Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Al via seminario di due giorni organizzato da Ice su settore agricolo

Agenzia NOVA:

Belgrado, 17 giu – (Nova) – Apre oggi il seminario di due giorni organizzato a Belgrado dall’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE), attraverso l’ufficio della capitale serba. Al centro dei lavori saranno le opportunità di collaborazione tra aziende italiane e serbe nel settore delle tecnologie per l’agricoltura e le produzioni agricole in Serbia. Secondo quanto rende noto un comunicato diramato dall’ICE di Belgrado, il seminario è realizzato in accordo con il Ministero dello sviluppo economico e in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Belgrado. L’evento rappresenta un ulteriore riscontro di parte italiana all’esortazione del Governo serbo rivolta ai partner economici internazionali, per incrementare gli sforzi di collaborazione in risposta allo stress economico che il paese si trova a fronteggiare a seguito dell’alluvione del maggio scorso. 

L’iniziativa dell’ICE coinvolge, oltre ad una nutrita delegazione di aziende italiane, i rappresentanti di molte istituzioni serbe che svolgono un ruolo chiave nel settore dell’agricoltura e delle politiche per le industrie a questa connesse. L’ICE ha in programma per i prossimi mesi la realizzazione in Serbia di altre iniziative nei settori dell’energia e della tecnologie per la trasformazione agro-alimentare con l’obiettivo di dare continuità e nuovo slancio alla collaborazione ed al dialogo economico.



Agenzia ANSA:


Italia-Serbia: collaborazione in tecnologie per agricoltura. Aiuto dopo alluvioni. A Belgrado seminario organizzato dall’ICE


(ANSAmed) – BELGRADO, 17 GIU – Le opportunità di collaborazione tra aziende italiane e serbe nel settore delle tecnologie per l’agricoltura e le produzioni agricole in Serbia sono state al centro oggi a Belgrado di un seminario organizzato dall’ICE – Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane, attraverso il locale Ufficio nella capitale serba diretto da Giovanni Mafodda.

Il seminario, che prevede per  domani visite aziendali, è stato realizzato in accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico e in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Belgrado. Si è trattato di un primo riscontro da parte italiana alla esortazione del governo serbo ai partner economici internazionali di incrementare gli sforzi di collaborazione in risposta allo stress economico che il paese si trova a fronteggiare a seguito delle disastrose alluvioni delle scorse settimane. L’ICE – Agenzia ha in programma per i prossimi mesi la realizzazione in Serbia di altre iniziative nei settori dell’energia e della tecnologie per la trasformazione agro-alimentare con l’obiettivo di dare continuità e nuovo slancio alla collaborazione ed al dialogo economico.

“Aiutare significa investire, e investire soprattutto in agricoltura”, ha detto l’Ambasciatore d’Italia Giuseppe Manzo aprendo i lavori del convegno. “Questo evento vuole essere un contributo dell’Italia alla ricostruzione del settore agricolo devastato dalle alluvioni”, ha aggiunto, sottolineando come l’agricoltura sia in Serbia come in Italia un settore chiave in termini di occupazione. Per questo è opportune “individuare nuove opportunità di investimento con i macchinari e le tecnologie per l’agricoltura”.

La Serbia possiede un importante potenziale agricolo grazie ad un clima favorevole, alle buone caratteristiche dei terreni agricoli ed all’accesso preferenziale ad importanti mercati internazionali (CEFTA, EFTA, UE, Russia, Bielorussia, Kazakistan, Turchia e Stati Uniti). L’agricoltura è tra i pochi settori nei quali la Serbia registra un saldo positivo nel commercio con l’estero. Sono molte le potenzialità del mondo agricolo serbo che ad oggi risultano non completamente sfruttate, mentre appare necessario un ammodernamento in molti ambiti del comparto: da quelli connessi alla coltivazione a quelli inerenti il miglioramento della qualità gestionale e di prodotto. 

L’iniziativa dell’ICE – Agenzia ha coinvolto, oltre ad una nutrita delegazione di aziende italiane, i rappresentanti di molte istituzioni serbe che svolgono un ruolo chiave nel settore dell’agricoltura e delle politiche per le industrie a questa connesse. L’appuntamento è stato anche pensato per presentare le molte eccellenze italiane alla luce degli esempi di positiva collaborazione già in atto in un ambito che, se non è nuovo alla collaborazione tra imprese italiane e serbe, evidenzia comunque ampi spazi per un’ulteriore cooperazione.