Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Linea di credito

Linea di Credito a supporto delle PMI Serbe attraverso il sistema bancario nazionale ed a sostegno dello sviluppo locale – Fondo rotativo

Con lo scopo di contribuire alla crescita economica della Serbia, attraverso l’incremento delle relazioni commerciali con i Paesi dell’UE e il miglioramento dei servizi di base erogati dalle Aziende Municipalizzate Locali serbe, il Governo Italiano ha avviato due Programmi a supporto delle PMI Serbe e a sostegno dello sviluppo locale attraverso l’offerta di crediti a condizioni particolarmente vantaggiose.

Con il programma Prima Linea di Credito, il Governo Italiano ha messo a disposizione 33,25 milioni di Euro di crediti alle PMI serbe, erogati con condizioni particolarmente favorevoli. Dopo il successo della Prima LdC, è stato avviato il Programma Seconda Linea di Credito, con il quale sono stati messi a disposizione ulteriori 30 milioni di Euro, non solo alle micro imprese e PMI, ma anche alle aziende municipalizzate serbe.

Questo Programma si è proposto di favorire la crescita del settore privato sostenendo le PMI con un più facile accesso ai finanziamenti, ma anche di sostenere il miglioramento dei servizi di base offerti dalle aziende municipalizzate.

A settembre 2016 è venuta a scadere la prima tranche della Seconda Linea di Credito, e al momento è operativo il fondo rotativo della Prima Linea di Credito, che è sempre a disposizione delle micro imprese, imprenditori e piccole medie imprese registrate in Serbia.

Le condizioni generali per l’accesso ai prestiti del Fondo rotativo della Prima LdC sono invariate, rispetto alla Seconda Linea di Credito. Questi fondi sono però disponibili solo per le micro, piccole e medie imprese, con un periodo massimo di ripagamento di 6 anni, visto che il Programma stesso chiuderà nel 2022.

Termini e condizioni del prestito:

– Valuta del prestito – Euro

– Tasso di interesse effettivo – massimo 4,35% (tutto compreso) per annum

– Periodo di rimborso – fino a 6 anni, in 12 rate semestrali (o entro il 2022)

– Periodo di grazia – fino a 2 anni

– Importo del prestito alle micro imprese e imprenditori – da €. 5.000,00 a €. 1.000.000,00

– Importo del prestito alle PMI – da €. 50.000,00 a €. 1.000.000,00

Agevolazioni:

1. Almeno 70% del prestito devono essere utilizzati per finanziare l’acquisto di beni e servizi di origine italiana, come ad esempio attrezzature, tecnologia, assistenza tecnica, manutenzione, licenze industriali;

2. L’importo rimanente potrà essere utilizzato, fino ad un massimo del 30%, per coprire spese locali o manodopera, in funzione della tipologia di progetti di investimento. Le spese locali possono derivare da contratti stipulati con fornitori italiani o collegati a contratti con fornitori o società di costruzione serbe.

3. È consentito anche l’acquisto delle attrezzature e/o apparecchiature di seconda mano, così come l’acquisto dai distributori regionali.

4. Tutte le attrezzature/apparecchiature acquistate con i fondi di questa linea di credito, sono esenti di IVA. La richiesta per l’esenzione da IVA viene presentata all’Ufficio delle entrate presso il Comune in cui opera l’azienda, oppure al Settore di controllo dell’Ufficio delle entrate in via Save Maskovica 3-5 a Belgrado, no. Tel. 011/3950 530.

Restrizioni:

Il Credito di Aiuto non può essere utilizzato per finanziare:

1. Tasse locali, tasse di importazione, IVA;

2. Commercio intermediario, leasing, compagnie assicurative e imprese finanziarie;

3. Investimenti in attività di svago, gioco d’azzardo, beni immobili residenziali;

4. Investimenti in armamenti e nell’industria delle munizioni, del tabacco e prodotti del tabacco, della produzione di superalcolici e prodotti proibiti per l’importazione o l’esportazione dai relativi Paesi, in conformità con accordi o trattati internazionali.

I prestiti dal fondo rotativo sono a disposizione attraverso 4 banche intermediarie:

1. Banca Intesa,

2. Halkbank (ex Cacanska banka),

3. Komercijalna banka e

4. Unicredit Bank Srbija.

Per ulteriori informazioni, aziende interessate si possono rivolgere all’Ambasciata d’Italia a Belgrado:

– Ufficio per progetti di sviluppo: belgrado.8837@gmail.com e belgrado.cooperazione@esteri.it, no. tel. 011/3066-174 e

Ufficio economico: economico.belgrado@esteri.it, no. tel. 011/3066 100