Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Incontro dell'Ambasciatore Lo Cascio con il Ministro della Difesa Vulin

Data:

16/07/2018


Incontro dell'Ambasciatore Lo Cascio con il Ministro della Difesa Vulin
20180716 news

Il Ministro della Difesa Aleksandar Vulin ha avuto oggi un colloquio con l’Ambasciatore della Repubblica d’Italia a Belgrado, Carlo Lo Cascio, sui principali argomenti della cooperazione bilaterale nel settore della difesa.

Durante l’incontro è stato sottolineato che la cooperazione nel settore della difesa con la Repubblica d’Italia è intensa e sostanziosa, con opportunità di ulteriori sviluppi qualitativi e quantitativi nei settori di interesse reciproco.

Parlando della situazione in Kosovo e Metochia, il Ministro Vulin ha rilevato che per la Repubblica di Serbia è assolutamente inaccettabile l’annunciata trasformazione della “Forze di sicurezza del Kosovo (KSF)” nel cosiddetto “esercito del Kosovo”, ritenendolo una flagrante violazione della Risoluzione del CS ONU 1244 e dell’Accordo tecnico militare di Kumanovo.

Il Ministro Vulin, inoltre, ha ribadito che la Repubblica di Serbia apprezza l’impegno professionale degli appartenenti alle forze armate italiane nella missione KFOR in Kosovo e Metochia, esprimendo l’auspicio che i soldati italiani possano rimanere nella Provincia del sud fino a che sarà richiesta dalla situazione di sicurezza.

L’Ambasciatore Lo Cascio ha detto che da parte italiana si apprezza il ruolo del Presidente della Repubblica di Serbia Aleksandar Vučić nel dialogo di Bruxelles sul Kosovo e Metochia.

Durante l’incontro, da entrambe le parti è stata espressa anche disponibilita’ ad intensificare la cooperazione economico militare nel reciproco interesse, in conformità con il notevole interesse di un grande numero di società italiane alla collaborazione con le fabbriche di Industria della difesa della Serbia.

(fonte: Ministero della Difesa della Repubblica di Serbia)

---

Italia-Serbia: rafforzamento collaborazione industria difesa

(ANSAmed) - BELGRADO, 16 LUG - Soddisfazione per l'eccellente livello delle relazioni bilaterali fra Italia e Serbia e il forte interesse a intensificare la cooperazione nel settore dell'industria della difesa sono emersi in un incontro che l'ambasciatore d'Italia in Serbia, Carlo Lo Cascio, ha avuto oggi a Belgrado con il ministro della difesa serbo, Aleksandar Vulin.

Come ha reso noto la nostra ambasciata, nel colloquio è stato espresso forte apprezzamento per l'impegno professionale dei reparti italiani inquadrati nella Kfor, guidata da un comandante italiano, essenziali in particolare per la sicurezza e la tutela dei monasteri serbo-ortodossi in Kosovo.
Il ministro Vulin, ha riferito il ministero della difesa in un comunicato, ha auspicato che i militari italiani restino in Kosovo fino a quando lo richiederà la situazione della sicurezza locale.

L'Italia dal canto suo, ha aggiunto l'ambasciata, apprezza la professionalità dei militari serbi schierati con il contingente italiano nella Forza Unifil. L'industria della difesa, è stato sottolineato, è un settore sul quale puntare per rafforzare ulteriormente la collaborazione bilaterale, anche alla luce dell'interesse espresso da numerose aziende italiane a collaborare con imprese serbe del settore della difesa.

Nel colloquio, ha aggiunto il comunicato del ministero serbo, l'ambasciatore Lo Cascio ha sottolineato l'apprezzamento dell'Italia per il ruolo del presidente serbo Aleksandar Vucic nel dialogo di Bruxelles sulla questione del Kosovo.

Riguardo al Kosovo, stando al comunicato del ministero della difesa, il ministro Vulin ha sottolineato come per la Serbia sia del tutto inaccettabile l'annunciata trasformazione della Forza di sicurezza del Kosovo nel cosiddetto Esercito del Kosovo, che sarebbe una flagrante violazione della risoluzione 1244 del Consiglio di sicurezza dell'Onu e dell'Accordo tecnico-militare di Kumanovo.
---


Serbia-Italia: ministro Difesa Vulin riceve ambasciatore Lo Cascio, focus su cooperazione bilaterale

Belgrado, 16 lug - (Nova) - Il ministro della Difesa della Serbia, Aleksandar Vulin, ha ricevuto oggi l'ambasciatore d'Italia a Belgrado, Carlo Lo Cascio. Secondo una nota del ministero della Difesa serbo, al centro del colloquio sono stati i principali argomenti relativi alla cooperazione bilaterale nel settore della difesa. Nel corso dell'incontro e' stato sottolineato inoltre che la cooperazione nel settore della difesa con l'Italia e' intensa e ricca di contenuti con opportunita' di ulteriore sviluppo, sia dal punto di vista qualitativo che quantitativo, nelle voci di interesse reciproco. A proposito della situazione in Kosovo, il ministro Vulin ha rilevato che per la Serbia e' assolutamente inaccettabile l'annunciata trasformazione delle Forze di sicurezza del Kosovo (Ksf) in un esercito, poiche' la ritiene una palese violazione della Risoluzione 1244 delle Nazioni Unite e dell'Accordo tecnico militare di Kumanovo.
Il ministro Vulin, inoltre, ha ribadito che la Repubblica di Serbia apprezza l'impegno professionale degli appartenenti alle forze armate italiane nella missione Kfor a guida Nato in Kosovo, esprimendo l'auspicio che i soldati italiani possano rimanere nel territorio fino a che sara' richiesta dalla situazione relativa alla sicurezza. L'ambasciatore Lo Cascio ha dichiarato che da parte italiana viene apprezzato il ruolo del presidente della Repubblica di Serbia Aleksandar Vucic nell'ambito del dialogo di Bruxelles sul Kosovo. Durante l'incontro, da entrambe le parti e' stata espressa anche disponibilita' ad intensificare la cooperazione economico-militare nel reciproco interesse, in conformita' con il notevole interesse di un grande numero di societa' italiane alla collaborazione con le fabbriche dell'industria della difesa della Serbia.


927