Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Balcani: Manzo, Italia per un’Europa unificata e allargamento

 

2017 05 30 pks manzo su processo di berlino 01  2017 05 30 pks manzo su processo di berlino 02

Balcani: Manzo,Italia per un’Europa unificata e allargamento

Ambasciatore Belgrado a tavola rotonda su vertice Trieste

(ANSAmed) – BELGRADO, 31 MAG – L’Italia sostiene fortemente una Europa unificata e il processo di allargamento, un progetto strategico molto importante che garantisce pace e progresso. Lo ha detto l’ambasciatore d’Italia in Serbia Giuseppe Manzo, intervenuto a Belgrado a una tavola rotonda organizzata in vista del vertice dei Balcani occidentali in programma il 12 luglio a Trieste sotto la presidenza italiana del cosidetto ‘Processo di Berlino’.

Tale summit, ha osservato Manzo, sara’ l’occasione per favorire un clima di fiducia, anche perche’ nella regione vi sono nuovi leader che al vertice muoveranno i primi passi.

L’ambasciatore ha sottolineato l’importanza che alla riunione di Trieste avra’ il varo di progetti infrastrutturali in campo energetico e dei trasporti, mentre un Forum economico sara’ dedicato alle piccole e medie imprese – spina dorsale del sistema economico nella regione. E’ in programma inoltre, ha aggiunto Manzo, un seminario sulla lotta alla corruzione.

Serbia: tavola rotonda a Belgrado su agenda Vertice di Trieste sui Balcani occidentali

Belgrado, 31 mag 17:06 – (Agenzia Nova) – Si è tenuta presso la sede della Camera di commercio della Serbia una tavola rotonda dedicata all’agenda del Vertice di Trieste sui Balcani occidentali. Secondo quanto riporta una nota della Camera di commercio, nel corso dell’evento è stato ribadito che il Vertice del 12 luglio a Trieste sarà un passo in avanti nel rafforzamento della cooperazione regionale. Hanno partecipato ieri alla discussione tenuta nella sede di Belgrado il presidente della Camera di commercio della Serbia, Marko Cadez, il ministro serbo degli Esteri, Ivica Dacic, l’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, l’ambasciatore tedesco Axel Dittmann, oltre che i rappresentanti di aziende e associazioni imprenditoriali. “Come il ministro degli Esteri Alfano ha spiegato ai suoi colleghi dell’area nell’incontro a Villa Madama la scorsa settimana – ha detto Manzo -, Trieste sostiene la prospettiva europea dei Balcani occidentali in Europa e intende rilanciarla con un’agenda fatta di temi vicini ai cittadini di questa regione, ma anche a quelli dei paesi che sono già membri dell’Unione europea: crescita, piccole e medie imprese, sicurezza e legalità, giovani, collegamenti infrastrutturali sono priorità comuni”.

L’ambasciatore italiano ha ribadito il forte sostegno dell’Italia ad un’Europa unita e al processo di allargamento, osservando che si tratta di un importante progetto strategico che assicura la pace e il progresso. Manzo ha inoltre detto che a Trieste sara’ annunciata l’approvazione di progetti infrastrutturali riguardanti i settori dell’energia e dei trasporti, sottolineando a questo proposito l’importanza prioritaria del progetto della cosiddetta “Autostrada della pace”. Il Business forum che si terra’ a Trieste, ha aggiunto Manzo, sara’ dedicato alle piccole e medie imprese, vera e propria spina dorsale della regione. Parlando del Segretariato delle Camere di commercio dei Balcani occidentali, Manzo ha detto che l’Italia sostiene l’integrazione economica. Il ministro serbo degli Esteri, Ivica Dacic, ha confermato la sua presenza alla cerimonia di inaugurazione del Segretariato delle Camere di commercio dei Balcani occidentali, che sara’ ospitato a Trieste. L’inaugurazione si svolgera’ a margine del Vertice del 12 luglio.

Nel corso dell’intervento di ieri alla tavola rotonda, Dacic ha inoltre dichiarato che il potenziale economico della regione non viene del tutto utilizzato, e le economie dei vari paesi non sono sufficientemente integrate nel mercato globale. Dacic ha detto che il prossimo Vertice nel quadro del Processo di Berlino dovrebbe portare dei progressi nel rafforzamento della cooperazione regionale nel settore dei trasporti nell’area dei Balcani occidentali e con i collegamenti verso l’Unione europea. Tale processo, ha detto ancora Dacic, e’ per la Serbia un incentivo che porta a compiere dei progressi nelle questioni di interesse comune per i paesi dei Balcani occidentali.


notizie media serbi:

http://www.blic.rs/vesti/politika/ditman-i-manco-o-samitu-lidera-zapadnog-balkana-u-trstu/pc04vcf
http://pks.rs/Vesti.aspx?IDVestiDogadjaji=22864
http://www.tanjug.rs/full-view.aspx?izb=334154