Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Oggi Open Day presso Ambasciata Belgrado su tematiche europee

GALLERIA FOTOGRAFICA

VIDEO GALLERIA
 

Belgrado, 11 lug – (Nova) – L’ambasciata d’Italia a Belgrado, in collaborazione con la delegazione europea in Serbia e l’Eu Info center, apre oggi le sue porte a tutti i visitatori in occasione dell’evento Eu Open day “L’Italia porta l’Europa in Serbia“. L’iniziativa si inserisce nel quadro delle iniziative previste dalla presidenza italiana dell’Unione europea. Le porte dell’ambasciata italiana saranno aperte, dalle 11 alle 15, a tutti i visitatori che vorranno avere informazioni sull’Unione europea ed in particolare sulle attivita’ che la presidenza italiana intende promuovere a sostegno dei negoziati di adesione della Serbia all’Ue. A tale riguardo l’ambasciatore italiano, Giuseppe Manzo, e il capo della delegazione europea, Michael Davenport, risponderanno alle domande degli utenti di twitter in una chat sull’hashtag #pitajEU. A seguire, insieme al ministro serbo per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic, dialogheranno in un incontro con gli studenti dell’Universita’ di Belgrado e i rappresentanti di organizzazioni non governative e think tank attivi sui temi europei. 
 
L’incontro vedra’ come moderatore Nebojsa Lazarevic, direttore dello European Policy Center. Potranno inoltre essere visitati gli spazi dell’ambasciata dove per l’occasione saranno allestiti punti d’informazione sull’Ue e stand su Expo Milano 2015, oltre che dell’ufficio turistico della Citta’ di Belgrado. Saranno inoltre esposte delle motociclette Vespa d’epoca dello storico marchio italiano Piaggio, alcuni modelli della Fiat 500 L prodotta a Kragujevac ed opere d’arte contemporanea dei giovani artisti serbi Ivan Gracner e Viktor Kiss. Nel giardino della residenza i visitatori potranno anche visitare l’orto biologico dell’ambasciata, realizzato da Slowfood Serbia ed inaugurato dal ministro dell’Agricoltura Snezana Bogosavljevic Boskovic lo scorso 2 giugno in occasione della Festa nazionale dell’Italia. 

 


Serbia-Italia: Open day presso l’ambasciata italiana a Belgrado in occasione avvio presidenza di turno Ue


Belgrado, 11 lug – (Nova) – Si è tenuto oggi presso l’ambasciata d’Italia a Belgrado l’Eu Open day “L’Italia porta l’Europa in Serbia”. L’iniziativa, in collaborazione con la delegazione europea in Serbia e l’Eu Info center, si è inserita nel quadro delle iniziative previste dalla presidenza italiana dell’Unione europea. Le porte dell’ambasciata italiana sono state aperte, dalle 11 alle 15,  per dare informazioni ai visitatori sulle istituzioni e le politiche dell’Unione europea ed in particolare sulle attività che la presidenza italiana intende promuovere a sostegno dei negoziati di adesione della Serbia all’Ue.

Insieme all’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, erano presenti il capo della delegazione europea in Serbia Micheal Davenport e il ministro per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic. Manzo e Davenport hanno risposto alle domande degli utenti di Twitter in una chat sull’hashtag #pitajEU.

A seguire, insieme al ministro serbo per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic, hanno tenuto un incontro con gli studenti dell’Università di Belgrado e i rappresentanti di organizzazioni non governative e think tank attivi sui temi europei.
Saranno proprio le nuove generazioni, ha dichiarato Manzo, quelle che potranno beneficiare maggiormente dell’ingresso nell’Ue del loro paese. “Oggi apriamo le nostre porte – ha detto l’ambasciatore – per portare l’Europa in Serbia“. Il premier italiano Matteo Renzi, ha proseguito Manzo, ha voluto sottolineare come l’Unione europea rappresenti una grande opportunità per la generazione più giovane, definendola come la “generazione Erasmus” chiamata a riformare l’Europa, le sue istituzioni e le sue politiche.
La vostra generazione – ha osservato infine Manzo – potrà essere il miglior promotore del nuovo progetto europeo che l’Italia propone. Le persone della vostra età – ha concluso – possono aiutarci a colmare quei gap nella comunicazione che l’Europa non ha solo con i paesi vicini e candidati, ma anche al suo interno“.

Negli spazi dell’ambasciata sono stati allestiti punti d’informazione sull’Ue e stand su Expo Milano 2015, oltre che dell’ufficio turistico della Città di Belgrado. Sono stati inoltre esposti ciclomotori Vespa d’epoca dello storico marchio italiano Piaggio, alcuni modelli della Fiat 500 L prodotta a  Kragujevac ed opere d’arte contemporanea dei giovani artisti serbi Ivan Gracner e Viktor Kiss. Nel giardino della residenza i visitatori hanno infine potuto visitare l’orto biologico dell’ambasciata, realizzato da Slowfood Serbia ed inaugurato dal ministro dell’Agricoltura Snezana Bogosavljevic Boskovic lo scorso 2 giugno in occasione della Festa nazionale dell’Italia. 
 

