Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

IL MINISTRO DELLA DIFESA GUERINI IN VISITA A BELGRADO

Il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, oggi è in visita a Belgrado dove è stato ricevuto dal Presidente della Repubblica Aleksandar Vučić ed ha incontrato il Vice Primo Ministro e Ministro della Difesa Nebojša Stefanović.

COMUNICATO STAMPA DEL MINISTERO DELLA DIFESA ITALIANO

DIFESA – Guerini: “Balcani sono regione di grande rilevanza strategica: il coronamento del percorso europeo dei Paesi dell’area resta ineludibile”

“Adesione dei Balcani all’Europa essenziale per la salvaguardia degli equilibri geopolitici del Sud Europa. L’Italia continuerà a fornire il suo fattivo contributo alla loro stabilità”

Il Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, si è recato oggi prima in Serbia, a Belgrado, dove ha incontrato il Presidente Vucic e il Ministro della Difesa Stefanović, e successivamente in Bosnia-Erzegovina, dove ha svolto incontri istituzionali con i membri della Presidenza tripartita della Repubblica e con il Ministro bosniaco della Difesa Podzić. In parallelo alle visite istituzionali, i saluti ai militari del contingente EUFOR “Althea”, schierato a Sarajevo.

La due giorni aveva avuto inizio ieri con la tappa in Romania, a Costanza, presso la base di Mihail Kogalniceanu dove opera la Task Force Air italiana “Black Storm”.

“I Balcani sono una regione che riveste una grande rilevanza strategica, la stabilità di questa area è fondamentale per la sicurezza dell’Europa stessa. L’adesione dell’intera regione all’Europa è pertanto essenziale per la salvaguardia degli equilibri geopolitici del Sud Europa. Il coronamento del percorso europeo dei Paesi dell’area resta ineludibile e vede il pieno sostegno dell’Italia”. Questo il messaggio del Ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, oggi in visita nei Balcani, prima nella Repubblica di Serbia, successivamente recatosi in Bosnia-Erzegovina.

Nel corso dei bilaterali con il Presidente Vucic e il Ministro della Difesa Stefanović, Guerini ha sottolineato l’eccellente cooperazione in atto, dal punto di vista militare, tra le Forze Armate dei due Paesi, che operano congiuntamente in operazioni UE quali quelle in Somalia e Repubblica Centrafricana, volte al contrasto del terrorismo e della criminalità organizzata nonché al supporto anche addestrativo alle Forze locali.

Guerini ha voluto, poi, ringraziare le autorità per il contributo fornito dai militari della Repubblica di Serbia alla missione UNIFIL, in Libano, ribadendo come “l’Italia attribuisca grande importanza alle operazioni per il mantenimento della pace” e sottolineandoil ruolo svolto dall’operazione KFOR “concepita per assicurare stabilità e dunque prosperità all’intera regione dei Balcani e la cui funzione di garante imparziale è uno dei pilastri fondamentali della sicurezza regionale.” “L’Italia” – ha aggiunto – “nell’autunno di quest’anno ne riacquisirà la guida, dopo aver lasciato inalterate le forze sul campo, anche durante la fase del comando ungherese.”

In riferimento alla crisi in corso, il Ministro – esprimendo apprezzamento per il sostegno della Serbia all’integrità territoriale dell’Ucraina – ha ribadito l’impegno dell’Italia nel “proseguire compiendo ogni sforzo per la realizzazione di un negoziato credibile che porti alla pace”.

Gli incontri di Belgrado si sono quindi conclusi con il rinnovo del sostegno, da parte italiana, al percorso di adesione europea intrapreso dalla Serbia. “Riteniamo che il futuro della Serbia sia in Europa” – ha dichiarato il Ministro Guerini – “su questo potete contare sul supporto italiano.”

La centralità dell’importanza dei Balcani negli equilibri europei è stato un tema trattato dal Ministro anche con le autorità della Bosnia-Erzegovina. Nel Paese, il Ministro Guerini ha incontrato, per un confronto sulla cooperazione bilaterale e sui temi di stringente attualità della politica regionale e internazionale, i componenti della Presidenza tripartita nonché il Ministro della Difesa bosniaco, Sifet Podžić.

