Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

1° Giornata della Ricerca Italiana nel Mondo – 16 aprile 2018

2018 04 16 biblioteca nazionale giornata ricerca 02 news  2018 04 16 biblioteca nazionale giornata ricerca 04 news

Giornata Ricerca Italiana:a Belgrado mostra storica su Fermi

(ANSAmed) – BELGRADO, 16 APR – In occasione della Giornata della Ricerca italiana nel mondo, a Belgrado su iniziativa dell’Ambasciata d’Italia e’ stata inaugurata oggi la mostra storica ‘L’eredita’ di Fermi’. La rassegna – promossa congiuntamente dal ministero degli esteri e cooperazione internazionale e dal ministero dell’istruzione, universita’ e ricerca, e allestita nella sede della Biblioteca nazionale – intende illustrare il grande contributo che la ricerca italiana, e in particolare il cosiddetto Gruppo di via Panisperna, ha fornito nel campo della fisica atomica e delle particelle.

Intervenendo alla cerimonia di inaugurazione, l’ambasciatore d’Italia in Serbia Carlo Lo Cascio ha osservato come la data di tale iniziativa non sia casuale. “Il 15 aprile di 566 anni fa nasceva infatti Leonardo da Vinci, il cui genio rappresenta un magnifico e immortale esempio di scienza e cultura italiana”, ha detto l’ambasciatore, ricordando come ‘l’eredita’ nel titolo della mostra si riferisca a quella del grande ricercatore e intellettuale Edoardo Amaldi, di cui quest’anno ricorre il 100/mo anniversario della nascita. Lo Cascio si e’ detto certo che “l’esperienza e i risultati della ricerca italiana possano ispirare gli studi e la collaborazione tra le comunita’ scientifiche in tutta Europa e rafforzare ulteriormente gli eccellenti rapporti di scambio tra Italia e Serbia”.

 

1 res  2 res 
 3 res  4 res


Diplomazia italiana: Serbia, inaugurata mostra dedicata a Fermi in occasione di Giornata ricerca italiana nel mondo

Belgrado, 17 apr – (Agenzia Nova) – E’ stata inaugurata ieri la mostra storica “L’eredità di Fermi” presso la Biblioteca nazionale a Belgrado. La mostra è stata aperta in occasione della Giornata della ricerca italiana nel mondo che ha visto ieri eventi di presentazione e promozione della ricerca scientifica e tecnologica italiana in più di cento città nel mondo, e che è stata istituita dal ministero dell’ Istruzione, università e ricerca, di concerto con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione Internazionale. “L’eredità di Fermi” illustra il grande contributo che la ricerca italiana, ed in particolare il cosiddetto Gruppo di via Panisperna, ha saputo fornire nel campo della fisica atomica e delle particelle. Alla cerimonia di apertura è intervenuto l’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Carlo Lo Cascio, che ha ricordato come la data dell’iniziativa non sia frutto di una scelta casuale ma cada nella ricorrenza della nascita di Leonardo Da Vinci, il cui genio rappresenta un magnifico e immortale esempio di scienza e cultura italiana.

“La storia che la mostra ci vuole raccontare è però più vicina ai nostri tempi, ed è quella di un incredibile gruppo di giovani scienziati che a Roma nella metà degli anni ’20 del Novecento riuscirono a dare uno straordinario contributo tecnico e scientifico alla nostra conoscenza della fisica delle particelle, ancora oggi applicato a numerosissimi settori della vita di tutti i giorni”, ha detto Lo Cascio ricordando come inoltre “l’eredità” del titolo della mostra si riferisca a quella del grande ricercatore ed intellettuale Edoardo Amaldi, di cui quest’anno ricorre il 100mo anniversario della nascita, che nell’immediato dopoguerra svolse un ruolo predominante per la realizzazione di un centro internazionale per la ricerca nucleare che si concretizzò nel 1954 nell’istituzione del Cern a Ginevra.

“Sono certo, come dimostra la presenza in questa sala di numerosi professori e ricercatori, che i risultati e l’esperienza della ricerca italiana possano ispirare gli studi e la collaborazione tra le comunità scientifiche in tutta Europa e rafforzare ulteriormente gli eccellenti rapporti di scambio fra Italia e Serbia”, ha concluso Lo Cascio. La mostra resterà aperta al pubblico dal 17 al 30 aprile. Sempre nella giornata di ieri presso la sede di Eu info centar, il prof. Pable Cirrone (Laboratori nazionali del Sud – Istituto nazionale di fisica nucleare) ha tenuto la conferenza Why particle Physics matters che ha evidenziato come proprio dalle ricerche del gruppo di Fermi siano scaturite numerosissime applicazioni con cui quotidianamente ciascuno di noi viene ad incontrarsi. 

