Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Il Gruppo Calzedonia accelera la ripresa in Serbia

La pandemia da Covid 19 sta richiedendo sforzi importanti alle aziende della moda.

Le fabbriche del Gruppo Calzedonia si sono tempestivamente adeguate alle direttive governative e aziendali per garantire il massimo livello di sicurezza per i suoi oltre 3500 dipendenti nel Paese.

Sono stati fatti importanti investimenti in tecnologia per il rilevamento in tempo reale della temperatura corporea, in procedure e prodotti per la sanificazione degli ambienti e in dispositivi di protezione individuale.

Sono state prodotte internamente più di 40.000 mascherine successivamente distribuite ai dipendenti e donate alle municipalità di Sombor, Kula, Subotica, Kikinda e Backa Topola.

Dopo due settimane di stop nella seconda metà di Marzo, le fabbriche hanno riaperto ad Aprile, seppur a forza ridotta.

Da inizio Maggio, in concomitanza con la riapertura del Paese, turni e capacità produttive sono tornate a livelli pre – emergenza.

Ad enfatizzare la spinta per la ripartenza e la ferma volontà di guardare avanti del Gruppo Calzedonia, sono stati ripristinati i piani di assunzione di personale per completare i progetti di investimento delle fabbriche site in Kula e Kikinda, parallelamente alle iniziative di recruitment sempre attive nei plant principali.

Il numero di dipendenti, durante il periodo di emergenza, è rimasto invariato e si stima una ulteriore crescita che porterà a superare i 4.000 dipendenti.

Il Gruppo italiano, capitanato da Sandro Veronesi, è presente in Serbia dal 2008, anno in cui è stato aperto il training center a Sombor. Pochi mesi di attività e il partenariato con la Serbia e le sue capacità industriali hanno dato evidenti riscontri positivi. Questo ha convinto il management ad espandere la presenza negli ultimi 10 anni fino ad arrivare alla configurazione attuale con 5 stabilimenti produttivi:

Fiorano Sombor (Confezione)

Fiorano Kula (Confezione)

Gordon Subotica (Confezione)

Gordon Kikinda (Confezione)

Flash Apatin (Tessitura e tintoria)

 

Adriano Zoni, direttore