Anche a loro Guerini ha ribadito come la sicurezza e la prosperità della regione balcanica siano prioritarie per l’Italia: “come il pluriennale impegno in KFOR anche il contributo, qui, nel quadro della missione ‘Althea’, è stato oggetto di un irrobustimento costante nel corso degli anni. Tramite la missione ‘Althea l’Italia mantiene un contingente di alta specializzazione, per esercitare un’azione di deterrenza nei confronti di possibili minacce. Quest’anno” – ha ricordato il Ministro – “ricorre il 30esimo dell’abbattimento del G-222 della 46ª Aerobrigata dell’Aeronautica Militare, Lyra 34, colpito da due missili terra-aria il 3 settembre 1992, mentre trasportava aiuti umanitari destinati alla popolazione civile. Il sacrificio di quei militari italiani è la testimonianza più solenne dell’impegno e della vicinanza del nostro Paese alla Bosnia-Erzegovina”.

“Un impegno” – ha proseguito il Ministro – “tanto più importante oggi, a fronte di un clima internazionale di preoccupazione e tensione, provocato dall’aggressione russa all’integrità territoriale dell’Ucraina: intervento al di fuori di ogni legalità, che la NATO, l’Europa e la stragrande maggioranza dei membri della comunità internazionale condannano, con varie forme di aiuto al popolo ucraino e alle sue Forze Armate, eroicamente impegnate nella resistenza. Oggi la comunità internazionale è chiamata a una rinnovata opera di distensione: ruolo che può giocare, in special modo, l’Europa.”

“In Europa” – ha concluso Guerini – “riteniamo che si concretizzi il futuro della Bosnia-Erzegovina: un obiettivo che l’Italia è impegnata a sostenere”.

Al termine della giornata, il Ministro si è recato nella Base di “Camp Butmir” (Sarajevo) dove ha incontrato il Generale Anton Wessely, Comandante dell’operazione EUFOR “Althea”, e il Generale Pamela Mc Gaha, Comandante del locale NATO Headquarters. Nel corso dei colloqui i Comandanti hanno illustrato gli impegni delle rispettive missioni. Il Ministro ha quindi incontrato i militari del contingente italiano dell’operazione EUFOR “Althea”, che svolgono il loro servizio a tutela della pace e della sicurezza in Bosnia-Erzegovina. Rivolgendosi a loro, ha sottolineato: “la vostra presenza in questo territorio oltre a rappresentare un decisivo contributo operativo, svolge anche una altrettanto decisiva funzione di rassicurazione per la popolazione”.

INCONTRO DEL MINISTRO DELLA DIFESA GUERINI CON IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA VUCIC

 

Comunicato della Presidenza della Repubblica di Serbia, 29.03.2022

Il Presidente della Repubblica di Serbia Aleksandar Vucic ha incontrato oggi il Ministro della Difesa della Repubblica Italiana Lorenzo Guerini, con il quale ha discusso di un rafforzamento della collaborazione bilaterale, della prospettiva europea della Serbia, nonché dell’attuale crisi internazionale.

Il Presidente Vucic ha espresso la propria soddisfazione per le stabili relazioni d’amicizia e per l’intensa collaborazione in tutti i settori più importanti. Ha ringraziato l’Italia per un continuo e forte sostegno al percorso europeo della Serbia. „L’Italia è il terzo partner commerciale della Serbia. La collaborazione nel settore militare, la dobbiamo e la possiamo alzare ad un livello più alto. Siamo molto soddisfatti della collaborazione con l’Esercito italiano nelle missioni internazionali, e siamo particolarmente grati all’Italia per la tutela dei diritti del popolo serbo e dei luoghi sacri serbi in Kosovo e Metohija“, ha sottolineato il Presidente Vucic. Ha aggiunto che la preservazione della stabilità e della pace nei Balcani sia di massimo interesse per il nostro Paese.„ La Serbia ha negli ultimi tempi una delle crescite economiche più alte e non vogliamo metterla a repentaglio“, ha detto il Presidente Vucic.

Quanto all’attuale crisi internazionale, il Presidente Vucic ha ribadito che la Serbia si impegna per la pace e che sta rispetta il diritto internazionale e l’integrita’ territoriale dell’Ucraina.

