Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Ministro Orlando incontra omologa Kuburovic per firma trattati cooperazione giudiziaria

firma accordi in materia di estradizione e giustizia   firma accordi in materia di estradizione e giustizia 

 

Serbia-Italia: ministro Giustizia Orlando a Belgrado incontra omologo serbo e firma due accordi bilaterali

Belgrado, 09 feb – (Nova) – Il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, ha incontrato oggi a Belgrado l’omologo della Serbia, Nela Kuburovic. I due ministri hanno sottoscritto, in una cerimonia tenuta presso la sede del governo serbo, due accordi bilaterali fra Serbia e Italia in capo giudiziario. Il primo documento e’ un accordo bilaterale in materia di estradizione, mentre il secondo e’ un accordo bilaterale in materia di cooperazione giudiziaria penale. I documenti si inseriscono nel quadro piu’ generale regolato dalle Convenzioni europee di estradizione e di assistenza giudiziaria in materia penale.

“La firma dei due accordi e’ per noi di grande importa nza”, ha dichiarato il ministro Orlando in una conferenza stampa successiva alla firma. “La Serbia – ha proseguito – e’ per noi un partner importante nel contrasto alla criminalita’ sovranazionale. Il nostro quadro di riferimento era definito da trattati vecchi di quasi un secolo, e dunque oggi diamo alle nostre magistrature inquirenti la possibilita’ di intervenire con strumenti di indagine incisivi e adeguati”.

Le maggiori sfide della criminalita’ organizzata, ha osservato Orlando, hanno assunto ormai una dimensione sovranazionale, come nel caso del terrorismo e del traffico di esseri umani nel contesto dei flussi migratori, ma anche nel caso dei crimini commessi attraverso la rete informatica. La partnership con il governo serbo, ha infine detto Orlando, e’ collegata anche al percorso di integrazione europea che Belgrado sta compiendo. “Riteniamo quindi che oltre all’obiettiva funzionalita’ ci sia anche valenza politica che e’ giusto sottolineare in questi accordi”, ha concluso Orlando.

Il ministro serbo della Giusizia, Nela Kuburovic, ha osservato che con la firma degli accordi “prosegue la cooperazione positiva e mostra ancora una volta i rapporti di amicizia che legano i due paesi”. Il ministro ha poi ringraziato il ministero italiano per il sostegno fornito a Belgrado nel suo percorso europeo, in particolare nelle materie proprie del capitolo 23 sulla giustizia e nella lotta alla corruzione e al crimine organizzato.

firma accordi in materia di estradizione e giustizia

Serbia-italia: ministro Giustizia Orlando, sostegno a percorso Ue anche in ottica stabilita’ regionale
Belgrado, 09 feb – (Nova) – L’Italia sostiene e ha sempre sostenuto l’opportunita’ e l’esigenza dell’adesione della Serbia all’Unione europea anche in un’ottica di stabilizzazione dell’area dei Balcani. Lo ha dichiarato il ministro della Giustizia, Andrea Orlando, in un’intervista concessa alla stampa italiana a Belgrado in occasione della visita compiuta oggi nella capitale serba. L’Italia, ha aggiunto Orlando, ha sempre sostenuto il rafforzamento della cooperazione in settori cruciali come la lotta all’immigrazione clandestina e alla criminalita’ transfrontaliera. “A luglio a Trieste, in occasione della conferenza sui Balcani, ci sara’ occasione di fare il punto su questa attivita’ di cooperazione”, ha ancora osservato.

Il ministro ha firmato oggi a Belgrado con l’omologo serbo Nela Kuburovic due accordi bilaterali fra Serbia e Italia in capo giudiziario. Il primo documento e’ un accordo bilaterale in materia di estradizione, mentre il secondo e’ un accordo bilaterale in materia di cooperazione giudiziaria penale. “Queste firme – ha detto Orlando – si inseriscono in questo contesto e quindi assumono una rilevanza anche da questo punto di vista”. La cooperazione bilaterale in campo giudiziario, ha ancora osservato Orlando, pur in assenza di trattati specifici ha sempre avuto degli standard molto alti e si e’ rivelata molto efficace in diverse circostanze. 

