Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Conclusa con pieno successo la missione dell’equipe sanitaria italiana in Serbia per aiutare nel contrasto al coronavirus

Data:

02/08/2020


Conclusa con pieno successo la missione dell’equipe sanitaria italiana in Serbia per aiutare nel contrasto al coronavirus

AMBASCIATA D’ITALIA A BELGRADO
COMUNICATO DEL 18.08.2020

 

L’Ambasciata d’Italia a Belgrado comunica che si è conclusa domenica 16 agosto la missione in Serbia di un'equipe sanitaria italiana composta da due medici anestesisti, un urgentista, uno specialista di malattie infettive, un chirurgo e una specialista infermiera. Il gruppo è tornato in Italia con un volo speciale dall’aeroporto Nikola Tesla di Belgrado.

Lo staff sanitario è giunto in Serbia su iniziativa del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale italiano in coordinamento con il Dipartimento della Protezione Civile e ha operato grazie ad un accordo tra i Governi italiano e serbo.

Nel corso della missione, i sanitari italiani sono stati ricevuti dal Ministro della Salute, Zlatibor Loncar, e hanno visitato il Centro Clinico della Serbia, la Clinica per le Malattie infettive e tropicali di Belgrado, l’Ospedale di Zemun, i Centri Clinici di Bežanijska Kosa, Niš, Novi Sad e Kragujevac. Tali incontri hanno consentito di scambiare informazioni ed esperienze sul trattamento del COVID19 con i medici e lo staff sanitario locale, al fine di poter meglio affrontare in ambito ospedaliero la gestione dei pazienti affetti dal virus.

La missione ha pienamente raggiunto i propri obiettivi clinico-sanitari, con reciproca soddisfazione delle parti coinvolte e delle Autorità italiane e serbe. L’iniziativa ha inoltre permesso di evidenziare l’eccellente livello di cooperazione bilaterale tra Italia e Serbia, nonché di ricambiare il generoso aiuto della Serbia al popolo italiano nella fase più acuta dell’epidemia lo scorso aprile.

 

AMBASCIATA D’ITALIA A BELGRADO
COMUNICATO DEL 02.08.2020

 

L’Ambasciata d’Italia a Belgrado comunica che è giunta oggi in Serbia dall’Italia un'equipe medica composta da sei persone: due medici anestesisti, un urgentista, uno specialista di malattie infettive, un chirurgo e un infermiere. Il gruppo è atterrato all’aeroporto Nikola Tesla di Belgrado con un volo speciale.

Lo staff sanitario italiano proviene dalle seguenti Regioni italiane: Piemonte, Lazio, Puglia e Friuli Venezia Giulia e lavora sotto il coordinamento della Protezione Civile Italiana.

Il nostro team è in missione in Serbia per fornire assistenza e addestramento sulla base dell'esperienza accumulata in cinque mesi di lotta contro COVID19 in Italia. Uno scambio di opinioni e di migliori pratiche con medici e staff sanitario locale potrà essere di aiuto nella lotta al virus.

Con questa iniziativa, l’Italia intende sottolineare ancora una volta l’importanza dell’amicizia con la Serbia, l’eccellente livello di cooperazione bilaterale e ricambiare il generoso aiuto della Serbia al popolo italiano lo scorso aprile.

 

foto blic 06  2020 08 12 medici ita a palazzo serbia 01 

-

Coronavirus: missione in Serbia di un team medico dall'Italia

(ANSA) - ROMA, 02 AGO - Continua l'impegno italiano nel contrasto alla pandemia globale. Su impulso della Farnesina e con il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile, un team di 5 medici e 1 infermiere provenienti da Lazio, Piemonte e Venezia Giulia, è partito oggi da Roma per Belgrado per fornire supporto alle Autorità sanitarie serbe in risposta all'emergenza sanitaria in corso. Lo si è appreso alla Farnesina.
Dopo l'invio all'Italia di dispositivi di protezione individuale da parte del governo di Belgrado lo scorso 26 aprile, si rinnova con questa missione la collaborazione tra Italia e Serbia nella lotta al nuovo coronavirus. La missione a Belgrado si colloca nel contesto dell'impegno che l'Italia ha messo in campo a supporto della regione balcanica sull'emergenza COVID-19 fin dall'inizio della pandemia, testimoniato da ultimo anche con l'invio di un team medico in Albania.
La squadra, accolta all'arrivo dall' Assistant Minister del Ministero della Salute Vesna Knjeginjic, responsabile della salute pubblica, e dall'Incaricato d'Affari Sergio Monti, è giunta a Belgrado a bordo di un velivolo messo a disposizione dalla Guardia di Finanza. Il team italiano affiancherà gli esperti serbi con compiti di formazione e consulenza, mettendo a disposizione delle autorità sanitarie locali l'esperienza maturata dal nostro Paese nella gestione del virus.
L'invio del team medico, ha sottolineato il Ministro Di Maio, rappresenta un gesto concreto di vicinanza nei confronti del governo e del popolo serbo, nel solco della profonda amicizia che lega i nostri Paesi. L'impegno italiano in Serbia testimonia - si osserva ancora alla Farnesina - la massima priorità che l'Italia conferisce ai Balcani Occidentali.

