Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Inaugurazione stasera della mostra "Ispirati dall'Italia" all'Istituto Italiano di Cultura di Belgrado

Data:

30/10/2019


Inaugurazione stasera della mostra

inspirisani italijom plakat b2 low res news

L'Ambasciatore Carlo Lo Cascio inaugurerà stasera alle 18.30 la mostra "Ispirati dall'Italia" presso l’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado. La mostra e' organizzata dall’Istituto Italiano di Cultura di Belgrado e la Galleria Matica Srpska di Novi Sad, in occasione dei 140 anni dallo stabilimento di relazioni diplomatiche tra Italia e Serbia e i 10 anni dall’istituzione del Partenariato Strategico tra i due Paesi. La mostra e' in programma dal 30 ottobre al 29 novembre presso l’IIC Belgrado, ed e' dedicata ai legami culturali e artistici serbo-italiani.

L’esposizione accoglie una selezione di opere d’arte, appartenenti alle collezioni della galleria Matica Srpska, che presentano visualmente le „esperienze“ italiane dei pittori serbi nella tradizione artistica del XIX secolo. In tal senso, l’obiettivo della mostra è quello di attirare l’attenzione sui modelli italiani nell’arte serba nonché di presentare le città, la gente e il patrimonio dell’Italia, ai quali gli artisti si sono ispirati. Grazie alle opere d’arte conservate nella collezione della Galleria Matica Srpska, è possibile venire a fare conoscenza dell’arte italiana in modo indiretto, ma anche rendersi conto di come essa abbia influenzato e ispirato la formazione di artisti serbi, sia coloro che hanno fatto studi in Italia sia coloro che invece hanno studiato dall’osservazione di opere d’arte incontrate nelle città della Mitteleuropa. Sono esposte opere di Aksentije Marodić, Jeftimije Popović, Jovan Popović, Pavle Simić, Naum Andrić e altri artisti.

Per approfondimenti si veda anche https://iicbelgrado.esteri.it/iic_belgrado/it/gli_eventi/calendario/2019/10/mostra-ispirati-dall-italia.html

-

Cultura: Istituto Italiano di Cultura di Belgrado e Galleria Matica Srpska presentano mostra "Ispirati dall'Italia"

Belgrado, 30 ott 12:31 - (Agenzia Nova) - L'Istituto Italiano di Cultura di Belgrado e la Galleria Matica Srpska di Novi Sad organizzano la mostra intitolata "Ispirati dall'Italia", in programma da oggi al 29 novembre presso l'Istituto di Cultura. La mostra si inserisce nelle celebrazioni dei 140 anni dall'istituzione delle relazioni diplomatiche tra Italia e Serbia e dei 10 anni dall'istituzione del Partenariato Strategico tra i due paesi. L'esposizione, che vede il sostegno della compagnia di assicurazioni Ddor parte del gruppo italiano Unipol, accoglie una selezione di opere d'arte, appartenenti alle collezioni della Matica Srpska, che presentano visualmente le esperienze italiane dei pittori serbi nella tradizione e prassi artistica del XIX secolo. In tal senso, l'obiettivo della mostra è quello di attirare l'attenzione sui modelli italiani, non così rari, nell'arte serba nonché di presentare le città, la gente e il patrimonio dell'Italia, ai quali gli artisti si sono ispirati. Grazie alle opere d'arte conservate nella collezione della Galleria Matica Srpska, è possibile venire a fare conoscenza dell'arte italiana in modo indiretto, ma anche di rendersi conto di come essa abbia influenzato e ispirato la formazione di artisti serbi, sia coloro che hanno fatto studi in Italia sia coloro che invece hanno studiato dall'osservazione di opere d'arte incontrate nelle città della Mitteleuropa.

-

Quotidiano POLITIKA

Ieri sera a Belgrado, Ispirati dall'Italia all'Istituto italiano di cultura

In occasione delle celebrazioni dei 140 anni di relazioni diplomatiche tra Italia e Serbia e i dieci anni trascorsi dalla firma del partenariato strategico tra i due paesi l'IIC ha allestito la mostra Ispirati dall'Italia. Autrice e curatrice, Stanislava Jovanovic, ha lavorato in collaborazione con l'Istituto di cultura e la Galleria Matica srpska. Scopo della mostra: illustrare le relazioni italo-serbe attraverso le opere degli artisti dell'Ottocento che in qualche modo si sono trovati ispirati dall'Italia.
L'esposizione è dedicata in modo particolare ai pittori serbi influenzati da figure della tradizione figurativa italiana. Così, grazie alle opere di Aksentije Marodic, Jovan Popovic, Pavle Simic ed altri pittori serbi, i visitatori potranno conoscere, per via indiretta, l'arte italiana. Hristofer Zefarovic è uno dei primi artisti serbi nella cui opera sono riconoscibili elementi della creatività artistica e di pensiero del rinascimento italiano. Parte integrante del diventare maestri pittori consisteva nel copiare i capilavori dei predecessori; modello di insegnamento, questo, che poi è stato ampiamente adottato presso le accademie di belle arti.
La galleria dei personaggi rappresentati da Aksentije Marodic durante il suo soggiorno viennese - "Italiano limatore", "La testa dell'uomo rinascimentale" ed altri - indicano altrettanto nella direzione della scuola pittorica italiana.
Oltre alle singole raffigurazioni ritrattistiche, i pittori serbi si misuravano con le repliche dei quadri dai contenuti mitologici e religiosi. Le opere collezionate dalla Galleria Matica srpska parlano di generazioni di artisti e dei loro ideali creativi, delle ispirazioni italiane e rinascimentali e dei nouvi modi di percepire l'arte. L'Italia ha dato la possibilità ai nostri artisti di perfezionarsi e di sviluppare nuovi punti di vista nell'arte serba.
A spiegare l'ìimportanza della collezione si sono impegnati l'ambasciatore italiano Carlo Lo Cascio, la direttrice di Galleria Matice, e Giorgio Marchegiani, direttore generale della DDOR assicurazioni.


1148