Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Sostegno dell’Italia al Belgrade Dance Festival e al futuro della Serbia nell’ “Europa della culture”

Ballerine della Fondazione Nazionale di Danza

Ricevimento in occasione del Belgrade Dance Festival


(AGENZIA ANSA)


BELGRADO, 28 MAR – Il Festival internazionale della danza di Belgrado, che si apre domenica e al quale partecipa per l’Italia la Compagnia Zappala’ di Catania, ha avuto una piacevole anteprima ieri sera all’Ambasciata d’Italia con l’esibizione di un gruppo di giovanissime allieve della Scuola di danza fondata quattro anni fa a Belgrado da Aja Jung, impeccabile direttrice del Festival, che va annoverato senza dubbio tra le migliori e piu’ importanti manifestazioni d’Europa in fatto di balletto.
   “L’Italia crede fortemente che la cultura sia la chiave per il futuro della Serbia, in quella che noi chiamiano ‘l’Europa delle culture’ “, ha detto l’Ambasciatore Giuseppe Manzo salutando i numerosi ospiti della serata in Residenza. “Il mio Paese appoggia con convinzione il Festival di Belgrado, dopo aver sostenuto la nascita della Fondazione nazionale della danza, le cui allieve daranno stasera un saggio della loro bravura”, ha aggiunto. Tale scuola di balletto inizio’ ad operare a Belgrado nel 2010, in collaborazione con l’Accademia del Teatro della Scala di Milano.
   Alla serata in Ambasciata sono intervenuti, insieme alla direttrice Aja Jung, la responsabile dell’Istituto italiano di cultura Sira Miori – che sostiene la partecipazione italiana al Festival – il rappresentante della delegazione Ue a Belgrado Michael Davenport (il Festival si tiene sotto il patrocinio della presidenza greca e con l’appoggio della rappresentanza Ue), politici, diplomatici, imprenditori, giornalisti, rappresentanti della comunita’ italiana a Belgrado.
   Il Festival internazionale della Danza, giunto alla 11/ma edizione, si apre domenica prossima con l’esibizione dell’Ubbard Street Dance di Chicago, e si concludera’ il 14 aprile con la Michele Noiret Company di Bruxelles. La Compagnia Zappala’ Danza di Catania si esibira’ l’8 aprile. Alla rassegna partecipano gruppi di balletto di vari altri Paesi quali Svizzera, Francia, Gran Bretagna, Australia, Germania, Canada, Grecia. (ANSAmed)


(AGENZIA NOVA)


Serbia-Italia: residenza dell’ambasciatore a Belgrado ospita spettacolo per apertura del Festival della danza


Belgrado, 28 mar – (Nova) – Si e’ tenuto ieri presso la residenza dell’ambasciatore d’Italia a Belgrado, Giuseppe Manzo, lo spettacolo eseguito dalle giovani allieve della Fondazione nazionale della danza di Belgrado. Lo spettacolo e’ stato preparato da Aja Jung, direttrice della scuola, in occasione dell’apertura del Festival della danza di Belgrado presieduto dalla stessa Jung. Il festival e’ in programma dal 30 marzo al 14 aprile, e vede fissata per l’8 aprile la partecipazione italiana con la compagnia Zappala’ danza di Catania. “Il mio paese – ha dichiarato l’ambasciatore Manzo – crede fermamente che la cultura sia un fattore chiave per il futuro della Serbia, in quella che chiamiamo ‘l’Europa delle culture'”. L’Italia sostiene con orgoglio il festival, ha aggiunto Manzo, che a questo proposito ha ricordato il supporto che il nostro paese ha dato anche alla Fondazione nazionale della danza.
Nel 2011 sono stati avviati dei corsi specializzati a Belgrado con la cooperazione della Fondazione Accademia teatro La Scala di Milano, per formare le giovani promesse della danza serba. Il Festival della danza e’ una delle piu’ importanti manifestazioni di settore in tutta l’area balcanica, e conta la presenza di compagnie di numerosi paesi. Lo spettacolo “Instrument 1: scoprire l’invisibile” della compagnia Zappala’ si terra’ l’8 aprile presso il Teatro drammatico jugoslavo, ed e’ realizzato congiuntamente dal festival e dall’Istituto italiano di cultura a Belgrado. La scelta della compagnia e dello spettacolo sono state concordate tra Aja Jung, presidente del Festival della danza, e Sira Miori, direttrice dell’Istituto italiano di cultura.


BLIC online – cultura
http://www.blic.rs/Kultura/Vesti/453450/Prijem-povodom-pocetka-11-Beogradskog-festivala-igre