Riguardo alla regione dei Balcani, ha precisato Orlando, il ministero ha siglato accordi con l’ex Repubblica jugoslava di Macedonia (Fyrom) e con la Bosnia Erzegovina, ed e’ in corso un’intensa attivita’ di cooperazione con l’Albania gia’ oggetto di due visite del ministro. “L’area dei Balcani e’ molto importante per la nostra politica di cooperazione giudiziaria – ha ribadito il ministro – anche tenendo conto del fatto che nei Balcani transitano rotte fondamentali per la criminalita’ organizzata. La capacita’ da parte dei paesi dei Balcani di contrastare questi fenomeni e’ dunque profondamente legata ad una strategia di sicurezza del nostro paese”. Per il futuro e per una ancora piu’ approfondita cooperazione con la regione, secondo Orlando, c’e’ innanzitutto bisogno di un moltiplicarsi di contatti e momenti comuni come quello odierno a Belgrado. 

Tornando al contesto Ue, invece, “la posizione dell’Italia e’ una posizione per il momento minoritaria, perche’ l’Italia pensa che ci sia l’esigenza della costituzione di una procura europea che sia dotata di adeguati strumenti e che in prospettiva sia in grado di contrastare la criminalita’ transnazionale e il terrorismo. Questo tipo di progetto – ha proseguito il ministro – trova al momento dei significativi ostacoli nelle resistenze di molti stati che vedono questo come uno strumento di ingerenza all’interno degli ordinamenti nazionali. Noi pero’ continuiamo a pensare che si debba insistere su questa linea, anche perche’ si tratta di uno strumento che trova origine nel Trattato di Lisbona, e quindi va considerato come un elemento essenziale dell’architettura istituzionale europea”.

firma accordi in materia di estradizione e giustizia  firma accordi in materia di estradizione e giustizia 

Italia-Serbia: ministro Orlando a Belgrado, firmati accordi Rafforzata collaborazione giudiziaria. Appoggio cammino Ue

(ANSAmed) – BELGRADO, 9 FEB – Il ministro della giustizia Andrea Orlando, in visita oggi a Belgrado, ha firmato con la sua omologa serba Nela Kuburovic due accordi bilaterali destinati a rafforzare la collaborazione fra Italia e Serbia in campo giudiziario. Uno degli accordi e’ in materia di estradizione, l’altro riguarda la cooperazione giudiziaria negli affari penali.

Parlando ai giornalisti dopo la firma dei due documenti, avvenuta nella sede del governo serbo, il ministro Orlando ha sottolineato l’importanza che la Serbia ha per l’Italia nella lotta comune alla criminalita’ organizzata, alla corruzione, al terrorismo, all’immigrazione clandestina e al traffico di esseri umani. “Il governo serbo ha lavorato tanto con noi per la definizione degli accordi, e la loro firma e’ il risultato della stretta collaborazione tra i nostri due governi”, ha detto Orlando per il quale la Serbia fa in questo modo ulteriori passi avanti sulla strada verso l’integrazione nella Ue. “Il nostro quadro di riferimento era definito da Trattati ormai vecchi – ha aggiunto il ministro. Ora diamo alle due magistrature strumenti piu’ incisivi e adeguati alle situazione che viviamo”.

