Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Italian Film Fashion Festival a Belgrado

 

ITALIAN FILM FESTIVAL IN BELGRADE
“Italian Film Fashion Festival VII edition”

16-25 SEPTEMBER 2016

 

Italian Film Festival in Belgrade

 

Cinema: Italia e Serbia per rafforzare co-produzioni
Gabriella Carlucci a Belgrado. ‘Nuovi strumenti legislativi’
(ANSA) – BELGRADO, 22 SET – L’Italia intende rafforzare la collaborazione con la Serbia nel campo della co-produzione e distribuzione cinematografica. I due Paesi, gia’ legati da un notevole interscambio economico e commerciale, hanno grandi possibilita’ di allargare i rapporti anche in campo culturale, in particolare in quello del cinema, che ha nell’Italia storicamente una delle potenze mondiali in assoluto.
A sostenerlo con forza e convinzione e’ stata, oggi a Belgrado, Gabriella Carlucci, responsabile artistico del Festival del cinema italiano in corso nella capitale serba su iniziativa dell’Associazione culturale Excellence, in collaborazione con l’Istituto italiano di cultura di Belgrado, il ministero italiano dei beni culturali e la Jugoslovenska Kinoteka. Il Festival si divide in due parti, una dedicata ai capolavori e ai grandi registi del cinema italiano (16-21 settembre), l’altra ai film italiani contemporanei (22-25).

“Conosco bene la Serbia che e’ un partner molto importante dell’Italia. Ma gli scambi non possono limitarsi al commercio, vanno estesi anche alla cultura, nella quale abbiamo tanti tratti in comune”, ha detto la Carlucci in una affollata conferenza stampa nella sede dell’ nell’Ambasciata d’Italia. E’ necessario, ha osservato, far conoscere al pubblico serbo anche il nostro cinema comtemporaneo, ed e’ importante che fra i due Paesi si rafforzi la collaborazione a livello di produzione e distribuzione. Per questo, nell’ambito del Festival – ha detto Gabriella Carlucci – domani nei locali dell’Istituto italiano di cultura di Belgrado si terra’ una sessione di incontri e contatti fra rappresentanti del mondo cinematografico italiano e serbo. Da parte italiana e’ prevista la presenza fra gli altri di esponenti di Mibact, Anica, Rai Cinema. “L’Italia – ha aggiunto – si e’ dotata di nuovi strumenti legislativi per favorire questo genere di scambi. Non solo leggi statali ma anche locali a sostegno di co-produzioni e distribuzioni”. E ha citato a tale riguardo la legge della Regione Lazio che ha messo a disposizione fondi consistenti per finanziare le co-produzioni, non solo con Paesi Ue ma anche con altri non ancora nell’Unione, come e’ il caso della Serbia. Gabriella Carlucci ha sottolienato al tempo stesso l’importanza di un bando internazionale per giovani talenti (18-25 anni) nei campi di regia e scenografia, un concorso al quale possono partecipare giovani dei Paesi Ue e di qu elli candidati, come la Serbia. “Si tratta di un fatto inedito poiche’ il bando, destinato ai giovani europei e che scade a meta’ novembre, e’ nato su iniziativa di un singolo Paese, l’Italia. Lo faremo conoscere anche ai giovani talenti serbi”, ha detto la Carlucci.

All’importanza di “mettere insieme impresa e cultura” si e’ riferito l’ambasciatore d’Italia a Belgrado Giuseppe Manzo presente con Gabriella Carlucci e il responsabile della Jugoslovenska Kinoteak all’incontro con la stampa. “E’ fondamentale trovare nuove forme di collaborazione tra i nostri due Paesi, e in questo campo vogliamo unire l’aspetto culturale del cinema con quello dell’impresa cinematografica”.  

