Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Visita dell’Ambasciatore Giuseppe Manzo in Vojvodina

Comunicato della Provincia Autonoma della Vojvodina:

Il Presidente Pajtic ha incontrato l’Ambasciatore d’Italia


Ambasciatore Manzo con il Presidente del Governo della Vojvodina Pajtic


Il Presidente del Governo della Vojvodina Bojan Pajtic ha incontrato l’Ambasciatore d’Italia in Serbia Giuseppe Manzo che oggi si trova in una visita ufficiale in Vojvodina.

In un colloquio aperto e cordiale, gli interlocutori hanno constatato che in Serbia ed in Vojvodina esistono numerosi investimenti italiani. Oltre alla buona cooperazione culturale ed universitaria, sono visibili numerose possibilità di investimento in Vojvodina, specialmente nel settore dell’agricoltura, agrobusiness ed alimentare, nonché nel settore delle fonti rinnovabili di energia.


Il Presidente Pajtic ha ricordato delle ottime relazioni con l’Italia, facendo l’esempio della collaborazione pluriennale tra la Vojvodina e la Friuli-Venezia-Giulia.
Oggi operano nel nostro paese 200 imprese italiane. L’Italia è il terzo partner commerciale che fa lavorare 8.253 persone”, ha sottolineato Pajtic, invitando gli investitori italiani ad usare le potenzialità che sono a disposizione nel settore economico.


L’Ambasciatore Manzo ha ribadito che abbiamo il continuo sostegno dell’Italia, dicendosi particolarmente soddisfatto dell’attuale clima d’investimenti in Vojvodina. Durante il colloquio è stata confermata la disponibilità dell’Italia di aiutarci nello sviluppo dei programmi destinati a rafforzare le capacità dell’amministrazione locale, e si è parlato della cooperazione tra la Vojvodina ed Umbria relativamente alla candidatura di Novis Sad e di Peruga a capitale europea della cultura nel 2020.



Comunicato della Città di Novi Sad


L’Ambasciatore d’Italia in visita a Novi Sad


Ambasciatore Manzo con il Sindaco di Novi Sad Vucevic


Il Sindaco di Novi Sad Milos Vucevic ha ricevuto oggi presso il Municipio l’Ambasciatore d’Italia in Serbia Giuseppe Manzo. Il Sindaco Vucevic ha dato il benvenuto all’Ambasciatore italiano dicendosi soddisfatto della sua visita, mentre l’Ambasciatore ha ringraziato della cordiale accoglienza ed ha ribadito che i contatti internazionali sono molto importanti per il rafforzamento delle potenzialità di una città.


Il Sindaco e l’Ambasciatore italiano hanno convenuto che attirare nuovi investimenti è la principale condizione per migliorare le circostanze economiche e la vita dei cittadini, e che proprio su quel campo è possibile una collaborazione tra le città italiane e Novi Sad. L’Ambasciatore ha sottolineato che le imprese italiane parteciperanno alla prossima Fiera dell’Agricoltura che avrà luogo a Novi Sad a maggio del 2104, il che rafforzerà ulteriormente la cooperazione economica.


Il Sindaco si è detto disponibile per proseguire ed intensificare la cooperazione con l’Italia attraverso futuri progetti, sottolineando l’importanza di realizzazione dell’investimento dell’impresa italiana K314 che ha scelto proprio Novi Sad come prima località di investimento fuori l’Italia, dato che ha trovato nella capitale della Vojvodina un partner adeguato e le infrastrutture necessarie per produrre e montare le piastre elettroniche.


L’Ambasciatore Manzo ha dichiarato che la Serbia e la città di Novi Sad rappresentano per le imprese italiane partner affidabili ed una base solida per accedere anche ad altri mercati. Lui si è detto soddisfatto del fatto che anche nel settore dell’istruzione e delle scienze esiste una buona cooperazione tra i due Paesi e che essa si sta rafforzando sempre di più.


Comunicato del Parlamento della Vojvodina:


Pastor e Manzo, approfondire la cooperazione economica ed attirare gli investitori


Ambasciatore Manzo con il Presidente del Parlamento della Vojvodina Pastor


Le cornici degli accordi istituzionali firmati devono essere riempite con contenuti concreti, ed esiste un grande spazio per migliorare la collaborazione economica tra la Vojvodina e le regioni italiane, hanno convenuto oggi il Presidente del Parlamento della Provincia Autonoma della Vojvodina Istvan Pastor e l’Ambasciatore d’Italia a Belgrado Giuseppe Manzo.


