direttore dell’ICE di Belgrado Antonio Ventresca, ha assistito la delegazione nell’incontro con Danilo Cicmil, Consigliere del Presidente della Repubblica per gli investimenti diretti esteri, Milan Vranic, Presidente della Camera di Commercio serba in Italia e Igor Popovic, Direttore Settore Economia della Camera di Commercio di Serbia. I colloqui hanno consentito di discutere il nuovo scenario economico internazionale a seguito dello scoppio del conflitto in Ucraina, soprattutto con riguardo all’aumento dei prezzi delle materie prime, ma anche delle nuove opportunità di rafforzamento della cooperazione commerciale bilaterale.

“Nonostante la difficile congiuntura internazionale, la Serbia si conferma un mercato molto attraente per le nostre aziende. Lo testimonia anche l’andamento del nostro interscambio bilaterale, che nel primo trimestre 2022 ha registrato un ulteriore aumento del +19%, confermando il trend positivo dopo il record del 2021” ha dichiarato l’Ambasciatore Lo Cascio. Durante gli incontri sono stati inoltre stati presentati alcuni nuovi investimenti italiani in Serbia, in particolare nel settore delle energie rinnovabili e dell’efficientamento energetico.

Il tema energetico è stato al centro della Conferenza organizzata da Confindustria Serbia “Energia nei Balcani: transizione verso le fonti rinnovabili e miglioramento delle reti energetiche” nella giornata del 10 maggio. In tale occasione, l’Ambasciatore ha richiamato la necessità di accelerare l’attuazione dell’’’agenda verde” e la diversificazione delle fonti di approvvigionamento, guardando alla crisi globale con pragmatismo ma anche con rinnovato slancio verso la transizione ecologica.

Tali questioni sono state affrontate anche nel corso del cordiale colloquio con la Prima Ministra Ana Brnabic, svoltosi nel pomeriggio del 10 maggio. “L’Italia – ha ricordato l’Ambasciatore – è uno dei principali partner commerciali della Serbia e vuole rafforzare le sue posizioni in questo Paese, puntando sulla transizione verde e la digitalizzazione’’.

Comunicato del Governo serbo:

Serbia has best business climate in the region

Belgrade, 10 May 2022

Prime Minister Ana Brnabic talked today with President of the Confindustria Serbia Patrizio Dei Tos about business activity of Italian companies and the business climate in Serbia, their new investments and the expansion of the existing investments in our country.

Brnabic pointed to the very good bilateral relations and added that in such challenging times, it is of great importance to mark new investments or expand the existing ones, which were discussed at the meeting in the Serbian government.

In the conversation with Prime Minister Brnabic, CEO of Iwis Holding Luciano Mazzer underlined that Serbia has the best business climate in the region and announced a multi-million investment in Kanjiza and the opening of a new production plant at the end of the year.

This investment will enable the opening of new jobs.

Brnabic said that the Serbian government is ready to fully meet the needs of companies from Italy that already operate in our country, as well as of potential investors, and that the Serbian Development Agency and the Serbian Chamber of Commerce are at their disposal in providing the best conditions for doing business in this part of Europe.

Also, the Prime Minister emphasised that all the problems that the companies from Confindustria are facing will be solved along the way, and the Serbian Chamber of Commerce is the address they can turn to.

Representatives of Confindustria Serbia and Confindustria Italy told the Prime Minister that Serbia, regardless of the difficult times, is a reliable partner in providing secure and reliable business conditions, with mutual respect.

The Representative Office of the Confederation of Italian Industry in Serbia was founded in 2012 and today gathers 160 renowned Italian companies that do business in Serbia and is a very important factor in strengthening economic and social ties between the two countries.

Confindustria Serbia is very active in launching and supporting initiatives of economic cooperation and gives operational support to its members in achieving cooperation with Serbian business partners.