Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

La Facolta’ di Medicina dell’Universita’ di Belgrado, il Convegno/Workshop “Mini invasive Surgery: Italy meets Serbia”  

Convegno di chirurgia a Belgrado

Belgrado, 16 dicembre – Cooperazione a tutto campo fra Italia e Serbia nel settore della formazione dei Chirurghi: nel quadro dell’azione di intensificazione dei rapporti scientifici fra Italia e Serbia, si e’ oggi tenuto presso la Facolta’ di Medicina dell’Universita’ di Belgrado, il Convegno/Workshop “Mini invasive Surgery: Italy meets Serbia”, organizzato dall’Ambasciata d’Italia in collaborazione con la Facolta’ di Medicina dell’Universita’ di Belgrado, il Ministero della Salute e l’Associazione degli scienziati e studiosi italiani e serbi “AIS3”.
Il convegno, che rappresenta una nuova tappa nella collaborazione fra Italia e Serbia in campo medico, gia’ intensa nel settore dei Trapianti e della Chirurgia Intensiva, ha presentato al mondo medico serbo l’esperienza italiana nel campo della formazione dei chirurghi e delle operazioni in laparoscopia, illustrando le ultime frontiere delle operazioni tramite Robot e a distanza. L’evento ha inoltre avviato una collaborazione a tutto campo nel settore della formazione dei chirurghi, sia sul piano della formazione universitaria (il Preside della Facolta’ di Medicina Lalic ha firmato un MOU con l’Universita’ degli Studi di Palermo che promuove la cooperazione sulle chirurgie mini-invasive), sia sul piano dei corsi di alta formazione (il Preside Lalic e il Prof. Pignata dell’Ospedale San Camillo di Trento hanno annunciato un prossimo MOU fra le due istituzioni volto a collaborare per istituire corsi di alta formazione nel settore della chirurgia Laparoscopica).
 
Nel corso degli interventi di apertura, l’Assistant Minister per la Salute, Dr. Jokic, ha fatto stato dell’intensa e positiva collaborazione scientifica in corso con l’Italia (intensificatasi in particolare dal luglio scorso con la firma del Protocollo Esecutivo di Cooperazione Scientifica e Tecnologica) mentre la Dr.ssa Popovic, Vice Rettore dell’Universita’ di Belgrado e Presidente di AIS3, ha ricordato il grande attivismo dell’Associazione di Scienziati italo-serbi che negli ultimi mesi ha organizzato numerosi convegni e workshop sui temi della qualita’ della vita, della tutela dei beni culturali, ed ora in campo medico.