Parlando dell’immagine della Vojvodina e della Serbia e delle potenzialità d’investimento, Pastor ha sottolineato l’importanza di allontanarsi dagli stereotipi creato negli anni Novanta. Lui ha aggiunto che oltre ai contatti istituzionali vanno curati contatti personali, aggiungendo che l’Amministrazione provinciale sta facendo grandi sforzi per approfondire questi tipi di collaborazione.


“Quanto alla cooperazione economica, più volte le nostre potenzialità d’investimento sono state presentate agli imprenditori italiani. Abbiamo costruito tutta una serie di istituzioni che presentano le potenzialità ed attirano gli investitori, ed abbiamo realizzato alcuni progetti”, ha sottolineato Pastor aggiungendo che il Governo ed il Parlamento sono pronti a individuare le migliori soluzioni per una futura cooperazione.


L’Ambasciatore Manzo, nella sua prima visita in Vojvodina, ha informato Pastor sull’incontro avuto con gli imprenditori italiani presenti in Vojvodina che sono molto soddisfati del clima imprenditoriale.


“Le relazioni tra gli Stati sono uno dei modi che servono per attirare investimenti. La Vojvodina ha la possibilità di presentarsi alle regioni italiane anche attraverso associazioni che già esistono, organizzando incontri tra imprenditori, facendo visite degli esponenti del Parlamento e del Governo. “Non va dimenticata nemmeno la cooperazione culturale che contribuisce al rafforzamento delle nostre relazioni”, ha ribadito l’Ambasciatore Manzo, aggiungendo che l’Italia è molto interessata di partecipare alle fiere”.


Pastor e Manzo hanno convenuto che in futuro le regioni e gli imprenditori italiani prenderanno parte alle fiere di Novi Sad, specialmente alla Fiera dell’Agricoltura ed alla Fiera del Turismo, ed è stato concordato di tenere un altro incontro proprio in occasione della Fiera dell’Agricoltura.


Agenzia ANSA:


Italia-Serbia:Amb.Manzo in Vojvodina per rafforzare rapporti ‘In Provincia autonoma crescono imprese e cultura italiana’   


ANSAmed) – BELGRADO, 6 NOV – “La Provincia Autonoma della Vojvodina e’ il maggiore contributore all’economia della Serbia e lavoriamo affinche’ le nostre piccole e medie imprese colgano le opportunita’ di crescita che da questa regione vengono in numerosi settori, a cominciare da quello dell’agroindustria”.

Lo ha dichiarato l’ambasciatore italiano in Serbia, Giuseppe Manzo, al termine degli incontri avuti oggi a Novi Sad e a Subotica, le due citta’ piu’ importanti dell’area collocata strategicamente nel corridoio tra Europa e Balcani.


L’ambasciatore Manzo ha incontrato il Presidente della Provincia Autonoma, Bojan Pajtic, e i sindaci delle due citta’, insieme a delegazioni di imprenditori taliani cui si rivolge l’azione della “diplomazia per la crescita” sostenuta dal Ministro degli Esteri Emma Bonino per favorire la crescita delle imprese italiane anche attraverso la via internazionale.


La Vojvodina – la piu’ ricca regione della Serbia, abitata da quasi due milioni di persone – e’ l’area in cui si concentra la maggiore presenza imprenditoriale italiana in termini numerici, soprattutto sul fronte delle piccole e medie imprese.
L’annunciata partecipazione dell’Italia alla prossima Fiera dell’Agroindustria di Novi Sad, nel maggio 2014, testimonia il crescente interesse dell’imprenditoria italiana verso questa regione. Le numerose opportunita’ d’investimento si concentrano nel settore dell’agroalimentare, del tessile e delle fonti energetiche rinnovabili.