 

Italian Film Festival - press conference  Italian Film Festival - press conference 
Italian Film Festival - press conference  Italian Film Festival - press conference 

 

————-

Serbia-Italia: Festival cinema italiano, da domani sezione film contemporanei a Belgrado

Belgrado, 22 set 16:46 – (Agenzia Nova) – Apre domani la sezione dedicata ai film contemporanei nell’ambito del Festival del cinema italiano che si tiene a Belgrado. Il Festival è iniziato venerdì scorso e si concluderà il 25 settembre, e vede nella seconda sezione la proiezione di film quali “Vertical Conquests” di Rosa Chiara Scaglione, “Montedoro” di Antonello Faretta, “Ritorno alla Vita” di Ilaria Borrelli, “Processo a Mata Hari” di Rossana Patrizia Siclari, “Ultima fermata” di Giambattista Assanti, “Prigioniero della mia libertà” di Rosario Errico, “Un Mondo Nuovo” di Alberto Negrin e “The Missing Papers” di Renzo Martinelli. Quest’ultimo regista sarà presente alla proiezione ed incontrerà il pubblico di Belgrado. Oltre alla proiezione dei film presso la sede della Cineteca jugoslava è prevista una sessione dedicata all’impresa cinematografica, che si svolgerà domani preso l’Istituto italiano di cultura a Belgrado, e che prevede degli incontri fra i professionisti del settore interessati alla produzione e alla distribuzione.

Gli incontri conteranno la presenza dei rappresentanti della Film commission italiana, di Anica, Rai Cinema, oltre che del ministero italiano dei Beni e delle attività culturali e del turismo (Mibact) ed esperti del settore della produzione e coproduzione italiana e serba. In una conferenza stampa tenuta oggi presso la residenza dell’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, erano presenti gli organizzatori dell’evento, l’Associazione culturale Excellence che ha collaborato con l’Istituto italiano di cultura a Belgrado, la Cineteca jugoslava (Jugoslovenska kinoteka) e il ministero italiano dei Beni e delle attività culturali e del turismo. L’ambasciatore Manzo ha sottolineato come il festival rappresenti un’iniziativa che contiene in sé due importanti elementi di novità.

“Insieme – ha detto Manzo – mettiamo dei capolavori della storia del cinema italiano con l’ultima stagione. Uniamo inoltre – ha proseguito – l’aspetto culturale e quello economico dell’industria cinematografica, importantissima per l’Italia”.

La presidente di Excellence, Gabriella Carlucci, ha dichiarato nella conferenza stampa odierna che la decisione di portare il festival anche a Belgrado giunge innanzitutto dalla constatazione della vicinanza fra i due paesi. “La Serbia – ha detto la Carlucci – da anni vede nell’Italia uno dei principali partner commerciali. Questo scambio non può limitarsi al commercio e all’industria, ma deve coinvolgere anche lo scambio delle culture, in particolare in una fase in cui la Serbia sta percorrendo il suo cammino per entrare in Europa”. L’Italia, ha sottolineato la Carlucci, è un posto favorevole per le produzioni e coproduzioni, con leggi sia statali che locali che vanno in questa direzione. “Domani – ha osservato – verrà presentata la legge della Regione Lazio che con 20 milioni di euro finanzia le coproduzioni anche con altri paesi, non necessariamente membri Ue”.

Verrà infine presentato, sempre nell’incontro di domani, un bando internazionale per giovani talenti nei campi della sceneggiatura e della regia, dove possono partecipare giovani dai 18 ai 25 anni e che scadrà a metà novembre. “Possono partecipare anche paesi che stanno facendo ancora il loro percorso di adesione, e dunque anche i giovani serbi possono partecipare”, ha osservato la Carlucci. Con i due vincitori verrà realizzato un film grazie a fondi pari a 25 mila euro per la produzione e la postproduzione offerti dalla Regione Lazio, e 10 mila euro forniti dalla Spagna, altro paese che insieme all’Italia capofila partecipa al progetto. “Questo bando – ha infine spiegato la Carlucci – è unico nel suo genere perché gli altri vengono finanziati attraverso l’Unione europea, mentre questo viene finanziato da un paese, l’Italia, a cui si è unita la Spagna. Speriamo – ha concluso – che si possa unire anche la Serbia, che sia interessata alla distribuzione e che dunque il film possa essere distribuito in Italia, in Spagna e in Serbia”.

