Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Agroalimentare: Italia paese partner a 83ma edizione Fiera Agricoltura di Novi Sad

min agricoltura 04

Agricoltura: Italia Paese-partner a 83/ma Fiera di Novi Sad
Partecipazione collettiva di 16 aziende italiane

(ANSAmed) – BELGRADO, 5 MAG – L’Italia, potenza economica mondiale e primo partner commerciale della Serbia, sara’ quest’anno Paese-partner alla 83/ma edizione della Fiera internazionale dell’agricoltura di Novi Sad, la piu’ grande e importante rassegna di settore nella regione balcanica, in programma nel capoluogo della Voivodina dal 14 al 20 maggio. A rappresentare il nostro Paese sara’ una partecipazione collettiva di 16 aziende italiane operanti nei settori dei macchinari agricoli, delle attrezzature per il settore agroalimentare, della trasformazione e dell’impacchettamento di frutta e verdure, dell’industria lattiero-casearia.

La partecipazione delle nostre aziende e’ organizzata e promossa dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

La decisione sull’Italia Paese-partner e’ naturale poiche’ siamo il primo partner commerciale della Serbia, con l’agricoltura che occupa un posto importante nella nostra collaborazione“, ha detto l’ambasciatore d’Italia in Serbia Giuseppe Manzo nella conferenza stampa di presentazione della Fiera di Novi Sad oggi a Belgrado. E a spiegare la scelta dell’Italia quale Paese-partner quest’anno – ha aggiunto – vi sono i numeri. “L’Italia, ha precisato, ha un export legato all’agroalimentare pari a 37 miliardi di euro all’anno, e l’obiettivo del nostro governo e’ di arrivare a 50 miliardi di euro entro il 2020“. Inoltre, ha sottolineato l’ambasciatore, “l’Italia e’ il primo produttore al mondo di vino con 49 milioni di ettolitri prodotti nel 2015“. Alla Fiera di Novi Sad, ha ancora detto l’ambasciatore, per i piccoli imprenditori agricoli serbi sara’ disponibile lo strumento di un credito a tassi agevolti della Cooperazione italiana per l’acquisto di macchinari agricoli italiani.

A illustrare in dettaglio l’ampia e variegata partecipazione italiana alla rassegna di Novi Sad e’ stato Giovanni Mafodda, direttore dell’Ufficio Ice di Belgrado. Oltre alla partecipazione collettiva delle 16 aziende italiane – ha detto – vi saranno un corso di alta cucina italiana realizzato dalla Scuola internazionale di cucina italiana Alma di Colorno, Parma, per studenti e professionisti serbi del settore, degustazioni curate da che Alma, una conferenza con esperti italiani del settore del biologico, un concerto inaugurale organizzato dall’Istituto italiano di cultura di Belgrado.

Alla conferenza stampa di presentazione, insieme all’ambasciatore Manzo e al direttore Mafodda, sono intervenuti il ministro dell’agricoltura serbo Snezana Bogosavljevic-Boskovic, il direttore della Fiera di Novi Sad Slobodan Cvetkovic, il direttore generale della compagnia di assicurazione Generali in Serbia, sponsor della Fiera – Dragan Filipovic.

La produzione agroalimentare biologica in Europa e in Italia, la certificazione degli aspetti di sicurezza e delle prestazioni delle macchine agricole e dei biocarburanti in Italia, la cooperazione fra Italia e Serbia nell’uso sostenibile dei pesticidi in agricoltura e nelle colture di frutta: sono gli argomenti centrali di un convegno bilaterale dal titolo ‘Italia-Serbia, partenariato nel settore dell’agribusiness’ che si terra’ il 14 maggio a Novi Sad in concomitanza con l’apertura della 83/ma edizione della Fiera internazionale dell’agricoltura. Alla conferenza, che sara’ ospitata nel centro congressi della Fiera, interverranno il ministro dell’agricoltura e della tutela ambientale della Serbia Snezana Bogosavljevic-Boskovic, l’ambasciatore d’Italia a Belgrado Giuseoppe Manzo, il direttore dell’Ufficio Ice di Belgrado Giovanni Mafodda, unitamente a studiosi ed esperti del settore agroalimentare.

Ministro Boskovic Bogosavljevic e Ambasciatore Manzo

————————–

Agroalimentare: Italia paese partner a 83ma edizione Fiera Agricoltura di Novi Sad

Belgrado, 05 mag 2016 – (Agenzia Nova) – L’Italia sarà quest’anno il paese partner alla Fiera dell’Agricoltura che si terrà dal 14 al 20 maggio a Novi Sad, nella provincia serba autonoma della Vojvodina. La presenza italiana è organizzata anche quest’anno dall’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (Ice), come spiegato in una conferenza stampa tenuta oggi a Palazzo Italia a Belgrado alla presenza del ministro serbo dell’Agricoltura, Snezana Bogosavljevic Boskovic, e dell’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo.

Saranno 16 le aziende italiane presenti all’evento, mentre saranno 1.500 in tutto gli espositori provenienti da 60 diversi paesi. Nel corso della conferenza stampa l’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, ha ricordato che l’anno scorso il nostro paese è già stato presente alla Fiera in qualità di paese amico. L’Italia, ha ancora osservato, è il primo partner commerciale della Serbia e la cooperazione nel campo agroalimentare è ad alti livelli, con una presenza italiana significativa in particolare nel settore della produzione biologica.