Il Ministro della Difesa italiano Lorenzo Guerini ha passato i saluti del Presidente del Consiglio Draghi e dell’intero Governo italiano e ha segnalato come lo scambio commerciale dimostra quanto siano buone le relazioni fra i due Paesi. Il Ministro Guerini ha sottolineato l’ottima collaborazione nelle missioni dell’Unione Europea, ed anche la partecipazione delle unità dell’Esercito serbo nel contingente italiano in Libano, aggiungendo che in ottobre l’Italia assumerà nuovamente il comando della missione KFOR che rappresenta un forte contributo alla stabilità. „Siamo coscienti che l’attuale crisi a livello internazionale comporta rischi per la sicurezza, e che le conseguenze della crisi si sentiranno in tutti i settori, specialmente in quello dell’energia“, ha ribadito il Ministro italiano facendo riferimento all’attuale situazione in Ucraina.

Il Ministro Guerini ha confermato che l’Italia apprezza il ruolo che la Serbia svolge nel garantire la stabilità nella regione e ne sostiene fortemente il percorso europeo, aggiungendo che l’integrazione dei Paesi dei Balcani occidentali è di essenziale importanza sia per il mantenimento della pace, oltre che per lo sviluppo e la crescita economica dell’intera Regione.

Le dua Autorita’ hanno convenuto che lo svolgimento del Quarto Vertice intergovernativo, non appena le circostanze internazionali lo consentiranno, dara’ un ulteriore impulso al rafforzamento delle relazioni e all’approfondimento del partenariato strategico.

 

INCONTRO DEL MINISTRO DELLA DIFESA GUERINI CON IL VICE PRIMO MINISTRO E MINISTRO DELLA DIFESA STEFANOVIC

 

Comunicato del Ministero della Difesa serbo: Il Ministro della Difesa italiano Guerini in visita in Serbia

Il Vice Primo Ministro e Ministro della Difesa, Dr. Nebojsa Stefanovic, ha incontrato oggi nel palazzo del Vecchio Quartiere Generale il Ministro della Difesa della Repubblica Italiana, On. Lorenzo Guerini, in visita ufficiale nella Repubblica di Serbia. Il Ministro Stefanovic ha sottolineato come la cooperazione tra i due Paesi nel settore della difesa sia di altissimo livello e vada di pari passo con le relazioni economiche e generali tra i due Paesi.

Il Ministro Stefanovic Ha ringraziato il Ministro Guerini per la seconda visita nel giro di poco tempo e per le parole di forte sostegno dell’Italia alla Serbia, che si riflettono anche in azioni concrete.

“L’Italia è uno dei Paesi che più fortemente sostiene il percorso europeo della Repubblica di Serbia, non solo a parole, ma anche con gesti pratici e concreti, per cui siamo sinceramente grati. È anche uno dei maggiori investitori nella Repubblica di Serbia, contribuendo alla creazione di nuovi posti di lavoro e ad una vita migliore per i cittadini serbi, cosa molto importante per il nostro Paese” ha affermato il Ministro Stefanovic, sottolineando come la Serbia sostenga anche l’ingresso di tutti i Paesi della Regione nell’Unione europea, ritenendo si tratti del migliore strumento per garantire la prosperità dell’intera regione.

Come ha valutato il Ministro Stefanovic, la cooperazione nel settore di difesa tra i due Paesi è di alto livello e migliora di anno in anno.

“Abbiamo avuto l’opportunità di discuterne nel dicembre 2020 durante la visita del Ministro Guerini in Serbia, ma anche durante la visita del Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Italiano al nostro esercito lo scorso anno. E abbiamo davvero fatto un passo avanti nella nostra cooperazione militare globale. Inoltre, i nostri militari hanno un’ottima collaborazione nelle missioni internazionali e sono tornato di recente dal Libano dove ho visto personalmente che la loro cooperazione nella missione ONU non è solo formale, ma tale che quando si chiede ai militari serbi, loro dicono che là dove partecipano come parte del contingente italiano si sentono davvero i benvenuti. Sono tutti orgogliosi perché anche se gli uni sono soldati serbi e gli altri sono italiani, condividono lo stesso cibo, hanno gli stessi compiti e vivono come fratelli in un Paese la cui situazione di sicurezza è molto complessa” ha affermato il ministro Stefanovic, che ha anche ricordato che i militari serbi partecipano congiuntamente alla missione in Somalia, dove sono impegnati nel contingente medico.