——————————————–
SERBIAN MONITOR: Festival del Cinema Italiano a Belgrado: nuovo slancio alla cooperazione con la Serbia

———————————————–

Cinema: Italia-Serbia,a Belgrado seminario su collaborazione
Focus esperti su prospettive co-produzioni e distribuzione

(ANSA) – BELGRADO, 23 SET – La collaborazione fra Italia e Serbia in campo cinematografico e le prospettive di rafforzamento degli scambi nei campi della co-produzione e distribuzione sono state al centro di un seminario svoltosi oggi all’Istituto italiano di cultura a Belgrado. L’evento si e’ tenuto nell’ambito del Festival del cinema italiano in corso nella capitale serba su iniziativa dell’Associazione culturale Excellence, in collaborazione con l’Istituto italiano di cultura diretto da Davide Scalmani, il ministero italiano dei beni culturali e la Jugoslovenska Kinoteka di Belgrado. Ad animare il seminario e’ stata Gabriella Carlucci, responsabile art istico del Festival, che ha moderato la discussione e gli interventi di esperti dei due Paesi nei campi della produzione e distribuzione cinematografica. Sono intervenuti fra gli altri rappresentanti del ministero italiano dei beni culturali (Mibact), Rai Cinema, Anica, Film Commission Italia. Il Festival del cinema italiano, cominciato il 16 settembre e che si chiudera’ domenica 25, e’ articolato in due sezioni – una dedicata a capolavori e alla storia del cinema italiano (con film di Rossellini, De Sica, Bertolucci, Fellini, Visconti, Antonioni, Pasolini, Salvatores, Benigni), l’altra al cinema italiano contemporaneo, con opere di Assanti, Errico, Scaglione, Faretta, Borrelli, Siclari, Ludovichi, Martinelli, Negrin.

——————————
Associazione Culturale Excellence presents the Italian Film Festival in Belgrade, in collaboration with the Italian Cultural Institute in Belgrade, Jugoslovenska Kinoteka and the Italian Ministry of Cultural Heritage and Activities and Tourism (MIBACT). From the 16th to the 25th of September 2016 the Festival is entirely dedicated to Italian cinema. The Festival comes to Serbia for the first time, and it is the Seventh edition of the acclaimed Italian Fashion Film Festival which has been organized by Excellence in Italy during the last decade.

The Festival has been launched on Friday September 16 at 8:30 pm with the concert on The Great Music Of Italian Cinema wonderfully rendered by the world known artists Mauro Maur and Françoise de Clossey that took place at Jugoslovenska Kinoteka, Uzun Mirkova 1, in Belgrade. It has been a wonderful opportunity to listen to the music of Morricone, Rota and other great Italian composers, played by a duo of outstanding virtuosos who have brought emotions and art to soundtrack and cinema lovers all over the world. We had a full house and enthusiastic encores.

The first part of the Festival, A history of Italian cinema, has started on September 17 with a selection of Italian masterpieces of the seventh art. Every day at the Kinoteka in Uzun Mirkova, movies of the most important masters of Italian cinema have been screened, among which Roberto Rossellini, Vittorio De Sica, Bernardo Bertolucci, Luchino Visconti, Federico Fellini, Pier Paolo Pasolini, Michelangelo Antonioni, Gabriele Salvatores and Roberto Benigni.

From the 22nd to the 25th of September at Jugoslovenska Kinoteka the core section of the Festival dedicated to Italian contemporary movies will take place. We will present new movies, among them “Vertical Conquests” by Rosa Chiara Scaglione, “Montedoro” by Antonello Faretta, “Ritorno alla Vita” by Ilaria Borrelli, “Processo a Mata Hari” by Rossana Patrizia Siclari, “In fondo al bosco” by Stefano Lodovichi, “Ultima fermata” by Giambattista Assanti, “Prigioniero della mia libertà” by Rosario Errico, “Un Mondo Nuovo” by Alberto Negrin and “The Missing Papers” by Renzo Martinelli who will be present at the screening and will meet the Belgradian audience.