-

Serbia-Italia: ambasciata italiana a Belgrado, team medico fornirà assistenza e aiuto nella lotta al Covid-19

Belgrado, 02 ago - (Agenzia Nova) - L'ambasciata d'Italia a Belgrado comunica che è giunta oggi in Serbia dall'Italia un'equipe medica composta da sei persone: due medici anestesisti, un urgentista, uno specialista di malattie infettive, un chirurgo e un infermiere. Il gruppo è atterrato all'aeroporto Nikola Tesla di Belgrado con un volo speciale. In un comunicato l'ambasciata italiana ricorda che lo staff sanitario italiano proviene dalle seguenti Regioni italiane: Piemonte, Lazio e Friuli Venezia Giulia e lavora sotto il coordinamento della Protezione civile italiana. Il nostro team è in missione in Serbia per fornire assistenza e addestramento sulla base dell'esperienza accumulata in cinque mesi di lotta contro Covid-19 in Italia. Uno scambio di opinioni e di migliori pratiche con medici e staff sanitario locale potrà essere di aiuto nella lotta al virus. Con questa iniziativa, l'Italia intende sottolineare ancora una volta l'importanza dell'amicizia con la Serbia, l'eccellente livello di cooperazione bilaterale e ricambiare il generoso aiuto della Serbia al popolo italiano lo scorso aprile", si legge nel comunicato.

-

Serbia-Italia: arriva a Belgrado team medico italiano per sostegno in risposta ad emergenza Covid-19

Roma, 02 ago - (Agenzia Nova) - Continua l’impegno italiano nel contrasto alla pandemia globale. Su impulso della Farnesina e con il coordinamento del Dipartimento della Protezione civile, un team di cinque medici e un infermiere provenienti da Lazio, Piemonte e Venezia Giulia, è partito oggi da Roma per Belgrado per fornire supporto alle Autorità sanitarie serbe in risposta all’emergenza sanitaria in corso. Secondo quanto riferito dalla Farnesina in una nota, dopo l’invio all’Italia di dispositivi di protezione individuale da parte del governo di Belgrado lo scorso 26 aprile, si rinnova con questa missione la collaborazione tra Italia e Serbia nella lotta al nuovo coronavirus. La missione a Belgrado si colloca nel contesto dell’impegno che l’Italia ha messo in campo a supporto della regione balcanica sull’emergenza Covid-19 fin dall’inizio della pandemia, testimoniato da ultimo anche con l’invio di un team medico in Albania.

La squadra, accolta all’arrivo dall’assistant minister del ministero della Salute serbo, Vesna Knjeginjic, responsabile della salute pubblica, e dall’incaricato d’Affari sergio Monti, è giunta a Belgrado a bordo di un velivolo messo a disposizione dalla Guardia di Finanza. Il team italiano affiancherà gli esperti serbi con compiti di formazione e consulenza, mettendo a disposizione delle autorità sanitarie locali l’esperienza maturata dal nostro Paese nella gestione del virus. L’invio del team medico, ha sottolineato il ministro degli Affari esteri e della Cooperazione internazionale, Luigi Di Maio, rappresenta un gesto concreto di vicinanza nei confronti del governo e del popolo serbo, nel solco della profonda amicizia che lega i nostri Paesi. L’impegno italiano in Serbia testimonia la massima priorità che l’Italia conferisce ai Balcani occidentali.

 2020 08 12 tanjug foto 03  foto blic 05

Coronavirus: Serbia, positivo bilancio missione medici Italia

(ANSA) – Belgrado, 12 Agosto - E' stato ampiamente positivo il bilancio della missione effettuata finora in Serbia da una equipe di cinque medici e un infermiere italiani, giunti nel Paese balcanico dieci giorni fa per fornire supporto ai responsabili sanitari serbi, impegnati a fronteggiare l'emergenza covid. La missione è stata realizzata su iniziativa del Ministero degli esteri e con il coordinamento del Dipartimento della Protezione Civile. Il capo delegazione Jacopo Pallavicini, medico chirurgo in servizio alla Città della Salute e della Scienza di Torino, si è mostrato molto soddisfatto della missione, che ha consentito un proficuo scambio di esperienze e conoscenze nella cura dei malati e nel controllo dell'epidemia.