Diplomazia italiana: Serbia, mostra dedicata a Fermi per prima Giornata ricerca italiana nel mondo
Belgrado, 16 apr – (Agenzia Nova) – Il ministero dell’ Istruzione, università e ricerca, di concerto con il ministero degli Affari esteri e della cooperazione Internazionale, ha recentemente istituito la Giornata della ricerca italiana nel mondo che vede oggi eventi di presentazione e promozione della ricerca scientifica e tecnologica italiana in più di cento città nel mondo. In tale occasione, l’ambasciata d’Italia a Belgrado ha organizzato la mostra storica L’eredità di Fermi che sarà inaugurata presso la Biblioteca nazionale oggi alle ore 18:00. La mostra, che vuole illustrare il grande contributo che la ricerca italiana, ed in particolare il cosiddetto Gruppo di via Panisperna, ha saputo fornire nel campo della fisica atomica e delle particelle, sarà aperta al pubblico dal 17 al 30 aprile 2018. Inoltre, sempre oggi alle ore 12:00 presso Eu info centar, il prof. Pable Cirrone (Laboratori nazionali del Sud – Istituto nazionale di fisica nucleare) terrà la conferenza Why particle Physics matters che evidenzierà come proprio dalle ricerche del gruppo di Fermi siano scaturite numerosissime applicazioni con cui quotidianamente ciascuno di noi viene ad incontrarsi.

 

quotidiano POLITIKA
L’Eredità di Fermi

La mostra “L’eredità di Fermi” dedicata allo scienziato italiano Enrico Fermi sarà aperta nell’atrio della Biblioteca Nazionale della Serbia entro la fine del mese. Più di settanta fotografie e documenti parlano degli inizi della fisica nucleare in Italia. Il Ministero dell’ Istruzione, Università e Ricerca ha istituito quest’anno il 15 aprile, la data di nascita di Leonardo Da Vinci, per la Giornata della ricerca italiana, che si celebra per la prima volta. A numerosi visitatori è stato dato il benvenuto dal dr Dragan Puresic, vice direttore della Biblioteca Nazionale della Serbia, dalla prof Ivanka Popovic, prorettore dell’Università a Belgrado e presidente dell’Associazione dei scienziati italo-serbi. Una piacevole sorpresa è stata fatta dal nuovo Ambasciatore d’Italia in Serbia Carlo Lo Cascio che si è presentato per la prima volta e ha iniziato il suo mandato nel nostro paese. La mostra è composta da alcune sezioni – il laboratorio di Frascati e l’elletrosincrotone, Radiazioni cosmiche, Istituto nazionale per la radioattività..

Serbian Monitor – Celebrata a Belgrado la Giornata della Ricerca italiana nel mondoCelebrata a Belgrado la Giornata della Ricerca italiana nel mondo

Comunicato dell’Ambasciata

Il Ministero dell’ Istruzione, Università e Ricerca, di concerto con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha recentemente istituito la Giornata della Ricerca italiana nel mondo che vedrà eventi di presentazione e promozione della ricerca scientifica e tecnologica italiana in più di cento città nel mondo.

In tale occasione, l’Ambasciata d’Italia a Belgrado ha organizzato la mostra storica L’eredità di Fermi che sarà inaugurata presso la Biblioteca nazionale il giorno 16 aprile alle ore 18:00 alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia Carlo Lo Cascio.

La mostra, che vuole illustrare il grande contributo che la ricerca italiana, ed in particolare il cosiddetto Gruppo di via Panisperna, ha saputo fornire nel campo della fisica atomica e delle particelle, sarà aperta al pubblico dal 17 al 30 aprile 2018.

Inoltre, il giorno 16 alle ore 12:00 presso EU info centar, il prof. Pable Cirrone (Laboratori Nazionali del Sud – Istituto Nazionale di Fisica Nucleare) terrà la conferenza Why particle Physics matters che evidenzierà come proprio dalle ricerche del gruppo di Fermi siano scaturite numerosissime applicazioni con cui quotidianamente ciascuno di noi viene ad incontrarsi.

 prima giornata ricerca brochure a5.prima pagina