Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

L’Ambasciatore Lo Cascio alla Giornata delle PMI italiane in Serbia 2019

foto news sabac 3  foto news sabac 1 

Dopo le precedenti edizioni a Zrenjanin, Belgrado e Jagodina, si è svolta stamani a Vladimirci e Sabac, nel Distretto di Mačva, la Giornata delle Piccole Medie Imprese italiane 2019, organizzata da Confindustria Serbia. L’Ambasciatore Carlo Lo Cascio vi ha partecipato anche quest’anno, nel significativo anniversario dei 140 anni dallo stabilimento di relazioni diplomatiche e dei 10 anni di partenariato strategico tra Italia e Serbia. Durante la Giornata l’Ambasciatore ha visitato tre aziende (DDOR, Progetti, Vopachel) e ha incontrato i rappresentanti del mondo imprenditoriale italiano in Serbia, dei Ministeri e delle autorità locali di Vladimirci e Sabac oltre che le aziende partner. Inoltre, 90 studenti di tre Istituti di Sabac, la Scuola superiore di Economia “Stana Milanović”, l’Istituto Tecnico Chimico e Tessile, l’Istituto Tecnico Šabac, hanno partecipato attivamente alla Giornata andando a visitare anche gli stabilimenti Pasubio e Selettra.

Lanciata nel 2010, la Giornata delle Pmi ha significativamente contribuito a livello italiano e internazionale alla promozione dell’imprenditorialità attraverso visite organizzate presso gli impianti produttivi, con il sostegno dei ministeri competenti e le istituzioni regionali e locali. In Serbia, dal 2016, in collaborazione con Confindustria Serbia, l’iniziativa si è trasformata in un progetto della durata di un anno, “l’anno delle porte aperte dell’industria italiana”, con lo scopo finale di promuovere una collaborazione sistematica ed a lungo termine tra gli istituti tecnici e le università da un lato e le aziende italiane dall’altro, per dare supporto alle aziende che avevano individuato un mancato allineamento tra i programmi scolastici e le necessità reali delle imprese.

“Le PMI sono il motore dell’economia italiana e rappresentano un modello che si adatta perfettamente alla realtà serba. La forza delle PMI sta nella loro capacità di arricchire e rafforzare il territorio nel quale operano”. Cosi’ si e’ espresso l’Ambasciatore Lo Cascio nel corso della visita agli stabilimenti italiani.

A Sabac 10 aziende italiane

Novosti – L’Associazione degli industriali italiani “Confindustria Serbia” ha organizzato una visita di 100 studenti serbi alle aziende italiane a Sabac e a Vladimirovci celebrando così la Giornata di porta aperta dell’economia italiana e la Giornata nazionale delle piccole e medie imprese. L’Ambasciatore d’Italia Carlo Lo Cascio ha sottolineato che l’interesse delle aziende italiane che vogliono investire in Serbia è ancora grande e che attualmente soltanto a Sabac sono attive più di dieci imprese italiane. Lui, tra l’altro, ha ribadito che l’Italia è il secondo partner commerciale della Serbia. Gli studenti di tre scuole d’avviamento hanno avuto l’opportunità di trascorrere un’intera giornata con manager e imprenditori italiani. I giovani hanno anche avuto l’opportunità di sentire le lezioni sull’importanza del lavoro di squadra, ma anche di conoscere le ultime tecnologie di produzione.

L’Ambasciatore d’Italia ha visitato l’azienda “Vopachel” nella zona industriale di Sabac, “Colonia” di 12 aziende italiane

Danas – L’Ambasciatore d’Italia Carlo Lo Cascio ha visitato l’azienda Italia “Vopachel” che opera nella zona industriale di Sabac. L’Ambasciatore ha parlato con i dirigenti della fabbrica e con i rappresentanti della Città di Sabac ribadendo che in Serbia operano circa 600 aziende italiane.
– Ci sono sempre più investitori italiani che vogliono investire in Serbia. Noi siamo il secondo partner della Serbia e abbiamo un’ottima esportazione. Vogliamo offrire i nostri esperti, le tecnologie, l’esperienza, le competenze, per rendere possibile la crescita e lo sviluppo comune delle aziende serbe e italiane, ha dichiarato l’Ambasciatore Lo Cascio. Il Vice Sindaco di Sabac, Dusan Kostadinovic, ha ribadito che la Città di Sabac è un partner affidabile a tutte le aziende che operano sul suo territorio.
– Lo conferma anche il fatto che nella nostra città operano 12 aziende italiane. Queste società sono qui su consiglio degli altri, non aspettandosi grandi sovvenzioni dello Stato, ha detto Kostadinovic.
La visita si è svolta in occasione della Giornata nazionale delle piccole e medie imprese e della giornata di porta aperta dell’economia italiana organizzate da Confindustria Serbia (rappresentanza della Confederazione dell’industria italiana in Serbia). In occasione anche gli studenti della Scuola tecnica hanno visitato le aziende italiane a Sabac e hanno potuto vedere come funzionano. Di tutte le aziende straniere a Sabac, quelle italiane sono le più numerose e sono venute qui su consiglio. Visto il clima affari nella zona industriale Nord-Ovest, la più grande in Serbia, c’è un grande interesse per le nuove società. Nel corso di quest’anno, 15 nuove aziende hanno aperto nuovi stabilimenti e negli ultimi quattro anni è stato dato impiego a cinque mila persone.