Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Colloquio telefonico tra il Ministro dell’Interno Salvini e il suo omologo serbo Stefanovic

Stefanovic e Salvini hanno parlato dello sviluppo della cooperazione soprattutto nel settore della lotta alle immigrazioni illegali

Il Vice Primo Ministro della Repubblica di Serbia e Ministro degli Interni Nebojsa Stefanovic ha detto oggi, in un colloquio telefonico con il Vice Presidente del Governo italiano e Ministro dell’Interno Matteo Salvini, che la polizia è serba pronta a promuovere la cooperazione con le controparti italiane, in particolare nel settore dell’immigrazione clandestina.

Stefanovic ha valutato che solo attività congiunte e coordinate in questo settore – con particolare attenzione alla lotta al traffico degli esseri umani, al contrabbando delle persone e falsificazione dei documenti – possono produrre risultati in questa lotta.

Egli ha sottolineato che la Repubblica di Serbia è pronta – già adesso – ad essere parte di una risposta comune e coesa alla crisi migratoria europea e, nella sua soluzione, la collaborazione con l’Italia è considerata tra le priorità.

Nella conversazione telefonica tra i due ministri è stata esaminata anche l’assistenza della polizia italiana nel potenziamento delle capacità della polizia serba, in particolare nel promuovere le attività della polizia di frontiera in conformità con le norme UE.

Il Ministro Salvini ha ricordato che l’Italia da anni e’ gravata dall’aumento del flusso di migranti dal Nord Africa e che per questo motivo i competenti servizi italiani sono fortemente impegnati a risolvere questo problema.

Come il Ministro Salvini ha sottolineato, l’Italia è pronta a migliorare la qualità della cooperazione con tutti i partner rilevanti in questa lotta e in particolare con la Serbia poiché è un paese di transito nella cosiddetta “rotta balcanica”.

Con l’occasione, il Ministro Stefanovic ha rivolto a Salvini l’invito a visitare la Serbia, invito che il Ministro italiano ha accettato.

(fonte Ministero degli Affari Interni della Serbia )

Italia-Serbia: Viminale, telefonata cordiale tra Salvini e omologo di Belgrado
Belgrado Roma, 04 lug – (Nova) – Telefonata cordiale, informa il Viminale, tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e l’omologo serbo Nebojsa Stefanovic. Al centro del colloquio i rapporti tra Roma e Belgrado e la cooperazione per frenare gli arrivi di immigrati clandestini lungo la rotta balcanica. Salvini ha ringraziato il collega per l’impegno e la collaborazione anche in una prospettiva di rafforzamento, confermando il sostegno per “una rapida adesione serba all’Unione europea”. Salvini si e’ impegnato a effettuare quanto prima una visita ufficiale in Serbia, “per incontrare un governo e un popolo amico”.

 

Migranti: Salvini sente Stefanovic, controlli su rotta balcanica
(
AGI) – Roma, 4 lug. – Telefonata “cordiale” tra il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, e l’omologo serbo, Neboja Stefanovic. Sono fonti del Viminale a riferirlo, spiegando che al centro del colloquio ci sono stati “i rapporti tra Roma e Belgrado e la cooperazione per frenare gli arrivi di immigrati clandestini lungo la rotta balcanica”. Salvini ha ringraziato il collega per l’impegno e la collaborazione anche in una prospettiva di rafforzamento, confermando il sostegno per “una rapida adesione serba all’Unione europea”. Il vicepremier e ministro dell’Interno si e’ impegnato a effettuare quanto prima una visita ufficiale in Serbia, “per incontrare un governo e un popolo amico”.


MIGRANTI: ‘CORDIALE’ TELEFONATA TRA SALVINI E SUO COLLEGA SERBO
Roma, 4 lug. (AdnKronos) – Telefonata “cordiale” tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e l’omologo serbo Nebojša Stefanović. Al centro del colloquio, riferisce il Viminale, i rapporti tra Roma e Belgrado e la cooperazione per frenare gli arrivi di immigrati clandestini lungo la rotta balcanica. Salvini ha ringraziato il collega per l’impegno e la collaborazione anche in una prospettiva di rafforzamento, confermando il sostegno per ”una rapida adesione serba all’Unione europea”. Salvini si è impegnato a effettuare quanto prima una visita ufficiale in Serbia, ”per incontrare un governo e un popolo amico”.


Migranti: “cordiale telefonata” tra Salvini e collega serbo

(ANSA) – ROMA, 4 LUG – “Telefonata cordiale”, riferisce il Viminale, tra il ministro dell’Interno Matteo Salvini e l’omologo serbo Nebojša Stefanović. Al centro del colloquio “i rapporti tra Roma e Belgrado e la cooperazione per frenare gli arrivi di immigrati clandestini lungo la rotta balcanica”. Salvini ha ringraziato il collega per l’impegno e la collaborazione anche in una prospettiva di rafforzamento, confermando il sostegno per “una rapida adesione serba all’Unione europea”. Salvini si è impegnato a effettuare quanto prima una visita ufficiale in Serbia, “per incontrare un governo e un popolo amico”.
Salvini si è impegnato a effettuare quanto prima una visita ufficiale in Serbia, “per incontrare un governo e un popolo amico”.