Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Difesa: Ministro Djordjevic e Ambasciatore Manzo a colloquio

Amb. Manzo con Ministro Difesa Djordjevic 

Difesa: Serbia, ministro Djordjevic e ambasciatore d’Italia Manzo a colloquio

Belgrado, 30 mar – (Nova) – Il ministro della Difesa serbo, Zoran Djordjevic, e’ stato oggi a colloquio con l’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo. Secondo quanto riporta un comunicato del governo serbo, Djordjevic e Manzo hanno convenuto nella riunione odierna che la cooperazione tra i due paesi nel campo della difesa rispecchia le solide e tradizionalmente amichevoli relazioni bilaterali. La cornice di cooperazione consente la partecipazione congiunta a operazioni multinazionali, in particolare il coinvolgimento nella missione delle Nazioni Unite in Libano. Djordjevic e Manzo hanno inoltre convento sul fatto che l’esperienza positiva, la fiducia e le forti relazioni maturate sul campo sono la migliore base per considerare ulteriori attivita’ congiunte. Il ministro Djordjevic ha sottolineato l’importanza del sostegno italiano per l’apertura di capitoli negoziali con l’Unione europea. Il ministro ha inoltre espresso apprezzamento per l’impegno e la professionalita’ delle Forze armate italiane nel quadro della Kfor, la missione della Nato in Kosovo.

Djordjevic ha poi aggiornato l’ambasciatore d’Italia sulle attivita’ prioritarie nel quadro della cooperazione con l’Unione europea nel settore della difesa. I due interlocutori hanno infine concordato nel vedere un influsso positivo nel complessivo processo di integrazione europea della Serbia apportato dall’impegno del ministero della Difesa e delle Forze armate serbe nelle operazioni multinazionali sotto gli auspici dell’Ue. “La crescente presenza e cooperazione delle Forze armate serbe nelle operazioni multinazionali e’ un fattore importante anche per il processo di integrazione europea di Belgrado, che l’Italia sostiene con convinzione”, ha dichiarato al termine dell’incontro l’ambasciatore Manzo, riaffermando l’impegno italiano per favorire l’apertura, entro questo semestre, di nuovi capitoli del negoziato di adesione della Serbia all’Ue.

Italia-Serbia: solida cooperazione in campo militare
Colloquio ambasciatore Manzo con ministro difesa Djordjevic

(ANSA) – BELGRADO, 31 MAR – “La crescente presenza e cooperazione delle forze armate serbe nelle operazioni multinazionali e’ un fattore importante anche per il processo di integrazione europea di Belgrado, che l’Italia sostiene con convinzione”. Lo ha dichiarato l’Ambasciatore d’Italia in Serbia Giuseppe Manzo, al termine di un colloquio con il ministro della difesa serbo Zoran Djordjevic. L’ambasciatore ha ribadito l’impegno italiano per favorire l’apertura, entro questo semestre, di nuovi capitoli del negoziato di adesione della Serbia all’UE.

Nell’incontro, come ha riferito in un comunicato il ministero della difesa a Belgrado, Djordjevic e Manzo hanno convenuto che la cooperazione tra i due Paesi nel campo della difesa rispecchia le solide e tradizionalmente amichevoli relazioni bilaterali.

La cornice di cooperazione consente la partecipazione congiunta a operazioni multinazionali, in particolare il coinvolgimento nella missione delle Nazioni Unite in Libano. E’ stato sottolineato che l’esperienza positiva, la fiducia e le forti relazioni maturate sul terreno sono la migliore base per considerare ulteriori attivita’ congiunte.

Il Ministro Djordjevic ha detto che il sostegno e la comprensione dell’Italia sull’apertura di capitoli nei negoziati con l’Unione Europea sono molto importanti e utili. Ha anche espresso apprezzamento per l’impegno e la professionalita’ delle Forze Armate italiane nel quadro della KFOR, la Forza Nato in Kosovo.

Il Ministro della Difesa ha al tempo stesso aggiornato l’Ambasciatore d’Italia sulle attivita’ prioritarie nel quadro della cooperazione con l’Unione Europea nel settore della difesa. Nel colloquio e’ stato rilevato che l’impegno del Ministero della Difesa e delle Forze Armate serbe in operazioni multinazionali sotto gli auspici dell’UE ha un impatto positivo sul complessivo processo di integrazione europea della Serbia.