“La nostra partecipazione congiunta a varie missioni in tutto il mondo, in cui proteggiamo il diritto internazionale, la stabilità e la sicurezza di quelle regioni, parla chiaramente a favore dell’impegno della Serbia a preservare la stabilità nella regione. Ho detto al Ministro Guerini che può contare sulla Serbia come partner affidabile in questa parte d’Europa, che con azioni forti continuerà a sostenere la totale stabilità di questa parte del mondo, perché noi vogliamo occuparci del progresso, dell’economia” ha affermato Stefanovic.

Stefanovic ha ringraziato il Ministro Guerini e l’Italia per essere sempre pronti a collaborare su obiettivi e compiti importanti, non solo per la sicurezza dei due Paesi, ma anche per la sicurezza dell’intera Europa.

“Per noi è molto importante il ruolo della KFOR sul territorio del Kosovo e Metohija ed è altrettanto importante il ruolo dei militari italiani della missione KFOR, che sono schierati nella protezione della popolazione serba e dei monasteri serbi. Lo fanno bene e siamo grati a loro per questo. Per questo manteniamo una stretta comunicazione con KFOR, che è l’unica garante della sicurezza della popolazione serba sul territorio della nostra provincia meridionale” ha affermato il Ministro Stefanovic.

Dopo l’incontro odierno, il Ministro Guerini ha ringraziato il Ministro Stefanovic per il cordiale incontro.

“La ringrazio anche per il continuo dialogo che c’è tra i nostri due Paesi, come anche nel settore di nostra competenza. Colgo l’occasione per ringraziare la Serbia della sua partecipazione attiva alle attività dell’ONU e dell’UE, che sono molto importanti e nell’ambito delle quali si è dimostrata l’efficacia della nostra sinergia. Vorrei inoltre ringraziare in ​​modo particolare le forze militari serbe per tutto ciò che stanno facendo nell’ambito dell’UNIFIL in Libano. Apprezziamo molto il loro impegno e il loro lavoro. Lo apprezziamo noi, come lo apprezzano anche altri attori internazionali. Per l’Italia è molto importante la cooperazione mirata ad assicurare la pace. Lo dimostra la nostra azione congiunta in operazioni come UNIFIL, e come KFOR, che sono lì per garantire la stabilità e la cui funzione fondamentale è quella di essere imparziali garanti della sicurezza” ha affermato Guerini.

Il Ministro Guerini ha poi sottolineato che i Balcani sono una regione molto importante per l’Europa in senso strategico.

“Per questo reputo che la qualità e la portata della nostra cooperazione e delle nostre relazioni, che ritengo saranno ulteriormente sviluppate e avranno sicuramente la funzione di avvicinare la Serbia all’Unione Europea, tema sul quale l’Italia si impegna attivamente e che sostiene con convinzione, saranno fattori fondamentali che porteranno al vantaggio reciproco” ha affermato il Ministro Guerini sottolineando l’importanza dell’ingresso nell’UE dei Balcani “importante anche per preservare l’equilibrio geopolitico nell’Europa meridionale”

“E’ per questo che crediamo che il futuro della Serbia sia in Europa e che Belgrado possa certamente contare sul nostro forte sostegno. Viviamo ora in un momento in cui c’è una grande tensione a livello internazionale, a causa della guerra in Ucraina. Per quanto riguarda l’Italia, continueremo a impegnarci perché si possa arrivare ad un processo negoziale credibile. Vorrei ringraziarLa per il sostegno che la Serbia ha dimostrato riguardo alla necessità di preservare l’integrità territoriale dell’Ucraina” ha detto infine il Ministro della Difesa italiano.

All’incontro hanno partecipato anche il Vice Capo di Stato Maggiore dell’Esercito serbo, il Tenente Generale Petar Cetkovic, il Viceministro per la Politica di Difesa Predrag Bandic, il Viceministro per le risorse materiali Dr. Nenad Miloradovic e l’Ambasciatore d’Italia a Belgrado Carlo Lo Cascio.

