Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Firmato accordo tra la “Link Campus University” di Roma e l’Universita’ di Belgrado

Data:

13/09/2018


Firmato accordo tra la “Link Campus University” di Roma e l’Universita’ di Belgrado
1309 news


Cresce la cooperazione interuniversitaria: firmato accordo tra la “Link Campus University” di Roma e l’Universita’ di Belgrado

E’ stato firmato oggi un importante accordo di cooperazione tra la “Link Campus University” di Roma e l’Università di Belgrado.

L’intesa, siglata dal Presidente della Link Campus Vincenzo Scotti e dal Rettore Vladimir Bumbasirevic presso il Rettorato dell’Università di Belgrado, alla presenza dell’Ambasciatore d’Italia Carlo Lo Cascio, rappresenta il quadro entro cui saranno condotte le future collaborazioni interuniversitarie tra i due atenei. Il Presidente Vincenzo Scotti e il Rettore della Link Campus Claudio Roveda hanno poi approfondito le modalità e le tematiche in cui l’intesa di cooperazione potrà essere tradotta. Da parte sua, l’Ambasciatore Lo Cascio ha sottolineato la rilevanza dell’accordo che contribuisce ad arricchire il promettente ambito di collaborazione scientifico-tecnologica tra Italia e Serbia.

-

Serbia: Link Campus University Roma firma accordo a Belgrado

(ANSAmed) - BELGRADO, 13 SET - E' stato firmato oggi a Belgrado un accordo di cooperazione tra la Link Campus University di Roma e l'Università di Belgrado.

L’'intesa, siglata presso il Rettorato dell'Università di Belgrado dal Presidente della Link Campus University Vincenzo Scotti e dal Rettore Vladimir Bumbasirevic, alla presenza dell'Ambasciatore d'Italia in SERBIA Carlo Lo Cascio, rappresenta il quadro entro cui saranno condotte le future collaborazioni interuniversitarie tra i due atenei. Il Presidente Vincenzo Scotti e il Rettore della Link Campus University Claudio Roveda hanno poi approfondito le modalità e le tematiche in cui l'intesa di cooperazione potrà essere tradotta. Da parte sua, l'Ambasciatore Lo Cascio ha sottolineato la rilevanza dell'accordo, che contribuisce ad arricchire il promettente ambito di collaborazione scientifico-tecnologica tra Italia e SERBIA. Parlando con i giornalisti, Scotti ha detto che sono tre i settori di comune interesse per i quali è previsto uno sviluppo della collaborazione fra le due università: difesa e sicurezza, con particolare riguardo alla cybersicurezza; gli studi strategico-diplomatici e l'ingegneria della sicurezza. "Noi siamo una piccola università con dei progetti precisi e concreti e specializzazioni in determinati campi. Ci interessa l'area dei Balcani, molto importante dal punto di vista strategico", ha affermato Scotti, notando di essere stato a Belgrado l'ultima volta nel 1992, quando era ministro degli esteri. Con Scotti e Roveda faceva parte della delegazione italiana anche Carmine America, consigliere internazionale del vicepremier e ministro dello sviluppo economico Luigi Di Maio. "E' stata una giornata molto proficua per la collaborazione italo-serba nel campo scientifico e tecnologico", ha detto. Il vicepremier Di Maio, ha aggiunto, annuncerà in futuro ulteriori programmi per rafforzare tale collaborazione.

-

Serbia-Italia: cresce cooperazione interuniversitaria con accordo tra Link Campus University di Roma e Universita' di Belgrado

Belgrado, 13 set - (Nova) - E' stato firmato oggi un accordo di cooperazione tra la Link Campus University di Roma e l'Universita' di Belgrado. L'intesa e' stata siglata dal presidente della Link Campus Vincenzo Scotti e dal rettore dell'Universita' di Belgrado Vladimir Bumbasirevic presso il Rettorato dell'Universita' di Belgrado, alla presenza dell'ambasciatore d'Italia Carlo Lo Cascio. Il documento rappresenta il quadro entro cui saranno condotte le future collaborazioni interuniversitarie tra i due atenei. Il presidente Vincenzo Scotti e il rettore della Link Campus Claudio Roveda hanno poi approfondito le modalita' e le tematiche in cui l'intesa di cooperazione potra' essere tradotta. Da parte sua, l'ambasciatore Lo Cascio ha sottolineato la rilevanza dell'accordo che contribuisce ad arricchire il promettente ambito di collaborazione scientifico-tecnologica tra Italia e Serbia.


938