Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Serbia-Italia: Vucic scrive a Mattarella e Zaia, pronti ad aiutare Venezia

Lettera di condoglianze al Presidente della Repubblica italiana

Il Presidente della Repubblica di Serbia Aleksandar Vučić ha inviato una lettera di condoglianze al Presidente della Repubblica italiana Sergio Mattarella e al Presidente della Regione Veneto Luca Zaia.

“Sono stato profondamente scosso dalle visioni di Venezia allagata, questo simbolo unico della civiltà italiana e mondiale.

In questi momenti difficili la Serbia è al fianco dell’Italia come amica affidabile, pronta a fornire, con un forte sostegno, qualsiasi tipo di assistenza per alleviare le conseguenze del disastro naturale e per rinnovare il prezioso patrimonio culturale. È con grande gratitudine che ricorderemo l’assistenza fornita dall’Italia alla Serbia dopo le alluvioni del 2014.

Permettetemi di esprimere le mie più sincere condoglianze alle vittime della forza devastante della natura, nonché di chiedervi di trasmettere le mie più sentite condoglianze alle famiglie di coloro che sono morti “, si legge nella lettera del presidente Vučić.

Belgrado,
15 novembre 2019

https://www.predsednik.rs/en/press-center/press-releases/letter-of-condolence-to-the-president-of-the-republic-of-italy

Belgrado, 15 nov 12:01 – (Agenzia Nova) – La Serbia è pronta a fornire aiuto all’Italia dopo il maltempo che ha colpito Venezia e la regione del Veneto: lo ha dichiarato il presidente serbo Aleksandar Vucic in una lettera inviata al capo dello Stato Sergio Mattarella e trasmessa anche al presidente della Regione Veneto, Luca Zaia. “Mi hanno profondamente colpito le immagini di Venezia allagata, città simbolo unica della civiltà italiana e mondiale”, ha scritto Vucic. La Serbia, ha ribadito il presidente, è accanto all’Italia in questi momenti difficili e quale amico fidato offre, assieme al suo forte sostegno, qualunque tipo di aiuto per rimuovere le conseguenze della catastrofe naturale e per rinnovarne il patrimonio culturale. La Serbia, ha ancora detto Vucic, ricorderà sempre con profonda gratitudine l’aiuto che l’Italia ha fornito quando si sono verificate le alluvioni nel paese balcanico nel 2014. “Permettetemi di esprimere le più sincere condoglianze per le vittime della devastante forza degli elementi naturali, e vi prego di trasmettere la mia profonda vicinanza alle famiglie delle vittime”, ha dichiarato Vucic nella lettera.