 

NOTIZIE DELLE AGENZIE:

ITALIA-SERBIA: GUERINI, BELGRADO PUÒ CONTARE SU APPOGGIO UE

(ANSAmed) – BELGRADO, 29 MAR – Il sostegno forte e convinto dell’Italia al percorso di integrazione europea della Serbia è stato sottolineato dal ministro della difesa Lorenzo Guerini, che oggi a Belgrado ha incontrato il collega serbo Nebojsa Stefanovic ed è stato ricevuto dal presidente Aleksandar Vucic. Parlando al termine del colloquio con Stefanovic, Guerini ha detto che “la qualità delle nostre relazioni può migliorare e rafforzarsi ulteriormente con l’avvicinamento della Serbia all’Unione europea, un processo che l’Italia appoggia con convinzione”. “Il futuro della Serbia è in Europa, e Belgrado può contare sul convinto sostegno dell’Italia”, ha aggiunto. La collaborazione nel campo della difesa, ha osservato il ministro, si è rafforzata con l’entrata in vigore dell’accordo bilaterale nel dicembre 2019. Un accordo al quale l’Italia dà grande rilievo poichè esso contribuisce a dare stabilità alla regione balcanica. E un contributo all’intensificazione della collaborazione e delle sinergie, ha detto Guerini, viene oltre che dal costante dialogo fra i due Paesi anche dalla comune partecipazione dei rispettivi contingenti militari a varie missioni di pace e di lotta a terrorismo e criminalità, come in Somalia, Repubblica centroafricana e all’Unifil in Libano, Paese quest’ultimo dove Stefanovic è stato in visita nei giorni scorsi per incontrare i militari serbi in servizio nell’Unifil. Il ministro serbo ha ringraziato l’Italia per il costante appoggio al cammino europeo di Belgrado, sottolineando in particolare l’importante ruolo e contributo del nostro Paese in seno alla Kfor, la Forza Nato in Kosovo, con i militari italiani impegnati tra l’altro a protezione di chiese e monasteri serbo-ortodossi, a cominciare dal prezioso monastero di Visoki Decani. I militari italiani, ha detto Stefanovic, danno un contributo significativo nel mantenimento della pace e della stabilità in Kosovo. Ribadendo l’obiettivo primario dell’integrazione nella Ue unitamente agli altri Paesi della regione, Stefanovic ha sottolineato l’impegno della Serbia nel continuare a garantire stabilità e pace nell’intera regione balcanica. “Ringrazio per la collaborazione e per il sostegno costante alla Serbia. L’Italia è tra i maggiori investitori in Serbia e appoggia il nostro cammino europeo, e ciò contribuisce al progresso del nostro Paese”, ha affermato Stefanovic. Il ministro Guerini, che ieri era stato in visita in Romania al contingente italiano della missione ‘Black Storm’ schierato alla base Nato di Costanza, sul Mar Nero, è stato ricevuto successivamente dal presidente serbo Aleksandar Vucic. Nel pomeriggio proseguirà la sua missione nella regione recandosi a Sarajevo.

Serbia-Italia: Guerini, costante dialogo fra i due Paesi

Belgrado, 29 mar – (Nova) – L’Italia e la Serbia vedono un costante dialogo bilaterale. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa, Lorenzo Guerini, nel corso della visita effettuata oggi a Belgrado. Il ministro ha avuto un incontro con l’omologo della Serbia, Nebojsa Stefanovic, e con il capo dello Stato Aleksandar Vucic. In un punto stampa al termine dell’incontro con Stefanovic, Guerini ha ringraziato l’omologo per il contributo a tale dialogo anche nel settore di competenza dei due ministri. Il ministro ha poi ricordato la presenza attiva della Serbia alle missioni dell’Unione europea. “Sul piano bilaterale le nostre relazioni hanno trovato un solido ancoraggio nell’accordo di cooperazione nel campo della difesa, che e’ entrato in vigore nel dicembre 2019. L’Italia attribuisce un grande rilievo a queste forme di collaborazione a favore della pace, come dimostra il nostro impegno comune in operazioni come Unifil, oppure in Kfor, concepita per assicurare stabilita’ e dunque prosperita’ all’intera regione dei Balcani, e la cui funzione di garante imparziale e’ uno dei pilastri fondamentali della sicurezza regionale”, ha dichiarato Guerini.

