Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Energia: Italia-Serbia, possibile investimento Gemmo spa.Memorandum d’intesa per cogeneratori per 100 mln euro

Ministro Z. Mihajlovic e A. Bevilacqua

Memorandum d'intesa tra Gemmo s.p.a. e Governo della Serbia


(ANSA) – BELGRADO, 10 SET – Un memorandum d’intesa su un possibile investimento in Serbia da parte della societa’ italiana Gemmo s.p.a. e’ stato firmato oggi a Belgrado dal ministro dell’energia serbo, Zorana Mihajlovic, e da Aldo Bevilacqua, membro del direttivo della Gemmo s.p.a., presente l’Ambasciatore d’Italia in Serbia Giuseppe Manzo.


La societa’ italiana prevede di investire circa 100 milioni di euro nella costruzione in Serbia di cogeneratori sulla base di un modello di partenariato pubblico/privato. La potenza complessiva dei cogeneratori sarebbe di 75 megawatt per l’energia elettrica e 65 megawatt per quella da riscaldamento.


La realizzazione dell’investimento, ha riferito il ministero dell’energia serbo in un comunicato, dipende dai risultati di una analisi di fattibilita’ che la societa’ italiana condurra’ prossimamente.  E’ prevista in particolare la collaborazione con l’Ospedale centrale di Belgrado, l’Aeroporto Nikola Tesla della capitale serba, l’Ospedale comunale di Zrenjanin e centrali da riscaldamento di Novi Sad e Pancevo.


”E’ la conferma che le imprese italiane sono sempre piu’ interessate al mercato serbo, che offre ai nostri imprenditori l’opportunita’ per potenziare, anche in Italia, la loro azienda”, ha detto l’Ambasciatore Manzo commentando l’accordo. ”In questo caso – ha aggiunto – si tratta peraltro di un progetto che consentira’ di produrre energia meno inquinante e meno costosa”.


——


Belgrado, 10 set – (Nova) – Zorana Mihajlovic, ministro  dell’Energia serbo, e Aldo Bevilacqua, direttore commerciale di Gemmo Holding, hanno siglato oggi un accordo di programma finalizzato allo studio di progetti di efficientamento energetico per il Centro clinico di Belgrado, la Clinica Zrenjanin, l’aeroporto Nikola Tesla, la compagnia aerea Jat e i siti produttivi di alcune aziende di public utilities, per un potenziale complessivo di circa 75 megawatt di energia elettrica e 65 megawatt di energia termica e investimenti intorno ai 100 milioni di euro. Alla firma era presente anche l’ambasciatore d’Italia in Serbia, Giuseppe Manzo.
 
Belgrado, 10 set – (Nova) – In base ai termini dell’accordo l’italiana Gemmo procedera’ allo studio dei singoli progetti, definendone la fattibilita’ tecnica, economica e sociale e delineando le possibili modalita’ di finanziamento, compresa la forma della partnership pubblico-privata (Public private partnership). Come scrive Gemmo in un comunicato “il risultato e’ stato conseguito anche grazie alla collaborazione con la societa’ di consulenza e assistenza alle imprese Damm Management&Marketing di Belgrado, capitanata dall’ingegnere Franco Delneri, che ricopre anche il ruolo di vicepresidente di Confindustria Serbia”.