Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Ambasciatore Manzo ha consegnato al ministro Dacic una lettera di congratulazioni del capo della diplomazia italiana

Ambasador Manco uručio ministru Dačiću čestitku šefa italijanske diplomatije (photo MFA Serbia)

 

Ambasciatore Manzo ha consegnato al ministro Dacic una lettera di congratulazioni del capo della diplomazia italiana

Il primo vice presidente del Governo è ministro degli Esteri Ivica Dacic ha ricevuto oggi l’ambasciatore d’Italia in Serbia Giuseppe Manzo.

L’ambasciatore Manzo ha consegnato al ministro Dacic una lettera di congratulazioni del ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale d’Italia Paolo Gentiloni in occasione della sua nomina a carica del primo vice presidente del Governo e ministro degli Esteri:

“Come principale partner strategico della Serbia, l’Italia continuerà a fornire il suo pieno sostegno al processo di integrazione europea del suo Paese nel più ampio numero di campi, con l’obiettivo di ottenere risultati concreti in grado di portare avanti il percorso europeo della Serbia.
Il Summit dei Balcani Occidentali, che sarà ospitata dal l’Italia l’anno prossimo sarà un’ottima occasione per promuovere l’integrazione europea dei paesi della regione, rafforzando la loro reciproca cooperazione anche attraverso un loro coinvolgimento attivo nel processo.
Il nostro obiettivo principale è quello di migliorare ulteriormente le nostre relazioni bilaterali nonché i rapporti tra i paesi dei Balcani occidentali. Per l’Italia, il futuro della Serbia è nell’Unione europea.
In attesa di tornare a lavorare a stretto contatto con te e con il tuo governo, e di prossime opportunita’ per incontrarti. Ti auguro il miglior successo per il tuo nuovo mandato”, si legge nella lettera del ministro Gentiloni.

Nell’incontro di oggi le due parti hanno constatato l’alto livello della collaborazione bilaterale politica ed economica ed è stata espressa la decisione reciproca di continuare a promuoverla in tutti i settori che sono di interesse comune.

Il ministro Dacic ha espresso nuovamente le condoglianze a causa di gran numero di vittime del terremoto che ha colpito l’Italia centrale.

Il capo della diplomazia serba ha ribadito che per la Serbia è molto importante un continuo sostegno che l’Italia offre al suo processo di integrazione europea ed ha apprezzato il fatto che il prossimo Vertice sui Balcani occidentali (Processo di Berlino) si terrà l’anno prossimo a Roma.

I due hanno scambiato opinioni sull’attuale situazione e gli sviluppi nella regione. Il ministro Dacic ha sottolineato che per la Serbia è prioritario tutelare la pace e la stabilità nella regione e si è detto preoccupato del fatto che i comportamenti di alcuni paesi hanno messo a repentaglio tale stabilità. Ha ribadito che la Serbia rimane devota allo sviluppo di stabilità e della pace nella regione.

 

Serbia: Gentiloni, da Italia forte appoggio a integrazione Ue

‘Futuro Serbia è nell’Unione’. Messaggio congratulazioni a Dacic

(ANSAmed) – BELGRADO, 31 AGO – Il ministro degli esteri Paolo Gentiloni ha ribadito il forte appoggio dell’Italia all’integrazione europea della Serbia e dell’intera regione dei Balcani occidentali. Lo ha fatto in un messaggio che l’ambasciatore d’Italia a Belgrado Giuseppe Manzo ha consegnato oggi al ministro degli esteri e primo vicepremier serbo Ivica Dacic, e nel quale Gentiloni si congratula con Dacic per la sua riconferma nel nuovo governo alla guida della diplomazia serba.

“Quale principale partner strategico della Serbia, l’Italia continuerà a dare pieno appoggio al processo di integrazione del vostro Paese nell’Unione europea. Per l’Italia il futuro della Serbia è nella Ue”, ha detto Gentiloni, come riferito in un comunicato dal ministero degli esteri. “Il summit dei Paesi dei Balcani occidentali, che il prossimo anno si terrà in Italia, sarà un’occasione straordinaria per far avanzare l’integrazione europea dei Paesi della regione”, ha aggiunto il ministro degli esteri. “Il nostro obiettivo principale è l’ulteriore miglioramento dei nostri rapporti bilaterali e di quelli fra i Paesi dei Balcani occidentali”.

Nel colloquio fra Dacic e l’ambasciatore Manzo, ha aggiunto il ministero degli esteri, è stato constatato l’ottimo stato della collaborazione politica ed economica fra Italia e Serbia ed è stata espressa la volontà di un ulteriore miglioramento.

Dacic, che ha ribadito il cordoglio per le vittime del terremoto in Italia centrale, ha sottolineato che “per la Serbia è molto importante il costante appoggio dell’Italia al processo di integrazione europea”. Il ministro ha salutato con soddisfazione il vertice dei Balcani occidentali in programma il prossimo anno a Roma, dicendosi al tempo stesso preoccupato per le minacce alla stabilità della regione derivanti dalle azioni e dichiarazioni di taluni politici regionali. “Per la Serbia è prioritario il mantenimento della pace e della stabilità nella regione”, ha detto. (ANSAmed)