Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Difesa: colloquio fra ministri Pinotti e Djordjevic a Roma

2016 10 18 Incontro Ministri Djordjevic e Pinotti, foto Ministero Difesa serbo

Difesa: incontro ministri Serbia e Italia in occasione riunione a Roma di capi dicasteri Europa sud orientale

Belgrado, 18 ott – (Nova) – Il ministro della Difesa, Roberta Pinotti, e l’omologo della Serbia, Zoran Djordjevic, sono stati oggi a colloquio a Roma, in occasione della riunione del Processo dei ministri della Difesa dell’Europa sud orientale (Sedm). Lo riferisce una nota del ministero della Difesa serbo, secondo cui Djordjevic ha dichiarato che la Serbia tiene in alta considerazione il sostegno fornito dall’Italia nel percorso europeo di Belgrado. Il ministro ha inoltre sottolineato l’importanza di un partenariato strategico fra i due paesi. Sempre secondo la nota di Belgrado, Djordjevic ha trasmesso i ringraziamenti agli appartenenti del contingente italiano della Kfor, la missione Nato in Kosovo, per l’impegno professionale e il contributo alla sicurezza in Kosovo. I due ministri hanno ribadito la prontezza ad affrontare con sforzi comuni ed impegno le numerose sfide presenti nella regione e a livello internazionale.

Djordjevic e Pinotti hanno inoltre discusso della situazione della sicurezza nei Balcani occidentali e nel Mediterraneo e della sfida del terrorismo. Particolare accento e’ stato posto sull’esame dell’attuale crisi migratoria che richiede un approccio complessivo di tutti gli attori internazionali nell’individuazione di una soluzione ottimale. Entrambe le parti, prosegue ancora il comunicato, hanno constatato che l’intensa cooperazione nel campo della difesa segue la tendenza delle relazioni bilaterali complessive fra i due paesi, come pure hanno constatato che esiste spazio per un ulteriore avanzamento. Coronamento di tale collaborazione, secondo quanto precisa ancora la nota di Belgrado, e’ la partecipazione congiunta alle operazioni multinazionali, ed in particolare l’impegno nella missione delle Nazioni Unite in Libano.

Il ministro Pinotti, secondo la nota del ministero serbo, ha espresso soddisfazione per il fatto che la cooperazione nel campo della difesa e’ sviluppata in modo significativo, in particolare nei settori militare, dell’istruzione militare e della medicina militare. Esiste ancora spazio, ha aggiunto Pinotti, per un ampliamento qualitativo e quantitativo di tale cooperazione.

In tal senso e’ stata menzionata la possibilita’ di momenti comuni di formazione ed esercitazione, come pure di scambio fra gli appartenenti delle rispettive forze armate nei diversi stadi di istruzione e formazione, sulla base della reciprocita’. (Seb)

Italia-Serbia: difesa, colloquio ministri Pinotti-Djordjevic
Belgrado ringrazia per appoggio integrazione Ue

(ANSAmed) – BELGRADO, 18 OTT – Belgrado e’ grata all’Italia per l’appoggio che il nostro Paese assicura al processo di integrazione europea della Serbia, e ritiene di grande importanza la partnership strategica che lega i due Paesi. Lo ha detto il ministro della difesa serbo Zoran Djordjevic in un incontro con la collega italiana Roberta Pinotti oggi a Roma, dove ha preso parte alla conferenza dei ministri della difesa dei Paesi del sudest Europa. Come ha riferito in un comunicato il ministero della difesa serbo, Djordjevic ha ringraziato il ministro Pinotti per il contributo che i militari italiani del contingente Kfor danno in termini di professionalita’ e di impegno a garanzia della sicurezza in Kosovo. Nel colloquio, aggiu nge il comunicato, i due ministri hanno parlato dei problemi legati alla situazione nei Balcani occidentali e nel Mediterraneo e alla lotta al terrorismo. Particolare attenzione e’ stata riservata alla crisi dei migranti che richiede un approccio complessivo e globale da parte di tutti gli attori internazionali al fine di trovare una soluzione ottimale. Nella intensa collaborazione bilaterale in fatto difesa, e’ stato sottolineato, vi e’ ancora spazio per una ulteriore espansione.

Di particolare significato e’ la partecipazione congiunta in operazioni multinazionali di pace, in particolare l’impegno comune nella missione Onu in Libano. Il ministro Pinotti si e’ riferita alla possibilita’ di addestramento e esercitazioni congiunte, e allo scambio di contingenti dei rispettivi eserciti. (ANSAmed)