Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

L’Ambasciatore Lo Cascio ha incontrato oggi la Ministro per l’Integrazione Europea Joksimovic

2018 11 15 lo cascio e j joksimovic news

L’Ambasciatore Carlo Lo Cascio ha incontrato oggi la Ministro per l’Integrazione Europea Jadranka Joksimovic. Durante l’incontro si è parlato del processo di adesione della Serbia all’Unione europea e delle riforme che dello stato del progresso delle riforme nel Paese. L’Ambasciatore ha espresso alla Ministro la ferma volontà da parte italiana di continuare a sostenere Belgrado in questo percorso.

SERBIA: AMB. LO CASCIO, ITALIA APPOGGIA INTEGRAZIONE UE

(ANSAmed) – BELGRADO, 15 NOV – L’Italia continuera’ a sostenere l’integrazione europea della Serbia, insieme a una politica credibile di allargamento della Ue. Lo ha detto l’ambasciatore Carlo Lo Cascio in un colloquio oggi a Belgrado con il ministro per l’integrazione europea Jadranka Joksimovic. Per l’ambasciatore, come ha riferito il ministero serbo in un comunicato, il successo e i risultati delle riforme, che ritiene saranno ancora piu’ intense, confermano la prospettiva europea della Serbia, che ha dimostrato di essere un importante fattore di stabilita’ nella regione e in Europa, e al tempo stesso un partner importante e affidabile dell’Unione europea. Temi del colloquio, oltre alla problematica europea, sono stati i rapporti bilaterali fra Italia e Serbia, le riforme e la situazione nella regione balcanica. Ringraziando l’Italia per il costante appoggio al cammino europeo della Serbia, Joksimovic ha sottolineato la ferma determinazione di Belgrado a proseguire nel corso di riforme, in particolare nel campo della giustizia, della lotta a criminalita’ e corruzione, dei diritti delle minoranze e della liberta’ dei media. Il ministro ha espresso la speranza che i Paesi membri della Ue riconoscano i progressi fatti registrare dalla Serbia e appoggino l’apertura entro l’anno di nuovi capitoli nel negoziato di adesione all’Unione. Sul Kosovo, Joksimovic ha affermato che la Serbia desidera una soluzione sostenibile del problema, osservando tuttavia che Pristina, con azioni unilaterali, mina il dialogo, andando contro gli sforzi diretti a garantire la stabilita’. Pace, stabilita’ e sviluppo della regione sono chiari interessi della Serbia, ha affermato il ministro Joksimovic.

J. Joksimovic e C. Lo Cascio: l’Italia riconosce i progressi nell’ambito delle riforme da parte della Serbia
Il Ministro per l’integrazione europea Jadranka Joksimovic ha avuto un incontro con l’Ambasciatore italiano Carlo Lo Cascio durante il quale hanno discusso delle relazioni bilaterali tra i due Paesi, dell’integrazione europea della Serbia, delle riforme in corso di attuazione richieste dal processo di adesione, della situazione nella regione e di altre questioni.

Jadranka Joksimovic ha ringraziato per il sostegno e l’assistenza che l’Italia fornisce alla Serbia riguardo al processo di adesione all’UE. Ha riferito all’Ambasciatore i progetti e le attività previste dalla Serbia per la continuazione del processo di integrazione europea. Ha sottolineato che la Serbia è chiaramente impegnata ad attuare le riforme che, attraverso l’applicazione di norme democratiche, valori e il rafforzamento delle istituzioni europee, sono volte a creare uno Stato moderno per il quale gli interessi dei cittadini rappresentano una priorità.

Il Ministro per l’integrazione europea, in particolare, ha sottolineato l’importanza delle riforme intraprese nell’ambito dei capitoli 23 e 24 relativi alla magistratura, alla lotta contro la criminalità e la corruzione, ai diritti delle minoranze e alla libertà dei media. Ha espresso la speranza che il progresso in questi ambiti venga riconosciuto dagli Stati membri e che questi diano il loro supporto all’apertura di nuovi capitoli entro la fine di dicembre, alla scadenza della Presidenza austriaca del Consiglio Europeo.

Jadranka Joksimovic ha sottolineato che la Serbia è impegnata nella definizione di una soluzione duratura per il Kosovo. Ha avvertito, tuttavia, che Pristina, con l’introduzione di numerose azioni unilaterali, mette a repentaglio il Dialogo, in senso contrario sia agli sforzi fatti per preservare e promuovere la stabilità, sia agli accordi economici regionali. La pace, la stabilità e lo sviluppo della regione sono sicuramente interessi della Serbia, ha sottolineato il Ministro, aggiungendo che questi rimangono al centro della sua attenzione. Ha sottolineato di aspettarsi che anche altri nella regione accettino questi valori come orientamento politico prioritario.

L’Italia continuerà a sostenere l’integrazione europea della Serbia e una politica credibile di allargamento dell’UE, ha affermato l’Ambasciatore Lo Cascio. L’Ambasciatore ha sottolineato che il successo e risultati delle riforme – che ritiene saranno ancora più intensi- confermano la prospettiva europea della Serbia, che si è dimostrata essere un importante fattore di stabilità nella regione e in Europa, così come un partner importante e affidabile dell’UE.

Gli interlocutori hanno convenuto che i due Paesi hanno buone relazioni bilaterali e che l’Italia è un importante partner economico e politico della Serbia.

(fonte Ministero per l’Integrazione Europea della Serbia http://www.mei.gov.rs/srl/vesti/1536/189/335/detaljnije/j-joksimovic-i-lo-kaso-italija-prepoznaje-napredak-srbije-u-reformama/  )