Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Conferenza su energia e ambiente a Belgrado organizzata da Confindustria


Belgrado, 20 mag – (Nova) – Si è tenuta oggi presso l’hotel Falkensteiner di Belgrado la conferenza dal titolo Dalla Terra e dagli insediamenti umani all’energia attraverso l’ecologia, organizzata da Confindustria Serbia. Obiettivo dell’evento è stato quello di illustrare il contesto relativo al settore delle energie rinnovabili e delle tecnologie innovative applicate all’ambiente, sfruttando i sottoprodotti della terra e delle attività umane sul territorio. Sono intervenuti alla conferenza i rappresentanti delle istituzioni serbe e italiane, oltre che esperti dei settori esaminati nella conferenza. Il presidente di Confindustria Serbia, Erich Cossutta, ha aperto l’incontro rivolgendo l’attenzione sulle alluvioni che hanno colpito in queste ore il territorio serbo. “Confindustria Serbia – ha aggiunto – si è attivata subito per raccogliere e trasportare aiuti alla popolazione”.
 
L’evento odierno, ha proseguito, porta nel paese le eccellenze italiane, in quanto il trattamento dei rifiuti, sottoprodotti in legno e biomasse è senza dubbio un’eccellenza del nostro paese. “E’ un tema – ha infine osservato – che si fa tanto più importante alla luce degli ultimi eventi di cronaca”. L’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, ricordando le alluvioni abbattutesi in questi giorni ha sottolineato la necessità di “dare un messaggio di ripresa immediata. Il fatto che imprenditori italiani e rappresentanti serbi siano oggi qui insieme a parlare di futuro – ha proseguito – è un messaggio di continuità”. Il tema affrontato, ha osservato l’ambasciatore, è cruciale per il futuro della Serbia all’insegna di uno sviluppo sostenibile, e mette assieme le questioni legate all’alimentazione e all’energia. “E’ proprio questo, cibo ed energia – ha infine osservato – il tema che sarà affrontato anche in Expo Milano 2015, evento a cui prenderà parte anche la Serbia”.