La cooperazione, ha aggiunto Manzo, esiste anche fra le istituzioni, attraverso il Twinning project sull’utilizzo sostenibile dei pesticidi e attraverso quello di una mappatura della produzione vinicola. L’Italia, ha inoltre ricordato Manzo, vede delle esportazioni nel settore pari a circa 37 miliardi di euro l’anno, e l’obiettivo e’ quello di raggiungere entro il 2020 la cifra di 50 miliardi. L’Italia, ha infine osservato l’ambasciatore, e’ il primo paese produttore di vino al mondo, e l’anno scorso sono stati prodotti 49 ettolitri.

Manzo ha infine ricordato che le piccole e medie imprese della Serbia possono utilizzare la linea di credito a condizioni agevolate per l’acquisto di macchinari italiani per la produzione agricola. La Fiera dell’Agricoltura di Novi Sad e’ il principale evento plurisettoriale dedicato all’agroindustria nell’area dei Balcani e dell’Europa sud-orientale.

La scelta dell’Italia come paese partner riflette il ruolo economico speciale del nostro paese, da tre anni primo partner commerciale della Serbia (quasi 4 miliardi di euro di interscambio nel 2015) e investitore (circa 600 aziende e una quota di capitale investito stimata in oltre 3 miliardi di euro).

Nell’agroindustria in particolare gli importanti investimenti di Ferrero e Rigoni di Asiago hanno contribuito ad alzare il profilo di assoluto rilievo del nostro paese, sostenuto da una costante e qualificata presenza che il Padiglione Italia alla fiera ha garantito in tutte le recenti edizioni grazie al locale ufficio Ice. Nel 2015 la fiera ha visto oltre 73 mila visitatori e 290 espositori provenienti da 35 paesi e l’ultimo paese partner e’ stata l’Olanda. Il Padiglione italiano curato da Ice si sviluppa su una superficie di oltre 500 metri quadri coperti dove sono presenti 16 aziende italiane.
—–

Articolo quotidiano Novosti, 06.05.2016

Fiera dell’Agricoltura

La 83-esima Fiera Internazionale dell’Agricoltura avrà luogo a Novi Sad dal 14 al 20 maggio. Secondo quanto comunicato ieri da organizzatori, in questa manifestazione ormai tradizionale, si presenteranno più di 1.500 imprenditori di 60 paesi. Tra questi ci saranno anche i nostri più importanti agricoltori. Il Paese Partner di quest’anno è Italia.

Secondo il ministro dell’Agricoltura Snezana Bogosavljevic Boskovic, la fiera sarà un’occasione per presentare in un posto i prodotti biologici e quelli con il marchio d.o.c.:
“Speriamo che la fiera sarà più ricca e più grande, per poter presentare anche le nostre potenzialità nell’allevamento del bestiame. Le istituzioni e gli imprenditori serbi ed italiani hanno instaurato una buona collaborazione e molte imprese italiane hanno aperto posti di lavoro in Serbia”.

L’ambasciatore Giuseppe Manzo, ha detto che l’Italia è il primo partner commerciale della Serbia, e che la collaborazione tra i due paesi nel settore dell’agricoltura è ad un alto livello.
“Le esportazioni italiane nel settore ammontano a 37 miliardi di euro all’anno” – ha dichiarato Manzo. “Il nostro paese è il primo produttore di vini al mondo”. Le piccole e medie imprese serbe possono utilizzare i crediti favorevoli per l’acquisto di macchinari dall’Italia, e le informazioni più dettagliate sulla linea di credito si potranno avere direttamente alla Fiera.

Alla Fiera si potrà vedere l’esibizione di 1.500 macchinari agricoli. Secondo il direttore generale della Fiera Slobodan Cvetkovic, alla fiera ci saranno espositori provenienti da 60 paesi, insieme con i principali agricoltori locali.

 

ICE Italian Trade Agency

 

Elenco Attività ICE – Agenzia

ITALIA PAESE PARTNER 83^ edizione Fiera Agricoltura NS 2016

 

  • Partecipazione collettiva 16 aziende italiane
  • Corso di alta cucina italiana realizzato da scuola internazionale di cucina italiana ALMA di Colorno, Parma a vantaggio studenti e professionisti serbi delle scuole di cucina di Novi Sad e Belgrado
  • Concerto inaugurale organizzato da Istituto Italiano di Cultura
  • Conferenza con intervento di esperti italiani settori Biologico e Certificazione meccanica per l’agricoltura e twinning uso sostenibile dei pesticidi
  • Degustazioni curate da chef ALMA
  • Missione operatori in visita la padiglione italiano – fiera di Novi Sad
  • Newsletter in serbo “Italia paese Partner – Agrobisiness” in accordo con portale web eKapija per aziende serbe di settore
  • Ottobre/ Novembre 2016 – Due Business Forum di presentazione delle opportunità in Serbia nei settori meccanizzazione agricola e comparto per la trasformazione e l’imballaggio dei prodotti agroalimentari in occasione e nell’ambito della FIERA CIBUS TEC (Parma 25 – 28 Ottobre 2016) e Fiera EIMA – (Bologna 9-13 Novembre 2016) – Ai due forum verranno presentate delegazioni di aziende serbe, progettualità di settore, opportunità di business e possibili modalità di finanziamento con specifico riferimento ai fondi UE (IPARD), Banca Mondiale, Bei, Bers.