Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

L’Ambasciatore Manzo in visita agli studenti della sezione italo-serba del III Liceo di Belgrado per gli auguri di Natale

III Liceo di Belgrado  III Liceo di Belgrado 

Diplomazia italiana: Serbia, ambasciatore Manzo visita studenti III Liceo Belgrado per auguri Natale

Belgrado, 13 dic 16:34 – (Agenzia Nova) – L’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, ha visitato oggi l’istituto superiore III Liceo di Belgrado dove ha incontrato gli studenti e i docenti della sezione bilingue italo-serba per il tradizionale scambio di auguri natalizi e di fine d’anno, insieme al preside della scuola, Milenko Macura, alla rappresentante del ministero dell’Istruzione serbo, Tanja Jovanovic, e al direttore dell’Istituto italiano di cultura, Davide Scalmani. Durante la premiazione per le migliori composizioni in italiano realizzate dagli allievi l’ambasciatore Manzo ha sottolineato “la crescente diffusione della lingua e della cultura italiana in Serbia, dove sono circa 35 mila gli studenti che seguono corso di lingua italiana nelle scuole pubbliche e private e circa 840 gli iscritti dei due dipartimenti di Italianistica nelle Università di Belgrado e Kragujevac”. Nel corso dell’incontro i ragazzi e le ragazze del III Liceo hanno recitato una scena in lingua italiana tratta dall'”Apocalisse rimandata” di Dario Fo sul tema della scarsità delle risorse energetiche e hanno eseguito brani musicali della tradizione classica e popolare italiana.

Avviata nel 2004, la sezione italo-serba presso il III Liceo di Belgrado è una realtà scolastica di eccellenza nel panorama dell’insegnamento della lingua italiana in Serbia che è stata istituzionalizzata con il memorandum d’intesa sottoscritto dal ministro degli Esteri Angelino Alfano in occasione della sua visita a Belgrado nel marzo scorso. Le quattro classi che compongono la sezione italo-serba ogni anno sono frequentate da circa 80 alunni che svolgono in italiano il 40 per cento delle lezioni anche in discipline quali storia, fisica, storia dell’arte, logica, filosofia e sociologia e latino, oltre naturalmente alla lingua e letteratura italiana insegnata da un docente di ruolo madrelingua nominato dal Ministero degli Esteri italiano. La scuola svolge numerose attività congiunte con istituti scolastici in Italia, dove i ragazzi serbi si sono recati anche nel corso dell’ultimo anno scolastico per uno scambio con l’Istituto Alberghiero “De Gennaro” di Vico Equense.

Italia-Serbia: amb.Manzo in visita a studenti di italiano
Scambio di auguri a sezione bilingue Terzo Liceo di Belgrado

(ANSAmed) – BELGRADO, 13 DIC – L’Ambasciatore d’Italia in Serbia, Giuseppe Manzo, ha visitato oggi la scuola “III Liceo” di Belgrado, dove ha incontrato gli studenti e i docenti della sezione bilingue italo-serba per il tradizionale scambio di auguri natalizi e di fine d’anno, insieme al preside della scuola, Milenko Macura, alla rappresentante del Ministero dell’Istruzione serbo, Tanja Jovanovic, e al Direttore dell’Istituto italiano di Cultura Davide Scalmani.

Durante la premiazione per le migliori composizioni in italiano realizzate dagli allievi, l’Ambasciatore Manzo ha sottolineato “la crescente diffusione della lingua e della cultura italiana in Serbia, dove sono circa 35.000 gli studenti che seguono corso di lingua italiana nelle scuole pubbliche e private e circa 840 gli iscritti dei due Dipartimenti di Italianistica nelle Università di Belgrado e Kraguievac”. Nel corso dell’incontro i ragazzi e le ragazze del “III Liceo” hanno recitato una scena in lingua italiana tratta dall'”Apocalisse rimandata” di Dario Fo sul tema della scarsità delle risorse energetiche, e hanno eseguito brani musicali della tradizione classica e popolare italiana.

Avviata nel 2004, la sezione italo-serba presso il III Liceo di Belgrado è una realtà scolastica di eccellenza nel panorama dell’insegnamento della lingua italiana in Serbia che e’ stata istituzionalizzata con il Memorandum d’Intesa sottoscritto dal Ministro degli Esteri Angelino Alfano in occasione della sua visita a Belgrado nel marzo scorso. Le quattro classi che compongono la sezione italo-serba ogni anno sono frequentate da circa 80 alunni che svolgono in italiano il 40 per cento delle lezioni anche in discipline quali storia, fisica, storia dell’arte, logica, filosofia e sociologia e latino, oltre naturalmente alla lingua e letteratura italiana insegnata da un docente di ruolo madrelingua nominato dal Ministero degli Esteri italiano. La scuola svolge numerose attività congiunte con istituti scolastici in Italia, dove i ragazzi serbi si sono recati anche nel corso dell’ultimo anno scolastico per uno scambio con l’Istituto Alberghiero “De Gennaro” di Vico Equense.

Notizie correlate:

SERBIAN MONITOR