In addition to the screenings, the Italian Cultural Institute in Belgrade, Kneza Milosa 56, on September 23, from 11:00 am to 6:30 pm, will host a film market session and meetings with professionals interested in film production and distribution. In particular, the meetings will focus on information and insights about shooting in Italy – territories and cities – explained by representatives of Italian Film Commissions, as well as on Italian and Serbian production and coproduction, where incentives and taxation will be discussed. Representatives of Mibact, Italian Film Commission, Anica and Rai Cinema will take part in the meetings. Ugo di Tullio, professor of Organization and entertainment law at the University of Pisa, will give a speech on “The system of Co-production as an economic and cultural Opportunity” and Nicola Giuliano, Producer of Academy award winner “La Grande Bellezza” and all of the Sorrentino’s movies, will also be present.

The Festival is a unique opportunity for the public to enjoy masterpieces and contemporary works of Italian cinema as well as for sector professionals and operators to know and evaluate the different opportunities displayed.
Between Rome and Belgrade, the cooperation on production of movies for cinema and television has been developed for many years. Since the Seventies until now many Italian productions have been shot around Belgrade and in Serbia like, just to mention a very recent one, “Questi giorni”, recently screened at the 2016 Venice Film Biennale, and new projects are on the making that can involve Italian and Serbian professionals and companies..

 

Italian Film Festival - press conference  Italian Film Festival - press conference 

 

PROGRAMME
Italian Film Festival – contemporary movies

Thursday 22 September
Italian Embassy, Bircaninova 9a, Belgrade
12:30 Press conference to present the Italian Film Festival in Belgrade

Jugoslovenska Kinoteka, Uzun Mirkova 1, Belgrade
18:00 Ultima fermata by Giambattista Assanti, Gekon Production
20:30 Prigioniero della mia libertà by Rosario Errico, Immagine Corporation Production

Friday 23 September
Jugoslovenska Kinoteka, Uzun Mirkova 1, Belgrade
20:30 Vertical Conquests by Rosa Chiara Scaglione, Film Export 2016
22:00 Montedoro by Antonello Faretta, Noeltan Film studio

Saturday 24 September
Jugoslovenska Kinoteka, Uzun Mirkova 1, Belgrade
18:00 Ritorno alla Vita – Talking to the trees by Ilaria Borrelli
20:00 Processo a Mata Hari by Rossana Patrizia Siclari, Stemo
22.00 In fondo al bosco, by Stefano Ludovichi, Minerva

Sunday 25 September
Jugoslovenska Kinoteka, Uzun Mirkova 1, Belgrade
18.00 The Missing Papers di Renzo Martinelli, Intramovies 2016
the Director Renzo Martinelli will be present to meet the public
20.30 Un Mondo Nuovo, by Alberto Negrin, Palomar in collaboration with Rai Fiction

Movies program may be subject to change. Please check www.iicbelgrado.esteri.it

Meetings during the Italian Film Festival in Belgrade

Friday 23 September
Italian Cultural Institute in Belgrade, Kneza Milosa 56, Belgrade

From 11.00 to 18.30
Film market session and meetings with professionals interested in film production and distribution.
In particular the meetings will focus on information and insights about shooting in Italy – territories and cities – explained by representatives of Italian Film Commissions, as well as on Italian and Serbian production and coproduction, where incentives and taxation will be discussed. Representatives of Mibact, Italian Film Commission, Anica, Rai Cinema will take part in the meetings. Ugo di Tullio, professor of Organization and entertainment law at the University of Pisa will give a speech on “The system of Co-production as an economic and cultural Opportunity” and Nicola Giuliano, Producer of Academy award winner “La Grande Bellezza” and all of the Sorrentino’s movies will also participate.

news media serbi

BLIC:
http://www.blic.rs/vesti/beograd/festival-italijanskog-filma-od-danas-10-novih-filmova-u-jugoslovenskoj-kinoteci/q34yksb

TANJUG foto: http://www.tanjug.rs/multimedia.aspx?izb=f&GalID=242188&vs=1&page=0

TANJUG Video: http://www.tanjug.rs/multimedia.aspx?izb=v&GalID=242186&vs=1&page=0

Beta: http://beta.rs/scena/scena-film/41641-festival-italijanskog-filma-od-veceras-u-kinoteci

B92: http://www.b92.net/kultura/vesti.php?nav_category=268&yyyy=2016&mm=09&dd=15&nav_id=1177106