Parlando con i giornalisti, Pallavicini - per il quale si è trattato della prima visita a Belgrado e in Serbia - ha detto che il team medico italiano ha visitato vari ospedali e strutture sanitarie oltre che nella capitale serba, anche a Novi Sad, Nis e Kragujevac. Strutture, ha osservato, differenti tra loro, alcune più recenti e moderne, altre più datate o in ristrutturazione, "ma tutte perfettamente organizzate e preparate al meglio ad affrontare l'emergenza". Il chirurgo ha insistito sulle capacità organizzative e operative messe in mostra dagli ospedali e dalle strutture sanitarie visitate, sottolineando che è stato questo, insieme a un ottimo utilizzo delle risorse, l'aspetto che ha maggiormente colpito in positivo la delegazione italiana. "Tutti coloro che lavorano nelle strutture sanitarie da noi visitate lo fanno al meglio e in modo ben organizzato, e gli ospedali sono ben riforniti", ha detto il chirurgo, che ha fatto al tempo stesso appello alla popolazione a collaborare con i medici rispettando le principali norme di prevenzione e sicurezza contro il virus. "Abbiamo notato un enorme sforzo organizzativo, un forte interesse per investire nel comparto sanitario e una grande cura nel pianificare il futuro", ha affermato Pallavicini, secondo il quale la parte serba ha manifestato grande interesse a continuare la collaborazione con l'Italia in campo sanitario.

Apprezzamenti particolari nei confronti dell'esperienza italiana, ha aggiunto, hanno riguardato in particolare due punti - la ventilazione meccanica dei pazienti in terapia intensiva, e la tecnica di valutazione con ultrasuoni sul polmone dei pazienti più critici. Pallavicini ha rilevato peraltro la grande disponibilità mostrata da medici e specialisti serbi, molto interessati al dialogo e allo scambio di idee, esperienze e conoscenze. Poco dopo il loro arrivo a Belgrado, i medici italiani erano stati ricevuti dal ministro della sanità serbo Zlatibor Loncar, e durante la loro permanenza hanno incontrato altri esponenti del comparto medico-sanitario locale. "Ci siamo trovati molto bene in Serbia, con gentilezza e ospitalità anche al di là delle nostre aspettative", ha osservato Pallavicini, auspicando che una missione analoga possa essere attuata in futuro anche da medici e specialisti serbi in Italia. Attualmente, ha precisato, missioni simili di equipe mediche italiane sono in corso anche in Albania e Azerbaigian.

Del team medico italiano - che farà ritorno in Italia nei prossimi giorni - fanno parte, oltre a Pallavicini, Agostino Roasio (medico anestesista, Asti), Andrea Mariano (medico infettivologo, Lazzaro Spallanzani, Roma), Andrea Roncarati (medico anestesista, ASL Friuli Occidentale), Vito Procacci (medico urgentista, Policlinico di Bari), Alice Pollano (infermiera, Torino).

-

Coronavirus: conclusa missione medici italiani in Serbia

Reciproca soddisfazione per scambio informazioni ed esperienze

(ANSAmed) - BELGRADO, 18 AGO - Si è conclusa domenica 16 agosto la missione in Serbia di un'equipe sanitaria italiana composta da due medici anestesisti, un urgentista, uno specialista di malattie infettive, un chirurgo e una specialista infermiera. Come ha riferito in un comunicato l'Ambasciata d'Italia in Serbia, il gruppo è tornato in Italia con un volo speciale dall'aeroporto Nikola Tesla di Belgrado. Lo staff sanitario è giunto in Serbia il 2 agosto scorso su iniziativa del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale italiano in coordinamento con il Dipartimento della Protezione Civile, e ha operato grazie ad un accordo tra i Governi italiano e serbo. Nel corso della missione, i sanitari italiani sono stati ricevuti dal Ministro della Salute, Zlatibor Loncar, e hanno visitato il Centro Clinico della Serbia, la Clinica per le Malattie infettive e tropicali di Belgrado, l'Ospedale di Zemun, i Centri Clinici di Bežanijska Kosa, Niš, Novi Sad e Kragujevac. Tali incontri hanno consentito di scambiare informazioni ed esperienze sul trattamento del COVID19 con i medici e lo staff sanitario locale, al fine di poter meglio affrontare in ambito ospedaliero la gestione dei pazienti affetti dal virus. La missione - si osserva nel comunicato dell'Ambasciata - ha pienamente raggiunto i propri obiettivi clinico-sanitari, con reciproca soddisfazione delle parti coinvolte e delle Autorità italiane e serbe. L'iniziativa ha inoltre permesso di evidenziare l'eccellente livello di cooperazione bilaterale tra Italia e Serbia, nonché di ricambiare il generoso aiuto della Serbia al popolo italiano nella fase più acuta dell'epidemia lo scorso aprile.