Serbia-Italia: ministro Integrazione europea Joksimovic, Roma importante partner per Belgrado e Balcani occidentali


Belgrado, 11 lug – (Nova) – L’Italia è un importante partner per la Serbia e i Balcani occidentali nel loro processo di integrazione europea. Lo ha dichiarato il ministro per l’Integrazione europea serbo, Jadranka Joksimovic, nel corso del suo intervento all’EU Open day “L’Italia porta l’Europa in Serbia” presso l’ambasciata d’Italia a Belgrado. L’Italia, ha proseguito la Joksimovic, è uno dei promotori della politica di allargamento dell’Unione, e questo fattore e’ di grande rilevanza per la Serbia. Roma ha inoltre fissato, secondo la Joksimovic, per la sua presidenza di turno Ue delle priorità che la Serbia ha posto per la sua politica interna, ovvero la crescita e l’occupazione, oltre che la trasparenza dell’utilizzo delle
risorse finanziarie. Fra le misure che Belgrado ha intenzione di adottare, ha aggiunto il ministro, vi sono anche quelle mirate ad un’amministrazione pubblica più snella e più efficiente per quanto riguarda il lavoro sul processo di integrazione Ue. Belgrado, ha infine precisato, spera in un avanzamento del processo negoziale nel corso della presidenza italiana. La Joksimovic ha infine sottolineato l’importanza dei capitoli 23 e 24 dei negoziati di adesione, osservando che i rapporti relativi al processo di screening sono nella fase finale della loro compilazione. “Spero – ha concluso – che a fine luglio siano pronti, dopo di che definiremo i piani d’azione per poter consentire la loro apertura al più tardi entro febbraio-marzo del 2015”.



Serbia-Italia: capo delegazione Ue a Belgrado Davenport, Roma partner importante in processo adesione serbo


Belgrado, 11 lug – (Nova) – La presidenza di turno dell’Italia è di grande importanza per il processo d’integrazione della Serbia. Lo ha dichiarato il capo della delegazione europea in Serbia, Micheal Davenport, intervenendo nel corso dell’Eu Open day “L’Italia porta l’Europa in Serbia”. L’iniziativa, in collaborazione con la delegazione europea in Serbia e l’Eu Info center, si è inserita nel quadro delle iniziative previste dalla presidenza italiana dell’Unione europea. Davenport ha inoltre sottolineato l’impegno del governo serbo nel quadro del processo di adesione all’Ue. “Dall’apertura dei negoziati di adesione, lo scorso gennaio  – ha detto Davenport – non è stato perso tempo, nonostante la campagna elettorale in corso. Gli incontri sono proseguiti con lo stesso ritmo, e finora è stato completato lo screening di 15 capitoli”. Davenport ha poi definito come ” i più importanti” i capitoli 23 e 24 del processo negoziale, che riguardano la sicurezza, la giustizia e i diritti civili. “Coinvolgere la società civile – ha osservato il capo delegazione Ue – significa costruire un percorso ancora più veloce verso l’adesione europea”.  Si è tenuto oggi presso l’ambasciata d’Italia a Belgrado l’EU Open day “L’Italia porta l’Europa in Serbia”. Le porte dell’ambasciata sono state aperte, dalle 11 alle 15,  per dare informazioni ai visitatori sulle istituzioni e le politiche dell’Unione europea ed in particolare sulle attività che la presidenza italiana intende promuovere a sostegno dei negoziati di adesione della Serbia all’Ue.
Insieme all’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, erano presenti il capo della delegazione europea in Serbia Micheal Davenport e il ministro per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic. Manzo e Davenport hanno risposto alle domande degli utenti di Twitter in una chat sull’hashtag #pitajEU. A seguire, insieme al ministro serbo per l’Integrazione europea, Jadranka Joksimovic, hanno tenuto un incontro con gli studenti dell’Università di Belgrado e i rappresentanti di organizzazioni non governative e think tank attivi sui temi europei.
Sono stati inoltre esposti ciclomotori Vespa d’epoca dello storico marchio italiano Piaggio, alcuni modelli della Fiat 500 L prodotta a Kragujevac ed opere d’arte contemporanea dei giovani artisti serbi Ivan Gracner e Viktor Kiss. Nel giardino della residenza i visitatori hanno infine potuto visitare l’orto biologico dell’ambasciata, realizzato da Slowfood Serbia ed inaugurato dal ministro dell’Agricoltura Snezana Bogosavljevic Boskovic lo scorso 2 giugno in occasione della Festa nazionale dell’Italia.


EU Info Centre:EU acknowledged Serbia’s commitment to pursue reforms









Ambasciata d'Italia - EU Open Day Ambasciata d'Italia - EU Open Day
Ambasciata d'Italia - EU Open Day Ambasciata d'Italia - EU Open Day