NOTIZIE IN SERBO:

https://www.predsednik.rs/pres-centar/saopstenja/sastanak-sa-ministrom-odbrane-republike-italije-30916

https://www.mod.gov.rs/eng/18591/sastanak-predsednika-vucica-sa-ministrom-odbrane-republike-italije-18591

https://www.youtube.com/watch?v=ucJBu5JLGRY

https://www.youtube.com/watch?v=Qgsh9W44w6Q

https://www.youtube.com/watch?v=bvZ653YyAiM

https://www.youtube.com/watch?v=3qKy_NInnd4

http://www.tanjug.rs/full-view.aspx?izb=725268

http://www.tanjug.rs/full-view.aspx?izb=725250

http://www.tanjug.rs/multimedia.aspx?izb=f&&GalID=557306

http://www.tanjug.rs/multimedia.aspx?izb=f&&GalID=557284

https://fonet.rs/politika/36119390/sustinski-znacaj-integracija.html

https://www.rts.rs/page/stories/sr/story/9/politika/4757645/vucic-gverini-saradnja-italija-srbija.html

https://www.rts.rs/page/stories/sr/story/9/politika/4757510/italijan-odbrana-stefanovic-gverini.html

https://rtv.rs/sr_lat/politika/stefanovic-i-gverini-buducnost-srbije-je-u-evropi_1327537.html

https://vojvodinauzivo.rs/stefanovic-i-gverini-buducnost-srbije-je-u-evropi/

https://www.politika.rs/sr/clanak/503371/Vucic-Zahvalni-smo-Italiji-na-podrsci-i-zastiti-Srba-na-KiM

https://www.blic.rs/vesti/politika/vucic-sa-italijanskim-ministrom-odbrane-zahvalni-na-podrsci-i-zastiti-srba-na-kim/l0w69lh

https://www.kurir.rs/vesti/politika/3901817/vucic-razgovarao-s-italijanskim-ministrom-odbrane-zahvalni-smo-italiji-na-zastiti-prava-srpskog-naroda-i-svetinja-na-kim

https://www.b92.net/info/vesti/index.php?yyyy=2022&mm=03&dd=29&nav_category=11&nav_id=2130257

https://www.novosti.rs/vesti/politika/1101454/najnovije-vesti-aleksandar-vucic-lorenco-gverini

https://www.telegraf.rs/vesti/politika/3477564-vucic-se-sastao-sa-ministrom-odbrane-italije

https://informer.rs/vesti/politika/690439/ministar-italije-posetio-srbiju

https://informer.rs/vesti/politika/690252/vucic-sastao-ministrom-odbrane-italije

https://www.euronews.rs/srbija/politika/42732/vucic-zahvalni-italiji-na-podrsci-i-zastiti-srba-na-kim/vest

https://www.ktv.rs/2022/03/29/vucic-sastanak-sa-ministrom-odbrane-republike-italije/

https://www.kosovo-online.com/vesti/politika/stefanovic-vazna-uloga-italijanskih-vojnika-u-kforu-u-zastiti-srpskog-stanovnistva-i

https://www.dnevnik.rs/politika/vucic-zahvalni-italiji-na-podrsci-i-zastiti-srba-na-kim-29-03-2022

https://www.aa.com.tr/ba/politika/susret-vu%C4%8Di%C4%87-gverini-italija-kontinuirano-i-sna%C5%BEno-podr%C5%BEava-evropski-put-srbije/2549364

https://www.alo.rs/vesti/politika/612802/vucic-se-sastao-sa-ministrom-odbrane-italije-foto/vest

https://www.srbijadanas.com/vesti/info/vazan-sastanak-vucic-danas-sa-ministrom-odbrane-italije-2022-03-29

https://www.radiokim.net/vesti/politika/vucic-zahvalni-smo-italiji-na-zastiti-srba-na-kim.html

https://www.aroj.net/2022/03/29/vucic-talks-with-guerini-they-are-grateful-to-italy-for-support-and-protection-of-serbs-in-kosovo-and-metohija/