Il legame tra la Vojvodina e l’Italia puo’ inoltre contare sulle relazioni storiche con alcune regioni italiane come l’Emilia Romagna, l’Umbria e soprattutto il Friuli Venezia Giulia, che e’ presente a Novi Sad con una sua “Casa” di rappresentanza. Altrettanto intensa e’ la collaborazione culturale ed universitaria tra Italia e Vojvodina, dove opera un lettore di lingua italiana presso l’Universita’ di Novi Sad ed e’ attiva un’antenna dell’Associazione Dante Alighieri, oltre ad altri centri ed istituzioni culturali italiane.


Proprio con i rappresentanti delle diverse componenti della comunita’ italiana l’Ambasciatore Manzo ha avuto un incontro in apertura della sua visita in Vojvodina. 



Agenzia NOVA:


Serbia-Italia: ambasciatore Manzo incontra autorita’ locali in Vojvodina
 
Belgrado, 06 nov – (Nova) – Si e’ svolta oggi la visita dell’ambasciatore d’Italia a Belgrado,  Giuseppe Manzo, nella provincia autonoma della Vojvodina. Nel corso della giornata Manzo ha avuto alcuni colloqui con il presidente della provincia autonoma, Bojan Pajtic, e con i sindaci delle due principali citta’ della provincia, il capoluogo Novi Sad e Subotica. Si tratta della prima visita del rappresentante della diplomazia italiana in un’area, come ha sottolineato lo stesso Manzo, che “costituisce la piu’ ricca regione della Serbia, abitata da quasi due milioni di persone”.


“La Vojvodina e’ l’area in cui si concentra la maggiore presenza imprenditoriale italiana in termini numerici, soprattutto sul fronte delle piccole e medie imprese”, ha aggiunto Manzo, secondo il quale la provincia autonoma e’ per le pmi italiane un luogo ricco di opportunita’, in particolare per quanto riguarda il settore agroalimentare, quello tessile e le fonti di energia rinnovabile. Nel corso della visita Manzo ha anche incontrato una delegazione di imprenditori italiani che operano gia’ nel territorio. “A loro si rivolge la diplomazia per la crescita sostenuta dal ministro degli Esteri Emma Bonino, che ha come biettivo quello di favorire lo sviluppo delle nostre imprese anche attraverso la via internazionale”, ha dichiarato Manzo.


Il legame tra la Vojvodina e l’Italia conta relazioni storiche con regioni come l’Emilia Romagna, l’Umbria e il Friuli Venezia Giulia. Quest’ultimo e’ inoltre presente gia’ da alcuni anni con una propria “Casa” di rappresentanza. Altrettanto intensa e’ la collaborazione culturale e universitaria, dimostrata dalla presenza di un lettore di Lingua italiana presso l’Universita’ di Novi Sad e dall’attivita’ di un’antenna dell’Associazione “Dante Alighieri”, oltre che da numerosi centri e istituzioni culturali italiane.


 


Agenzia AGI:


Pei News: imprese italiane guardano a Vojvodina per opportunita’ 
 
(AGI) – Belgrado, 12 nov. – Le imprese italiano guardano con interesse alla Vojvodina, provincia autonoma serba che, grazie alla posizione geostrategica, alle risorse e ai collegamenti con i mercati, offre grandi opportunita’ per gli investitori stranieri. Negli ultimi dieci anni, sono 250 le compagnie stranieri sbarcate nella regione, tra cui una cinquantina di aziende italiane la cui presenza rafforza la fitta rete di rapporti economici, culturali e storici.


Nell’ambito delle iniziative di ‘diplomazia per la crescita’, in Vojvodina si e’ recato l’ambasciatore italiano in Serbia, Giuseppe Manzo, accompagnato dal responsabile dell’ufficio commerciale Marco Leone, per una visita alla comunita’ italiana e incontri istituzionali con le autorita’ locali, tra cui il presidente del governo e i sindaci di Novi Sad e Subotica. Nel corso della missione hanno trovato spazio anche presentazioni promozionali e visite a stabilimenti produttivi italiani. Forte e’ stata la soddisfazione espressa per le attivita’ imprenditoriali avviate nella regione, seguita dall’auspicio delle autorita’ locali che la presenza italiana possa ulteriormente crescere e rafforzarsi. L’area e’ tradizionalmente legata a Friuli Venezia Giulia e Trentino, ma anche Puglia ed Emilia Romagna, con una presenza diffusa in vari settori, dal tessile al metalmeccanico all’energia, e un potenziale di sviluppo soprattutto nell’ambito dell’agroindustria.