Orlando ha rilevato l’importante “valenza politica” degli accordi odierni che – ha osservato – facilita il cammino europeo della Serbia. “L’Italia ha sempre sostenuto la Serbia e le sue aspirazioni europee”, ha aggiunto Orlando che ha fatto riferimento al piu’ ampio processo di integrazione europea di tutta l’area dei Balcani occidentali.
“La firma degli accordi odierni si inquadra in questo contesto” e il punto della situazione verra’ fatto nel prossimo vertice dei Balcani occidentali in programma il 12 luglio a Trieste. La collaborazione con i Balcani, ha ancora detto Orlando, e’ di grande importanza anche sulla tematica migratoria e nel contrasto al terrorismo, considerando l’attivita’ di proselitismo in atto di continuo nelle popolazioni musulmane. E a questo riguardo il ministro ha ricordato la posizione dell’Italia a favore di u na Procura europea dotata di adeguati strumenti in particolare nella lotta al terrorismo, una posizione che e’ tuttavia “minoritaria” nella Ue per l’opposizione di diversi Paesi. Nel pomeriggio, prima di ripartire per l’Italia, il ministro Orlando, accompagnato dalla collega serba Kuburovic, ha visitato l’aula intitolata al giudice Giovanni Falcone presso il Tribunale speciale di Belgrado competente per la lotta a corruzione e criminalita’.
— 

firma accordi in materia di estradizione e giustizia  firma accordi in materia di estradizione e giustizia 

 

Italia-Serbia:Orlando incontra omologa Kuborovic per cooperazione

(AGI) – Roma, 9 feb. – Il Ministro della giustizia Andrea Orlando incontrera’ oggi a Belgrado la sua omologa serba Nela Kuburovic per la firma di due accordi di cooperazione in materia di assistenza giudiziaria ed estradizione. I due accordi hanno lo scopo di rendere piu’ fluida la cooperazione giudiziaria in campo penale fra i due paesi e piu’ efficace il contrasto alla criminalita’ organizzata, al terrorismo e al traffico di esseri umani.

L’Italia sostiene da tempo il percorso di integrazione della Serbia e dei Balcani nell’Unione Europea, in particolare attraverso attivita’ di cooperazione e formazione per il rafforzamento dello stato di diritto, della governance e della lotta alla criminalita’ e alla corruzione. L’incontro avra’ a oggetto anche uno scambio di idee sulla cooperazione giudiziaria civile, di particolare interesse, essendo l’Italia il primo partner commerciale della Serbia e fornira’ l’opportunita’ di affrontare il tema del vertice dei Balcani occidentali che si terra’ a Trieste, sotto presidenza italiana, il prossimo 12 luglio.

Il Guardasigilli visitera’ anche l’Aula intitolata a Giovanni Falcone presso il Tribunale Speciale di Belgrado, unica aula di giustizia in Serbia intitolata a magistrati stranieri, testimonianza dell’intensa cooperazione italo-serba sui temi della legalita’.

Italia-Serbia: Orlando incontra Kuburovic per firma trattati cooperazione giudiziaria

(ilVelino/AGV NEWS) Roma, 09 FEB – Il Ministro della giustizia Andrea Orlando incontrera’ oggi a Belgrado la sua omologa serba Nela Kuburovic per la firma di due accordi di cooperazione in materia di assistenza giudiziaria ed estradizione. I due accordi hanno lo scopo di rendere piu’ fluida la cooperazione giudiziaria in campo penale fra i due paesi e piu’ efficace il contrasto alla criminalita’ organizzata, al terrorismo e al traffico di esseri umani. L’Italia sostiene da tempo il percorso di integrazione della Serbia e dei Balcani nell’Unione Europea, in particolare attraverso attivita’ di cooperazione e formazione per il rafforzamento dello stato di diritto, della governance e della lotta alla criminalita’ e alla corruzione. L’incontro avra’ a oggetto anche uno scambio di idee sulla cooperazion e giudiziaria civile, di particolare interesse, essendo l’Italia il primo partner commerciale della Serbia e fornira’ l’opportunita’ di affrontare il tema del vertice dei Balcani occidentali che si terra’ a Trieste, sotto presidenza italiana, il prossimo 12 luglio. Il guardasigilli visitera’ anche l’Aula intitolata a Giovanni Falcone presso il Tribunale Speciale di Belgrado, unica aula di giustizia in Serbia intitolata a magistrati stranieri, testimonianza dell’intensa cooperazione italo-serba sui temi della legalita’.