-

Serbia-Italia: coronavirus, conclusa la missione a Belgrado di una squadra medica italiana

Belgrado, 18 ago - (Agenzia Nova) - Si è conclusa domenica 16 agosto la missione in Serbia di un'equipe sanitaria italiana giunta il 2 agosto nel paese balcanico a sostegno della lotta al coronavirus. Lo riferisce una nota dell'ambasciata d'Italia a Belgrado, precisando che la squadra era composta da due medici anestesisti, un urgentista, uno specialista di malattie infettive, un chirurgo e una specialista infermiera. Il gruppo è tornato in Italia con un volo speciale dall'aeroporto Nikola Tesla di Belgrado. Lo staff sanitario è giunto in Serbia su iniziativa del ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale italiano in coordinamento con il dipartimento della Protezione civile e ha operato grazie ad un accordo tra i governi italiano e serbo.

Nel corso della missione i sanitari italiani sono stati ricevuti dal ministro serbo della Salute, Zlatibor Loncar, e hanno visitato il Centro clinico della Serbia, la Clinica per le malattie infettive e tropicali di Belgrado, l'ospedale di Zemun, i Centri clinici di Bezanijska Kosa, Nis, Novi Sad e Kragujevac. Tali incontri hanno consentito di scambiare informazioni ed esperienze sul trattamento del Covid-19 con i medici e lo staff sanitario locale, al fine di poter meglio affrontare in ambito ospedaliero la gestione dei pazienti affetti dal virus. La missione ha pienamente raggiunto i propri obiettivi clinico-sanitari, con reciproca soddisfazione delle parti coinvolte e delle autorità italiane e serbe. L'iniziativa ha inoltre permesso di evidenziare l'eccellente livello di cooperazione bilaterale tra Italia e Serbia, nonché di ricambiare il generoso aiuto della Serbia al popolo italiano nella fase più acuta dell'epidemia lo scorso aprile. 

 

-

Notizie correlate:

https://www.esteri.it/mae/it/sala_stampa/archivionotizie/comunicati/impegno-italiano-nel-contrasto-all-emergenza-covid-19-missione-in-serbia-di-un-team-medico.html

http://www.ow7.rassegnestampa.it/MinisteroAffariEsteri/PDF/2020/2020-08-04/2020080446032007.pdf

https://www.giornalediplomatico.it/Covid-Impegno-italiano-missione-in-Serbia-di-team-medico.htm

https://www.serbianmonitor.com/i-medici-italiani-aiutano-la-serbia-a-combattere-il-covid-19/

http://www.juorno.it/coronavirus-missione-in-serbia-di-un-team-medico-partito-dallitalia/

https://www.politicanews.it/politica-italiana/di-maio-team-sanitario-italiano-in-aiuto-degli-amici-serbi-15697

http://rs.n1info.com/English/NEWS/a625962/Italian-medical-team-in-Serbia-to-help-fight-pandemic.html 

http://www.tanjug.rs/full-view.aspx?izb=581079

https://www.rts.rs/page/stories/sr/%D0%9A%D0%BE%D1%80%D0%BE%D0%BD%D0%B0%D0%B2%D0%B8%D1%80%D1%83%D1%81/story/3134/koronavirus-u-srbiji/4047167/italijanski-lekari-koronavirus.html

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/srpski-lekari-su-spremni-tim-doktora-iz-italije-danima-u-srbiji-evo-sta-kazu-o/m6lqzes 

http://www.politika.rs/sr/clanak/460234/Italijanski-lekari-u-Srbiji-doziveli-i-ono-sto-nisu-ocekivali

https://www.giornalediplomatico.it/Serbia-conclusa-missione-sanitari-italiani-anti-Covid.htm 

http://www.tanjug.rs/full-view.aspx?izb=582553 

https://rtv.rs/sr_lat/drustvo/ambasada-italijanski-medicinski-tim-ispunio-svoje-ciljeve_1154004.html 

https://www.blic.rs/vesti/drustvo/ambasada-italijanski-medicinski-tim-ispunio-svoje-ciljeve/trq7kvf 

https://cordmagazine.com/sr/vesti/italijanski-medicinski-tim-zavrsio-svoju-misiju-u-srbiji/ 

http://rs.n1info.com/Vesti/a630899/Italijanski-medicinski-tim-otisao-iz-Beograda.html 

https://www.danas.rs/drustvo/sestoclani-tim-iz-italije-za-ispomoc-srpskim-lekarima-u-borbi-protiv-korona-virusa-zavrsio-misiju/ 

http://novimagazin.rs/vesti/medicinski-tim-iz-italije-zavrsio-misiju-u-srbiji 


1282