Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Comunicato del Governo serbo sulle misure di contenimento del Covid19

L’Unità di crisi per il contenimento della malattia COVID-19 si è riunita oggi per discutere dell’attuale situazione epidemiologica nella Repubblica di Serbia. Nella riunione odierna sono state adottate nuove misure al fine di prevenire la diffusione del Coronavirus e proteggere la salute dei cittadini.

Vista la diversa situazione epidemiologica in diverse città sul territorio della Repubblica di Serbia, l’Unità di crisi adotterà progressivamente le misure in alcune città, che possono essere intensificate in qualsiasi momento nel caso del loro mancato rispetto o se dovessero risultare scarsamente efficaci.

Da domani, 30 giugno, sul territorio della città di Belgrado, è obbligatorio indossare la mascherina nei mezzi di trasporti pubblici e in tutti gli spazi chiusi, senza eccezioni. Tutti i visitatori e gli ospiti dei centri commerciali, bar, ristoranti, locali notturni, saloni di bellezza, palestre etc., sono obbligati a indossare costantemente la mascherina protettiva durante il loro soggiorno nei suddetti spazi chiusi. È importante ribadire che le mascherine non devono obbligatoriamente essere quelle chirurgiche: sono accettabili tutte le mascherine non chirurgiche e quelle protettive fatte eventualmente dai cittadini stessi.

Per quanto riguarda il resto della Serbia, la principale raccomandazione a tutti i cittadini è quella di indossare la mascherina protettiva in tutti gli spazi chiusi e nei trasporti pubblici, mantenere la distanza sociale, usare disinfettanti e lavarsi regolarmente le mani.

In questo modo, il Governo e l’Unità di crisi invitano tutti i cittadini a rispettare le misure e le raccomandazioni, a comportarsi in modo responsabile e a prendere cura della propria salute e della salute dei propri cari. Il Governo della Repubblica di Serbia e l’Unità di crisi per il contenimento della malattia infettiva COVID-19 continueranno a monitorare lo sviluppo della situazione epidemiologica nella Repubblica di Serbia con la massima attenzione, di giorno in giorno, e informare i cittadini su tutto.

Belgrado, 29 giugno 2020