ITALIA-SERBIA. ORLANDO INCONTRA OMOLOGA KUBUROVIC PER FIRMA TRATTATI
(DIRE) Roma, 9 feb. – Il Ministro della giustizia Andrea Orlando incontrera’ oggi a Belgrado la sua omologa serba Nela Kuburovic per la firma di due accordi di cooperazione in materia di assistenza giudiziaria ed estradizione.

I due accordi hanno lo scopo di rendere piu’ fluida la cooperazione giudiziaria in campo penale fra i due paesi e piu’ efficace il contrasto alla criminalita’ organizzata, al terrorismo e al traffico di esseri umani.

L’Italia sostiene da tempo il percorso di integrazione della Serbia e dei Balcani nell’Unione Europea, in particolare attraverso attivita’ di cooperazione e formazione per il rafforzamento dello stato di diritto, della governance e della lotta alla criminalita’ e alla corruzione.u’ L’incontro avra’ a oggetto anche uno scambio di idee sulla cooperazione giudiziaria civile, di particolare interesse, essendo l’Italia il primo partner commerciale della Serbia e fornira’ l’opportunita’ di affrontare il tema del vertice dei Balcani occidentali che si terra’ a Trieste, sotto presidenza italiana, il prossimo 12 luglio.

Il guardasigilli visitera’ anche l’Aula intitolata a Giovanni Falcone presso il Tribunale Speciale di Belgrado, unica aula di giustizia in Serbia intitolata a magistrati stranieri, testimonianza dell’intensa cooperazione italo-serba sui temi della legalita’.

Giustizia: Italia-Serbia, Orlando incontra omologa Kuburovic Per firma di due accordi di cooperazione

(ANSA) – ROMA, 9 FEB – Il Ministro della giustizia Andrea Orlando incontrera’ oggi a Belgrado la sua omologa serba Nela Kuburovic per la firma di due accordi di cooperazione in materia di assistenza giudiziaria ed estradizione.

I due accordi – riferisce un comunicato – hanno lo scopo di rendere piu’ fluida la cooperazione giudiziaria in campo penale fra i due paesi e piu’ efficace il contrasto alla criminalita’ organizzata, al terrorismo e al traffico di esseri umani.

L’Italia sostiene da tempo il percorso di integrazione della Serbia e dei Balcani nell’Unione Europea, in particolare attraverso attivita’ di cooperazione e formazione per il rafforzamento dello stato di diritto, della governance e della lotta alla criminalita’ e alla corruzione.

L’incontro avra’ a oggetto anche uno scambio di idee sulla cooperazione giudiziaria civile, di particolare interesse, essendo l’Italia il primo partner commerciale della Serbia e fornira’ l’opportunita’ di affrontare il tema del vertice dei Balcani occidentali che si terra’ a Trieste, sotto presidenza italiana, il prossimo 12 luglio.

Il Guardasigilli visitera’ anche l’Aula intitolata a Giovanni Falcone presso il Tribunale Speciale di Belgrado, unica aula di giustizia in Serbia intitolata a magistrati stranieri, testimonianza dell’intensa cooperazione italo-serba sui temi della legalita’.

Sutanovac con Orlando sull’UE

2017 02 09 Sutanovac e Orlando per news

Il presidente del DS Dragan Sutanovac ha incontrato il ministro della Giustizia italiano Andrea Orlando con il quale ha discusso della prospettiva europea e delle sfide lungo il percorso europeo, è stato comunicato ieri da parte del DS.

Nel comunicato si legge che Orlando è uno dei fondatori del PD in Italia, che sta insieme con il DS nel Partito del Socialismo Europeo.